Mummie di Nazca aliene scoperte in Perù, cosa c’è da sapere.

Le Mummie di Nazca! Cosa sappiamo finora? Secondo un team di esperti, la creatura è alta di 168 cm con caratteristiche umane. Le tre dita estremamente lunghe di ogni mano, il cranio allungato, così come la mancanza di un naso e delle orecchie, hanno posto l’essere non appartenere alla specie umana.

Se c’è una cosa che i ricercatori principali devono ammettere, è il fatto che non abbiamo assolutamente idea dell’origine esatta della razza umana, della nostra storia completa e del fatto che i passati dell’umanità sono avvolti nel mistero.

La prova di questo è stata parzialmente ottenuta nel gennaio del 2017 quando una mano mummificata a tre dita è stata scoperta in un tunnel peruviano abbandonato. Alcuni pensavano che la “scienza della fantascienza” fosse una truffa, ma i ricercatori hanno riferito che il reperto è biologico ed è composto di pelle e ossa.

L’analisi a raggi X ha mostrato che la mano mummificata aveva sei ossa ad ogni dita e secondo le stime iniziali, l’essere a chi apparteneva la mano aveva un’altezza di circa tre metri. Curiosamente, i resti mummificati sono stati determinati per essere di origine sconosciuta e non appartengono a nessuna creatura tridimensionale scoperta sulla Terra.

Artiglio-Alieno-trovato-in-Perù

Ma non è tutto.

Una scoperta incredibile è stata fatta a Nazca Perù che racconta una storia incredibile che può anche alterare la storia delle origini umane.

Nazca in Perù è famosa per i suoi geoglifi enigmatici, incisi sul su suolo deserto tra il 500 aC. Sono considerati come il gruppo più importante di geoglifi in tutto il mondo e sono ineguagliati nella sua quantità, dimensione e diversità. La concentrazione e la giustapposizione delle linee, così come la loro continuità culturale, dimostrano che si tratta di un’attività importante e duratura durata circa mille anni.

Ma le linee di Nazca non sono l’unico mistero in quella particolare regione in Perù.

Gli esperti hanno incontrato i resti scoperti di quello che sembrava essere un corpo mummificato di un essere umanoide con un teschio estremamente allungato e mani con solo tre dita .

Mentre questo è probabilmente uno dei più grandi misteri della regione di Nazca negli ultimi anni, molti autori e ricercatori avvertono che ci siamo trovati in una situazione in cui tutto è possibile, ma è indispensabile mantenere una mente aperta, curiosa ma scettica.

Le mummie di Nazca aliene

Mummia-aliena maria mummie di nazca

Voglio dire, dopo tutto, non si incontra un cranio allungato a tre dita, i residui mummificati ogni giorno, vero?

Se diamo un’occhiata alla storia, troveremo innumerevoli truffe elaborate che hanno causato molti ricercatori a rimanere scettici quando si tratta di risultati come questi.

Allora cosa sappiamo su questo misterioso essere?

Ebbene, la scoperta fu esposta al mondo quando Jaime Maussan, un ricercatore UFO e giornalista del Messico, introdusse i resti mummificati ai registi di Gaia.

Rapidamente si è formata una squadra con ricercatori e scienziati per indagare sulla storia dietro l’essere mummificato.

Gaia ha pubblicato un video su YouTube che discute la scoperta in cui i ricercatori suggeriscono che l’analisi del corpo indica che l’essere può essere UNICO nei record fossili noti.

Il dottor Konstantin Korotkov, un professore dell’Università di San Pietroburgo, sta esaminando la creatura misteriosa insieme al dottor José de Jesús Zalce Benítez, esperto di Forensic presso la Scuola Nazionale di Medicina del Messico e Natalia Zaloznaja MD Ph D, capo dell’analisi delle immagini dell’Istituto medico MIBS.

creatura misteriosa

I risultati delle analisi iniziali mostrano che la creatura è alta di 168 cm con caratteristiche simili all’uomo. Tuttavia, come notato dagli esperti, le tre dita estremamente lunghe su ciascuna mano, il cranio allungato, così come la mancanza di un naso e delle orecchie, hanno catalogato la mummia fuori dalla specie umana odierna.

Come ha osservato il dottor Korotkov nel video, possiamo anche guardare “un’altra creatura, un altro umanoide”.

La creatura misteriosa è completamente coperta da una polvere biancastra che secondo gli esperti può essere stata usata nei tempi antichi per preservare i resti mummificati. Gli esperti ritengono che gli organi interni degli esseri siano ben conservati.

I recenti campioni di carbonio risalgono la creatura tra il 245 e il 410 dC.

Mentre stai leggendo l’articolo, la sequenza DNA dei resti mummificati è già in corso. Melissa Tittl, Direttore del Contenuto Originale di Gaia, afferma che nel video è in corso anche un’ulteriore analisi dei risultati della scansione CAT.

Inoltre, gli esperti ritengono che l’aspetto unico delle creature sia reale e sia molto improbabile che qualcuno abbia apportato modifiche alle mani e al cranio.

Come osservato da Jay Weidner, Senior Director of Content per Gaia , i petroglifi situati nelle vicinanze dove è stato scoperto il corpo mostrano altre tre figure umanoidi presumibilmente femminili.

La Mummia di Nazca Aliena soprannominata “Josefina” non è Umana!

Le mummie di Nazca aliene ritrovate a sud del Perù non sono Umane. Lo afferma con certezza l’Archeologo Thierry Jamin e i medici dell’Ospedale di Cusco dopo le radiografie fatte.

Secondo Jaime Maussan e altri ricercatori, questa è una scoperta eccezionale, storica, provata dalle analisi su tessuti e corpi mummificati. Tute le mummie di Nazca sono autentiche e non umane, i video pubblicati ne sono testimonianza.

La mummia che misura 1 metro e 68 cm presenta un’anatomia ibrida tra umano e un alieno come puoi vedere la prima foto sopra l’articolo.

L’Altra mummia è più piccola ed è stata soprannominata “Josefina” dall’aspetto umanoide con un “impianto” metallico sul torace e tre oggetti radiopachi nello scavo pelvico. Secondo i medici e biologi che hanno effettuato gli esami, i tre oggetti visibili nella pancia sono uova e che fanno pensare ad una origine rettile del corpo umanoide.

mummia Josefina

impianto metallico mummia torace

3 oggetti ovali nel ventre della mummia

Ma chi sono? Da dove vengono queste mummie?

Ci troviamo di fronte ad esseri umanoidi che assomigliano globalmente agli esseri umani ma con mani e piedi a 3 dita, con occhi, naso e bocca, ma niente orecchie. I dati delle analisi al carbonio 14 riferiscono una datazione di circa 1700 anni. Possiedono protesi metalliche, pelle grigia.

La Mummia è un “Umanoide non Umano” della specie Grigio Rettiliana!

Ulteriori analisi radiologiche su una delle misteriose Mummie trovate in una tomba della regione di Nazca, sono state effettuate Presso l’Ospedale di Cusco

Dalle radiografie fatte su una mummia “aliena”, sono state riscontrate anomalie incredibili. L’archeologo Thierry Jamin che sarà a Roma il 1 ottobre 2017 per presentare reperti e studi effettuati sulla Mummia “Aliena”, ha registrato un video dove mostra i risultati delle ultime analisi presentate dal Dr. Vivanco Salazar.

Thierry dice nel video sotto:

“In base ai sottotitoli del video, il medico peruviano dice parla della scansione radiologica fatta su una delle mummie del Perù: Si tratta di una entità non umana. Sono Umanoidi della specie dei Grigi Rettiliani.

Dalle radiografie svolte sul corpo dell’alieno, si osservano alcune uova nello scavo pelvico e nella parte superiore, a livello toracico, sono osserevabili impianti metallici innestati centinaia o migliaia di anni fa, come risulta da conferme di analisi al carbonio.

Era presente oltre a Thierry Jamin anche il giornalista Jaime Maussan. Questa è una dichiarazione ufficiale di uno scienziato che si trova davanti ad un’entità rettile non umana. Nel video sono presenti giornalisti e scienziati.

Le Mummie di Nazca sono un falso?

Nelle ultime settimane al mondo dell’ufologia è stato presentato un nuovo puzzle, quello delle mummie di Nazca aliene. L’ultima di queste è stata scoperta nella regione sud del Perù, vicino Nazca da un gruppo di ricercatori di cui fa parte il biofisico russo Konstantin Korotkov, a sua volta parte del team di ricercatori dell’Università di San Pietroburgo.

 

Dopo un’analisi preliminare sulla mummia, Koroktov dice di credere che aver trovato una creatura diversa della specie umana soprattutto in base al modello scheletrico.

misure mummia aliena

Il materiale è stato poi esaminato dalla dottoressa MK Jesse, radiologa presso l’Università del Colorado (USA). Jesse dice che lo scheletro è quello di un mammifero ed è incredibilmente complesso, rendendo estremamente difficile da riprodurre artificialmente.

La mascella della mummia ha due file di denti, molti dei quali ancora intatta. Il cranio è allungato e, a differenza del cranio umano, non presenta alcuna linea di sutura, quindi un  pezzo solido di osso. Tuttavia, le ossa del braccio e le gambe sono tipici dell’homo sapiens.

Un altro fattore importante dello scheletro che ha catturato l’attenzione dei media e della gente, sono le dita delle mani e dei piedi. Secondo la Dr.ssa MK Jesse le tre dita allungate sono distinte da qualsiasi anatomia che l’uomo conosca fino ad allora. Nella mano, i metacarpi e le falangi sono molto spesse, un tessuto osseo quindi molto più spesso di quanto si potrebbe trovare in una mano umana. Lo stesso accade sui piedi.

Dottoressa MK Jesse

Stanno girando video in cui si crede che questa mummia è semplicemente una frode, ma presto ì risultati del test sul DNA potranno dare conferma di tutto ciò.

Molti affermano che la mummia è solo una scultura in gesso, ma la dottoressa MK Jesse ha detto che non si tratta di un falso. Lo scheletro della mummia è molto complesso e difficile da riprodurre. Qualcuno vuole mettere i bastoni tra le ruote, per coprire qualcosa, qui c’è in gioco la vera storia dell’Umanità e il governo peruviano lo sa.

La piccola “Mummia” senza testa, ha una “pelle” simile a quella di una lucertola

Dopo le analisi condotte sulla mummia più grande chiamata “Maria” – la famosa mummia con tre grandi dita scoperta nella regione di Nazca del Perù, ora, una nuova versione del documentario Gaia, circola in rete.

mummie aliena nazca senza testa

Nel sito dove è stata scoperta la mummia Maria, è stato trovato un altro corpo umanoide di piccole dimensioni. Questa piccola mummia, possiede un’anatomia distinta rispetto al corpo più grande mummificato di Maria, o comunque dì altri esseri umani.

Dalla testa (compresa) ai piedi, la creatura bizzarra misura circa 60 cm di altezza. Si crede che una delle teste recuperate possa appartenere a quest’ultima mummia chiamata Victoria. All’esame RX e TAC risulta che questa creatura possiede solo 11 vertebre nella colonna vertebrale, a differenza delle 24 possedute dagli esseri umani.

mummia-nazca-senza testa

radiografia mummia aliena

Anche se è diversa anatomicamente dalle altre mummie di Nazca più grandi, queste mummie più piccole, condividono le tre dita sia nelle mani che nei piedi, che in qualche modo aggiunge una correlazione tra questi esseri mummificati che secondo gli scienziati che le stanno analizzando, non sono assolutamente Umane.

Le scansioni dei raggi X hanno stabilito che questa creatura possiede una struttura delle ossa complessa, ma diversa da quella di altre specie note.

Probabilmente la caratteristica più sconvolgente è la pelle liscia simile a quella della lucertola che copre il corpo sotto una polvere bianca.

pelle della mummia

La polvere che copre la pelle è stata creata con un mix di piante specifiche della regione Nazca allo scopo di preservare il corpo del defunto per lunghi periodi di tempo. Questa tecnica di mummificazione è unica, perché gli organi interni sono mantenuti intatti.

Se la piccola mummia senza testa ” Victoria “, si dimostrasse autentica, ci troviamo davanti a una prova e che gli esseri umani sono l’unica specie evoluta di questo pianeta.

Mummie di Nazca Aliene: la conferenza del 2 Luglio 2017

Il 2 luglio 2017 c’è stata la conferenza stampa mondiale a cui hanno partecipato Jaime Maussan, Thierry Jamin e altri scienziati che hanno collaborato alla investigazione, alle analisi sulle mummie aliene ritrovate a sud del Perù.

Tutte le mummie di Nazca sono autentiche e non umane, i video pubblicati ne sono testimonianza. Durante la diretta televisiva sono state mostrate le analisi e alcuni dei risultati scientifici, i vari test effettuati sui corpi mummificati.

Arriva la smentita, le Mummie non sono un falso

L’archeologo Thierry Jamin ascoltato dal Ministro dei Beni Culturali del Perù:” le mummie di Nazca non sono una frode

Come riferisce il quotidiano Perù21, il Ministero della Cultura peruviano ha voluto mettere luce su questa faccenda, ovvero sulla presunta scoperta delle mummie aliene.

mummia piccola

Perù21 ha consultato il Ministero della Cultura per questa storia constatando che la mummia ritrovata vicino Nazca è un ‘alieno mummificato‘ ed è legato alla cultura Nazca, e potrebbe portare alla reinterpretazione di molte questioni di storia, in particolare della pre-cultura ispanica.

La Dott.ssa Bianca Alva, direttore della Direzione Generale per il Ministero dei Beni Culturali e della Difesa del Perù, ha detto che “dopo aver esaminato le mummie” per questo caso è “altamente probabile che non siano preispaniche, ma è altamente improbabile che siano patrimonio archeologico”.

L’Ufficio di Comunicazione e immagine istituzionale del Ministero dei beni culturali, ha interrogato l’archeologo Thierry Jamin sulle analisi svolte all’Ospedale di Cusco. Tutto questo per determinare la veridicità dei presunti pezzi mummificati. Lo stesso THierryJamin ha dichiarato alle televisioni che tutto questo non è una “frode” ma è tutto vero”.

Thierry Jamin ha comunicato al Ministero della Cultura che i “resti mummificati che si crede siano di origine aliena” ha anche avvertito lo stesso ministero che ci sono persone che dichiarano di avere più di 20 “mummie” dello stesso tipo. Ma di sicuro qui ci sono i presupposti di frodi vere.

esame della mummia aliena

Il Ministero della Cultura ha detto che i presunti scavi sono oggetto di indagine della Procura per l’accusa (verso ignoti) per aver commesso il “crìmine di attacchi contro monumenti archeologici” e recante il numero di file 143-2017.

Lo stesso Thierry Jiamin ha comunicato ufficialmente che verrà svolta una conferenza stampa internazionale a Lima l’11 Luglio 2017 dopo quelle del 2 Luglio con Jaime Maussan.

La conferenza dell’11 Luglio è stata trasmessa su Tercermilenio TV, Nurea TV, Gaia.com.

Il governo peruviano vuole “occultare le prove”

Il governo peruviano vuole “occultare le prove” sulle mummie di Nazca aliene, aprendo una inchiesta per presunto crimine contro i monumenti archeologici.

dei a tre dita peruviani

Il governo del Perù sotto pressione dalla comunità scientifica internazionale, dovrà mettere tutto a tacere e aprire azioni legali contro contro il Team di investigatori e scienziati che hanno condotto le analisi sulle Mummie Aliene. Secondo gli scienziati e archeologi del perù, il team avrebbe commesso un crimine contro il patrimonio culturale , avendo modificato antiche mummie della cultura Paracas.

I rappresentanti del Ministero della Cultura hanno riferito che le mummie sono state modificate per raggiungere questo obiettivo, ovvero inventarsi una storiella per ammettere la presenza di una Antica Civiltà aliena che ha interagito con le popolazioni storiche e antiche del Perù.

Ovviamente pur di non ammettere la vera storia dell’Umanità (hanno paura dopo aver mentito a tutto il mondo) si passa all’attacco creando un Muro di Gomma e disinformazione-denigrazione, annunciando querela contro gli investigatori messicani, francesi e americani che hanno condotto le analisi sulle mummie.

Il giornalista messicano e conduttore di ‘Terzo Millennio” Jaime Maussan ha detto in diverse occasioni di aver chiesto al governo peruviano di coordinare ricerche ufficiali di questa scoperta, ma la sua richiesta non è stata concessa.

mummia maria nazca

Ma dopo la conferenza stampa dell’11 Luglio, Jaime Maussan ha scritto: “Vi presento una sintesi di qualcosa di importante, una sintesi di ciò che ho detto alla conferenza svolta a Lima in Perù l’11 luglio, ma vi invito a seguire la ricerca nei capitoli che abbiamo presentato nel canale TercerMilenio TV, nonché la conferenza che presenteremo più avanti mostrando i risultati del DNA di questi esseri.

Le mummie piccole possiedono una lunghezza che varia tra 25 – 30 cm, presentano tratti di rettili, una delle quali Giuseppina che ha tre uova all’interno della pancia. Il materiale bianco con cui sono coperte le mummie non è gesso, ma una terra composta da farina fossile, ovvero diatomee minerale (sabbia di diatomee o terra diatomea) di piante tipo alghe, che sono state sepolte in una zona dove migliaia o milioni di anni fa c’era il mare.

Sono state presentate altre due mummie, una battezzata come Victoria, che non ha testa ed è molto simile alla mummia Maria che già tutti conoscono, oltre a un bambino pterodattile che hanno chiamato “Wawita“.

Sono stati esposti alla datazione di radiocarbonio realizzati dall’Unam, nonché da un laboratorio negli Stati Uniti, dove in entrambi i casi, i vari pezzi delle mummie risalgono in una fascia di età compresa tra 1000 e 1800 anni.

Spiccano le orbite degli occhi sulla mummia di Nazca Maria, così come le ossa del braccio che sono lunghe. Le linee delle punte delle dita sono rette e presentano le impronte digitali. Le Mummie di Nazca hanno organi interni, quindi si tratterebbe di cadaveri impagliati. Assenza di ossa metacarpo e metatarsi senza palmi delle mani. Forma quadrata del Foro Magno o Foro occipitale che è diverso dall’uomo che è ovale.

La mummia Albert di 60 cm presenta costole orizzontali, scheletro biomeccanico corretto, funzione di deglutizione e non di masticazione. Maria, presenta dita con rifiniture angolate di 90 gradi. Non hanno ghiandole mammarie, quindi non sono mammiferi.

Vi invito a proseguire da vicino questa ricerca che è appena iniziata!!”.

Scienziati peruviani denunciano messicani che hanno affermato di trovare mummie aliene.

.Fonte: Ancient code e Segnidalcielo

loading...