Perché i Governi insabbiano le prove degli avvistamenti UFO

Ti sei mai chiesto perché i governi nascondo avvenimenti fuori dal comune classificandoli ” UFO TOP SECRET “?

In questo articolo vediamo insieme  come si sono comportati i nostri Governi, riguardo gli avvistamenti UFO. Prima di iniziare volevo scusarmi con te per la lunghezza di questo articolo, ma ho ritenuto opportuno  farti conoscere più dettagli a riguardo.

Iniziamo..

Spesso i Governi e le Forze Armate insabbiano le prove e gli avvistamenti degli UFO. Commissioni statali composte da personale qualificato accumulano prove e documenti che dimostrano la realtà del fenomeno, ma, allo stesso tempo nascondono queste prove sotto la sinistra dicitura «Top Secret», mentre l’uomo della strada si dibatte tra incredulità e timore, manifestando apertamente le proprie opinioni.

perche-i-governi-insabbiano-le-prove-degli-avvistamenti-ufo

Secondo le statistiche, sono sempre meno coloro che dubitano dell’esistenza degli UFO. Di fronte al segreto ufficiale ed alla confusione sul tema, sarebbe logico domandare a quanti si occupano di questi casi: è poi così pericoloso l’argomento?

Estranei alla nostra inquietudine, i misteriosi oggetti volanti continuano a sfrecciare nei cieli del pianeta e ad atterrare quando e dove vogliono, come se stessero portando a termine un piano minuziosamente elaborato.

Ufo Top Secret

La sorpresa di fronte al manifestarsi della presenza degli UFO non è nuova, infatti anche in cronache, incisioni e pitture di secoli fa si possono rilevare le tracce del fenomeno. Avvenivano anche allora sorprendenti fenomeni aerei luminosi, che venivano interpretati, per lo più, come manifestazioni divine.

Non so se hai letto il Dio Alieno Della Bibbia oppure Antico e Nuovo Testamento libri senza Dio dove ti svela le contraddizione del Testo Sacro la Bibbia.

Adesso torniamo a noi..

Attualmente, dato che le macchine volanti sono già una realtà in costante perfezionamento ed è possibile ricorrere alla documentazione fotografica ed ai radar, l’argomento è considerato da un’altra prospettiva: i misteriosi oggetti sono una realtà visibile e fotografabile, appaiono improvvisamente, volano, compiono manovre, si avvicinano e si allontanano rispondendo ad ordini precisi.

Ciò significa che sono guidati da una qualche forma d’intelligenza ed in molti casi i radar li hanno captati o sono stati inseguiti per alcuni chilometri dagli aerei militari. Nonostante le moderne e sofisticate innovazioni tecnologiche, la sorpresa di fronte a questi eventi è sempre grande, ma l’incognita del fenomeno offre molteplici aspetti nuovi ed appassionanti.

Vengono avvistati UFO in tutti i paesi del mondo, sono stati analizzati molteplici atterraggi che hanno lasciato tracce evidenti, si sa che interferiscono con le nostre comunicazioni e sono capaci di paralizzare l’erogazione dell’energia elettrica di regioni anche molto estese.

Si moltiplicano le testimonianze che affermano trattarsi di astronavi con equipaggio perché al loro interno sono stati riconosciuti degli esseri, generalmente dall’aspetto umano, e si ha già la certezza che questo argomento riguarda noi tutti.

Perché, allora, i Governi tacciono?

Prima di parlare del Top Secret dei Governi, voglio aprire una parentesi su un famoso caso di atterraggio  e contatto UFO in Russia.

L’ Ufo atterrato in Russia

Non so se hai mai sentito la notizia che fù diffusa in tutto il mondo dello spettacolare atterraggio di un UFO a circa 500 chilometri da Mosca, precisamente nel parco della città di Voroniez “Voronezh”.

ufo-in-russia Voronezh

Prima dell’atterraggio l’UFO, dal diametro di circa 20 metri, aveva sorvolato la zona, come se avesse intenzione di farsi notare. E in effetti fu avvistato da parecchie persone. Alcuni lo descrissero a forma di disco; altri affermarono che sembrava una grande sfera luminosa o un immenso globo color arancione-rossastro.

Poi tutti coloro che ebbero la possibilità di osservarlo più da vicino, quando si era già posato al suolo, dissero che aveva un aspetto metallico. Come abbiamo già detto, l’oggetto volò nei dintorni lasciandosi avvistare. Si avvicinò poi lentamente al suolo, posandosi infine a terra di fronte all’attonito sguardo di alcuni studenti.

Alcune persone stavano aspettando l’autobus vicino al parco ebbero modo di assistere, tra lo sbigottimento e la paura, ai fatti. Fino a quel momento era stato un tranquillo pomeriggio di una qualunque cittadina di provincia.

Adesso qui viene il bello..

La cosa più sorprendente e ciò che ha aumentato la credibilità della notizia, è stato il fatto che la stessa sia stata immediatamente diffusa dall’Agenzia Tass, solitamente molto avara di informazioni. Dopo poche ore, i giornali e le emittenti radio-televisive di tutto il mondo diffusero l’accaduto con abbondanza di particolari.

L’UFO si era posato a terra con leggerezza, lasciando sul terreno un’impronta di circa 10 metri di diametro. Alcuni istanti più tardi, si aprì una specie di sportello, da cui discesero tre membri dell’equipaggio, tutti di straordinaria altezza, secondo il racconto dei testimoni.

Essi misuravano oltre i tre metri di statura, ed erano di aspetto simile al nostro, dalle forme armoniche e proporzionate tranne che per la testa, molto più piccola rispetto al corpo. Indossavano una tuta simile a quella dei palombari, di colore chiaro, e calzavano stivali di una tonalità più scura, simile al bronzo. Insieme ad essi discese dall’astronave un umanoide molto piccolo che si muoveva come un robot.

Sei ancora qui a leggere ? Vediamo cosa hanno fatto questi esseri

Se l’articolo ti è piaciuto sino ad ora sarebbe davvero fantastico se tu ripagassi il mio impegno facendo click su +1! 😉

[wdgpo_plusone]
Gli strani esseri girarono varie volte intorno all’astronave, senza però allontanarsi, mentre il piccolo robot sembrava raccogliere delle cose dal suolo, probabilmente campioni di terra e piccole pietre.

Uno degli extraterrestri disegnò al suolo un triangolo servendosi di uno strumento che recava in mano e vi depositò al centro una pietra rossiccia. Subito l’equipaggio sali a bordo dell’UFO che decollò verticalmente, scomparendo in un batter d’occhio.

QUI LA STORIA SI COMPLICA

Notizie successive, trasmesse logicamente anche da Mosca, ampliavano l’accaduto informando che, disceso dall’astronave, un extraterrestre avrebbe puntato verso uno dei ragazzi qualcosa di simile ad un fucile, facendo sparire come per magia il povero malcapitato che poco dopo, tuttavia, era riapparso all’improvviso.

ufo-russa-top-secret-bambino

Alcune ore dopo, nuovi bollettini comunicavano al mondo intero che la pietra rossiccia era stata analizzata e si poteva affermare con sicurezza che era composta da minerali non reperibili sulla Terra.

E, ancora, quasi senza soluzione di continuità, si aggiunse la notizia che non si trattava di una, bensì di due pietre rosse depositate dagli extraterrestri. Nuove informazioni continuarono ad essere diffuse nei giorni seguenti.

Quanto successe in Unione Sovietica, per strano che possa sembrare, è una cosa normale. Dopo un avvistamento di questo tipo cominciano ad incrociarsi immediatamente le notizie più disparate, la maggior parte contraddittorie. Si ha l’impressione che venga intenzionalmente generata della confusione, se non altro perché passare da quest’ultima all’incredulità il passo è breve.

Visto come generano confusione alla gente?

E poi i pazzi saremo noi!! Cosi i casi poi vengono considerati bufale..

E’ come se lo stesso avvenimento si dilatasse a dismisura, smentendosi implicitamente. Inoltre le autorità non confermarono la notizia dell’atterraggio, né la smentirono; si limitarono a trasmettere un comunicato informando che «si astenevano da qualsiasi commento». Ma si sa che nel frattempo erano state nominate delle commissioni di ricerca e si stavano vagliando dati di ogni tipo.

L’incidente era una realtà: le impronte dell’astronave erano state viste e fotografate e si stavano analizzando fin dove era possibile, le orme degli stivali ed altri segni lasciati sul terreno.

Dobbiamo, a questo punto, abbandonare l’argomento perché da qui in poi tutto diventa oltremodo confuso, e non vorrei davvero stancarti nella lettura.

Non si saprà nulla sulla natura delle rocce lasciate dall’equipaggio del misterioso oggetto volante e si dirà persino che non ha lasciato nulla. Non si saprà più nulla del ragazzo scomparso per alcuni istanti, sempre ammettendo che sia sparito veramente.

I risultati delle indagini ufficiali, senza dubbio esaurienti, saranno gelosamente custoditi negli archivi del Governo sotto la dicitura «Top Secret», mentre le menzogne accumulate sullo svolgimento reale dei fatti, messe in circolazione dalla gran massa di curiosi, finiranno per trasformare in una grande menzogna totale un fatto che forse è stato, come molti altri verificatisi in diverse parti del mondo, di estrema importanza.

Allora perché dei Segreti Ufficiali

L’atteggiamento dei Governi di fronte al fenomeno UFO è sempre lo stesso: o smentiscono i fatti con incredibile disinvoltura o, se la smentita non è possibile perché l’evidenza è palese o i testimoni molto qualificati, si astengono. Ma custodiscono tutto, archiviano i dati ed i documenti che possono ottenere ed impediscono a chiunque l’accesso ad essi.

In una precedente monografia ai quest’opera abbiamo fatto riferimento al fatto che il governo degli Stati Uniti dette una spiegazione, o almeno tentò di farlo – in seguito ai primi avvistamenti degli UFO nell’era moderna.

Si disse anche che durante la Seconda Guerra Mondiale vennero effettuate delle indagini, e non solo da parte degli Stati Uniti, ma
anche per iniziativa di altre potenze europee, circa le famose «sfere di fuoco» che inseguivano gli aerei durante il conflitto.

Inizi di avvistamenti UFO o armi segrete?

documento-relativo-avvistamento-ufo top secret
Un esemp. Si tratta di un documento francese relativo ad un avvistamento , definito “segreto e confidenziale”. Quali sono le ragioni del segreto? La Gendarmeria francese custodisce gelosamente più di 500 rapporti sulla presenza degli UFO. Questo succede anche in molti altri paesi.

Si cercò, soprattutto all’inizio, di dare una spiegazione in relazione con la strategia bellica, ipotizzando che si trattasse di nuove armi dei reciproci nemici.

Al termine della guerra, tuttavia, vennero minuziosamente perquisiti gli archivi segreti nazisti e si poté constatare che i famosi «oggetti volanti», non erano, come si era supposto, armi segretissime tedesche, perché anche da parte sua la Germania cercava di scoprire di che cosa si trattasse.

In seguito, quando si mise in moto negli Stati Uniti la commissione di investigazione conosciuta come «Progetto Segno», per indagare sull’origine, sulle caratteristiche e sulle intenzioni di quegli oggetti volanti non identificati che apparivano nei cieli nordamericani, la situazione non era cambiata rispetto al sospetto di armi nemiche. Non si sospettava più della Germania, naturalmente, bensì dell’Unione Sovietica…

Poco dopo si sarebbe constatato che anche questa supposizione era infondata, ma venne giudicata opportuna una campagna ufficiale di discredito degli UFO presso l’opinione pubblica, che si mostrava molto interessata.

Dai.. so che questo articolo è lunghissimo, un ultimo sforzo siamo alla fine..

Venne richiesta la collaborazione di scienziati di grande nome, come il dottor Hynek, cui venne affidato il compito di trovare una spiegazione astronomica al fenomeno. Si dovevano praticamente interpretare le centinaia di casi di avvistamenti la cui documentazione si trovava negli archivi delle Forze Armate.

Contemporaneamente, e con l’intenzione di impedire la divulgazione di nuovi avvistamenti, per quanto possibile, si proibì tassativamente al personale militare di menzionare qualsiasi esperienza relativa all’argomento in questione.

Le norme erano chiare, precise e rigorose e concludevano prescrivendo l’obbligatorietà di etichettare sotto la denominazione «Top Secret» qualsiasi informazione si ricevesse sugli UFO. Con queste precauzioni si voleva soprattutto allontanare da una possibile indagine lo sguardo curioso dei molti ricercatori agguerriti che già si stavano occupando della faccenda.

Dal momento in cui fu stabilita questa normativa fino al culmine di quello che venne denominato «Progetto Colorado», meglio conosciuto come Rapporto Condon, la posizione ufficiale degli Stati Uniti rispetto agli UFO è stata straordinariamente chiara: dal momento che non si deduce dallo studio della casistica nel suo complesso che il fenomeno rappresenti alcun pericolo per la nazione e visto che non c’è modo di fornire una spiegazione chiara circa la sua natura, l’origine e le intenzioni, si preferì ignorare i fatti.

Era questa la posizione ufficiale nel 1968 del governo degli Stati Uniti, della nazione più potente della Terra. Tutti gli altri paesi, naturalmente, si allinearono. Rispetto ad allora, le cose non sono cambiate molto, anche se sono trascorsi nel frattempo moltissimi anni.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sul tuo social preferito oppure commenta qui sotto.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *