Come si riconoscono le bufale sugli alieni ?

Delle decine di migliaia di avvistamenti UFO riportati negli ultimi quarant’anni, meno dell’1% si è rivelato un autentico “falso“.

Gli esperti di ufologia sono in grado di riconoscere un imbroglio quasi immediatamente. Il più frequente di essi è il trucco del pallone sonda, che consiste nel “gonfiare un pallone pieno di elio”.

In alcuni casi, ci è voluto più del previsto per smascherare i falsi, ma si tratta di occasioni estremamente rare e che hanno richiesto uno studio più approfondito.

Come riconoscere bufale Alieni e Ufo

Per eliminare la possibilità che un avvistamento UFO sia classificato come “un falso”, si deve esaminare la credibilità del testimone, i dettagli dell’avvistamento e ogni minima prova fisica, in particolar modo le fotografie. L’affidabilità e la validità di tutti questi fattori devono essere provate inconfutabilmente prima che un ricercatore abbia completa fiducia nei dati riportati.

La veridicità del testimone può essere controllata intervistando i vicini, gli amici, i parenti, i colleghi di lavoro ed altre persone connesse. In particolare, un investigatore è interessato a determinare se l’individuo in questione ha la reputazione di essere una persona sincera, responsabile oppure di un truffatore o burlone.

bufala sugli alieni pallone sonda
Pallone sonda

Il ricercatore esamina anche la dichiarazione stessa di avvistamento UFO, per scoprire se ci sono frasi poco credibili, inconsistenze o contraddizioni. Per esempio, ci sono elementi nella dichiarazione stranamente simili a quelli utilizzati nella fantascienza o talmente insoliti da non essere menzionati in altri racconti di avvistamenti UFO?

Il testimone dice di aver visto l’UFO molte volte, anche se non ci sono altre testimonianze sul caso? Il testimone afferma che alcune prove importanti sono misteriosamente scomparse o sono state prese da sconosciuti “agenti governativi“?

Anche tutti questi fattori non provano necessariamente che ci si trova davanti ad un falso UFO, essi gettano inevitabilmente molte ombre e dubbi sulla testimonianza e devono essere tenuti in dovuta considerazione per tutta la durata delle indagini.

Infine, l’investigatore UFO deve esaminare le prove per assicurarsi che non vi siano state manomesse, falsificazioni o imbrogli o come spesso vediamo foto ritoccate a photoshop. Se la prova appare poco credibile o se può trovare altre spiegazioni, allora c’è dubbio sulla sua validità.

Spesso, davanti ad una foto di un UFO, un ufologo esperto è in grado di stabilire se si tratta di un falso, a prima vista. Punti chiave come una notevole differenza tra la nitidezza dell’immagine dell’UFO e quella degli oggetti che si trovano sullo sfondo possono indicare che si è in presenza di un falso.

I moderni sistemi computerizzati di gestione delle fotografie sono strumenti preziosi per smascherare un imbroglione. Le tecniche odierne più avanzate possono rivelare la presenza di stringhe o fili di sostegno, fornendo così le necessarie informazioni circa la reale forma, materia e densità di un oggetto.

Come si riconoscono le bufale sugli alieni
Foto ritoccata a Photoshop

Una cosa importante da ricordare è che, in ogni inchiesta, le prove devono essere esaminate interamente e con molto spirito critico.

Più una prova si dimostra essere inaffidabile, più crescono i dubbi sulla validità dell’avvistamento UFO. Una regola d’oro da prendere sempre in considerazione quando ci si appresta a esplorare un caso di UFO è che “se qualcosa appare troppo bello per essere vero, allora probabilmente è veramente troppo bello per essere vero.” (E questo è vero anche nella vita, non sono nell’ufologia!).

L’investigatore deve essere diffidente, con i piedi per terra e non deve mai abbandonare il proprio spirito critico.

loading...