Trovata Antica confessione: ‘Abbiamo inventato Gesù Cristo’.

Abbiamo inventato Gesù Cristo?

Il Biblista americano Joseph Atwill è apparso per la prima volta davanti al pubblico inglese a Londra per presentare una nuova scoperta abbastanza controversa.

Le antiche confessioni recentemente scoperte ora dimostrano, secondo Atwill, che il Nuovo Testamento è stato scritto da aristocratici romani del primo secolo e che hanno fabbricato tutta la storia di Gesù Cristo.

La sua presentazione fa parte di un simposio di un giorno intitolato “Messia segreto” presso la Conway Hall di Holborn.

Anche se per molti studiosi la sua teoria sembra straniosa ed sono sicuri che potrebbe sconvolgere alcuni credenti, Atwill considera la sua prova definitiva e confida che la sua accettazione è solo una questione di tempo .

Esprimo il mio lavoro con una certa ambivalenza, perché non voglio causare direttamente alcun danno ai cristiani “ riconosce,” ma questo è importante per la nostra cultura.

I cittadini devono conoscere la verità del nostro passato in modo da poter capire come e perché i governi creano false storie e falsi dèi. Lo fanno spesso per ottenere un ordine sociale che è contrario all’interesse migliore della gente comune “.

Atwill afferma che il cristianesimo non è in realtà iniziata come una religione, ma un sofisticato progetto governativo, un tipo di esercizio propagandistico utilizzato per pacificare i soggetti dell’Impero Romano.

assedio dei romani abbiamo inventato gesù cristo

Le sette ebree in Palestina, in attesa di un profeta guerriero Messianico , erano una fonte costante di insurrezione violenta nel primo secolo“, spiega il biblista.

Quando i Romani avevano esaurito i mezzi convenzionali per annullare la ribellione, passarono alla guerra psicologica. Hanno ipotizzato che il modo per fermare la diffusione della zelante attività missionaria ebraica è stato quello di creare un sistema di credenze concorrente.

Ecco quando è stata inventata la storia del Messia “pacifico”. Invece di ispirare la guerra, questo Messia ha esortato il pacifismo di guerra all’altro e ha incoraggiato gli ebrei a «cedere a Cesare» e pagare le proprie tasse a Roma“.

Gesù era basato su una persona reale dalla storia?

“La breve risposta è no,” insiste Atwill, “infatti può essere l’unico personaggio della letteratura la cui storia di vita può essere tracciata in altre fonti. Una volta che queste fonti sono state tutte scoperte, non c’è niente di più. ”

La scoperta più intrigante di Atwill è venuta a lui mentre studiava “Guerre Giudaiche“di Giuseppe Flavio [l’unico sopravvissuto racconto storico di prima persona della Giudea del primo secolo] accanto al Nuovo Testamento.

Ho cominciato a notare una sequenza di parallelismi tra i due testi“, racconta.

Anche se è stato riconosciuto dagli studiosi cristiani per secoli che le profezie di  Gesù sembrano essersi avverate attraverso ciò che Giuseppe scrisse sulla Prima guerra Ebreo-Romana, ne scoprivo un’ altra dozzina.

Ciò che sembra aver sconvolto molti studiosi è che la sequenza degli eventi e delle posizioni del ministero di  Gesù sono più o meno le stesse della sequenza degli eventi e delle posizioni della campagna militare dell’imperatore Titus Flavius ​​descritto da Giuseppe.

Questa è una chiara evidenza di un disegno deliberatamente costruito. La biografia di Gesù è realmente costruita, punta a poppa, su storie precedenti, ma soprattutto sulla biografia di un Cesare romano “.

Come è potuto passare inosservato nei libri più analizzati di tutti i tempi?

Molti dei parallelismi sono concettuali o poetici, quindi non sono tutti immediatamente evidenti.

Dopo tutto, gli autori non volevano che il credente medio potesse vedere cosa stavano facendo, ma volevano che il lettore attento capisse. Un istruito romano nella classe dirigente avrebbe probabilmente riconosciuto il gioco letterario”.

Atwill sostiene di poter dimostrare che,

I  Cesari Romani ci hanno lasciato una sorta di letteratura puzzle, che doveva essere risolta dalle generazioni future e la soluzione a quel puzzle è: Abbiamo inventato Gesù Cristo e siamo orgogliosi di questo“.

È questo l’inizio della fine del cristianesimo?

Probabilmente no,” risponde Atwill, “ma il mio lavoro ha permesso a molti che erano già pronti a lasciare la religione per fare una pausa si riflessione. Ora abbiamo le prove per mostrare esattamente da dove proviene la storia di  Gesù.

Anche se il cristianesimo può essere un conforto per alcuni, può anche essere molto dannoso e repressivo, una forma insidiosa di controllo delle menti che ha portato alla cieca accettazione del patrimonio, della povertà e della guerra per tutta la storia.

Ad oggi, specialmente negli Stati Uniti, viene utilizzato per creare sostegno per la guerra in Medio Oriente“.

Atwill incoraggia gli scettici a sfidarlo a Conway Hall, dove dopo le presentazioni ci sarà probabilmente una vivace sessione domanda-risposta.

Associandosi a Mr. Atwill ci sarà l’amico e  studioso Kenneth Humphreys, autore del libro ” Jesus Never Existed “.

loading...