Gli Arturiani chi sono e da dove vengono? | Ufo e Alieni
Lun. Giu 17th, 2024

Gli Arturiani: secondo il profeta Edgar Cayce, che nelle sue osservazioni e insegnamenti ha espresso il proprio pensiero, questa civiltà rappresenta una delle più avanzate della nostra galassia. I credenti di tutto il mondo desiderano conoscere maggiori informazioni su questa misteriosa razza di alieni.

Tuttavia, la domanda rimane: chi sono gli Arturiani e perché rimangono nascosti? Questi interrogativi rappresentano solo l’inizio di una lunga serie che assilla la mente di migliaia di persone. Gli Arturiani sono una razza aliena proveniente dal pianeta blu che orbita attorno alla stella gigante rossa Arturo nella costellazione di Bootes.

Arturo orbita a circa 36 anni luce dal nostro sistema solare. Gli Arturiani rappresentano la civiltà aliena più avanzata della galassia e trascendono nella quarta e quinta dimensione.

Questi esseri superiori esistono principalmente in un piano spirituale, soggiogati dal pensiero e dalla coscienza pura. Il sistema di credenze centrale che sostiene la razza Arturiana è una filosofia di guarigione e di compassione per l’universo. La civiltà Arturiana è governata da anziani, gli esseri spiritualmente più avanzati.

Come sono gli Arturiani ?

Rappresentazione degli Arturiani
Rappresentazione degli Arturiani

Un Arturiano tipicamente ha un’altezza di circa tre o quattro piedi (90 cm – 100 cm), è fisicamente molto in forma e, inoltre, non soffre delle malattie che affliggono gli esseri umani in relazione alle nostre interazioni con l’ambiente fisico. I membri di questa grande razza avanzata hanno di solito una pelle dal colore blu verdastro e grandi occhi ovali inconfondibili.

In base alle informazioni raccolte, la vita di un Arturiano dura generalmente tra i 350 e i 400 anni, se non di più. Non perdono i ricordi delle loro esistenze, nemmeno quelli vissuti nella terza dimensione, e sono in grado di accedere alla loro vita futura.

A differenza di noi terrestri, quando moriamo perdiamo i ricordi della vita precedente e, nel perderli, dobbiamo in qualche modo ricominciare da capo una volta reincarnati, impiegando circa trenta o quarant’anni per tornare al punto in cui ci eravamo fermati nella vita precedente, in termini di coscienza.

La morte per gli Arturiani è veramente una transizione e la vivono come noi viviamo il passaggio da una città all’altra o da uno stato all’altro.

Lo scopo principale della vita di un Arturiano è lo sviluppo spirituale. Tutti i lavori e le attività che svolgono sono un percorso spirituale specifico per ognuno di loro.

Gli Arturiani non si nutrono come noi. La loro fonte di nutrimento è un liquido effervescente altamente vitalizzante. Si limitano strettamente a piante o ad un tipo di plancton che, per struttura cellulare, non è esattamente come il plancton che conosciamo sulla Terra.

In questa civiltà non c’è competizione per il cibo, la terra o l’acqua (hanno qualcosa di simile all’acqua, che è una luce liquida con una vibrazione elevata, una sostanza fisica nella loro realtà che ingeriscono e che si potrebbe considerare simile ad una bevanda altamente proteica).

Sono in grado di acquisire informazioni attraverso la telepatia e il sistema nervoso. Ciò significa che sono capaci di spostare oggetti fisici telepaticamente e di praticare attività fisiche.

Gli Arturiani sono stati a lungo i guardiani della Terra e ci proteggono da altre civiltà spaziali tecnologicamente avanzate.

Questa razza aliena ci ha aiutato nel nostro sviluppo spirituale terrestre e ci ha permesso di trasferirci nella quarta dimensione per espandere la nostra comprensione spirituale.

Da dove vengono gli Arturiani?

Gli Arturiani provengono dalla costellazione di Boote. Sebbene molti credano che gli Arturiani provengano da Arturo, questo è un equivoco e va notato che Arturo è una stella molto simile al nostro Sole, ma molto più grande in termini di diametro, massa ed energia.

La costellazione di Boote.
La costellazione di Boote.

Si ritiene che queste entità provengano da un corpo celeste orbitante non ancora scoperto dagli astronomi terrestri.

La previsione di Edgar Cayce:

Secondo Cayce, gli astronomi terrestri non hanno ancora scoperto il sistema solare di queste entità, il quale orbiterebbe intorno ad un sistema stellare composto da Arturo e dalle Pleiadi. Gli Arturiani, si dice, provengono dalla costellazione di Boote, dove si trova la stella Arturo.

Arturo è la stella più luminosa della costellazione, con una magnitudine visuale di -0.05, ed è la terza stella più luminosa del cielo notturno, dopo Sirio e Canopo. Tuttavia, è più debole della luce combinata dei due principali componenti di Alpha Centauri. A causa della sua vicinanza, per l’occhio umano è molto difficile distinguere le fonti separate di luce, rendendo Arturo la quarta stella più brillante.

Arturo è la stella più brillante quando osservata dalle latitudini settentrionali, diventando la stella più luminosa nell’emisfero celeste settentrionale. Si trova nella Nube Interstellare Locale.

© Riproduzione riservata
A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina