Namlu’u: La “prima razza umana gigante” che ha abitato la Terra

In tutti i miti si parla di un’umanità antica e primordiale e di un’età dell’oro fiorita innumerevoli volte fa, ei Namlu’u erano quell’umanità.

Namlu'u

I Namlu’u

I Namlu’u erano una gigantesca razza androgina alta circa quattro metri, di natura femminile, con corpi snelli e un cranio allungato, con pelle scura così come i loro occhi, neri e profondi, che riflettevano l’Universo dei Khaa.

Sprigionavano incredibile saggezza, compassione e amore, i loro capelli erano del colore del fuoco stesso. La sua genetica era stata apportata da diverse razze stellari, ma soprattutto aveva prevalso quella della stessa Regina di Orione.

Il fuoco della Dea e l’essenza del Khaa scorrevano nelle loro vene, essendo veramente divini, erano esseri multidimensionali e i loro corpi semi-eterici consentivano loro di materializzarsi e smaterializzarsi a piacimento attraverso l’uso del Merkaba, il Campo di Luce individuale.

Il termine Merkaba significa “Carro” in ebraico, ma questa parola può anche essere tradotta in egiziano, come “Legame tra Anima e Spirito”.

Il termine Namlú’u fu usato dagli “dei” e dai Sumeri per designare questa Umanità Primordiale.

Più tardi, il termine fu usato per riferirsi ai Sumeri, che furono i primi esseri umani in Mesopotamia, coloro che furono in contatto con gli “dei”.

La partenza dei Namlu’u dalla nostra dimensione è stata programmata con l’arrivo degli Anunna sulla Terra.

I Namlu’u sono esseri che raccolgono abilità non comuni. Sono stati creati “tutto in una volta” dai Kadištu, che hanno seminato la vita su questo pianeta. Erano, per così dire, i Custodi della Terra.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Resources

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

5K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina