Stonehenge: le immagini che non hanno mai voluto farti vedere | Ufo e Alieni
Sab. Lug 13th, 2024

Stonehenge, un antico monumento che ogni anno attrae milioni di turisti, cela molti segreti. Uno dei meno noti è che le pietre erette che vediamo oggi risalgono a meno di 50 anni fa, a seguito di numerosi restauri succedutisi per oltre un secolo.

Costruzione di Stonehenge

Secondo quanto conosciamo su Stonehenge, l’incredibile complesso in pietra situato nel Wiltshire, in Inghilterra, è stato costruito, secondo gli archeologi, tra il 3000 a.C. e il 2000 a.C.

La datazione al radiocarbonio del 2008 ha suggerito che le prime pietre sono state erette tra il 2400 e il 2200 a.C., mentre un’altra teoria propone che i monoliti potrebbero essere stati innalzati sul sito già nel 3000 a.C.

Stonehenge oggi
Stonehenge oggi

Secondo un nuovo studio condotto da archeologi e geologi della University College di Londra (UCL), le pietre di Stonehenge sono originarie delle colline Preseli Hills, Pembrokeshire, 225 chilometri dal sito più enigmatico e antico sul Pianeta: Stonehenge.

I ricercatori fin dal 1920 credevano che le pietre provenissero dalle colline Preseli, ma in realtà non hanno mai saputo il luogo esatto da cui le pietre sono state estratte. Questo aggiunge mistero a come un’antica civiltà umana sia riuscita a trasportare questi massi, mettendo in discussione l’età del monumento.

Ulteriori ipotesi sulla costruzione di Stonehenge

Le antiche pietre estratte datano tra il 3400 a.C. e il 3200 a.C., mentre il monumento, secondo gli studiosi tradizionali, è stato costruito intorno al 2900 a.C. Questo significherebbe che l’antico monumento potrebbe essere, in realtà, di 500 anni più vecchio di quanto si pensasse.

Mentre molti dettagli sono emersi negli ultimi anni, molte persone non sanno che Stonehenge, così come lo vediamo oggi, è stato effettivamente ricostruito più volte, e decine di immagini dimostrano che i menhir che vediamo risalgono a meno di 50 anni fa.

Come ha fatto notare indymedia.org.uk, tra il 1901 e il 1964, la maggior parte dei cerchi di pietre sono stati restaurati in una serie di interventi che, nelle parole di un archeologo, li hanno resi “un prodotto del patrimonio industriale del 20° secolo”.

Purtroppo, il monumento che vediamo oggi è stato ricostruito nel lontano 1901, quando il processo di restauro ha causato grande indignazione, anche se raramente è stata menzionata nelle guide ufficiali.

William Gowland ha supervisionato il primo grande restauro del monumento, che ha coinvolto il raddrizzamento e l’ancoraggio in calcestruzzo del sarsen numero 56, che era in pericolo di caduta. Nel raddrizzare la pietra, questa è stata spostata di circa mezzo metro dalla sua posizione originale.

Stonehenge 1901
Stonehenge 1901 ai tempi dei primi interventi di restauro di W. Gowland

Nel 1920, durante il restauro, William Hawley scavò nei pressi di Old Sarum e successivamente alla base di sei pietre, compreso il fossato esterno. Richard Atkinson, Stuart Piggott e John FS Stone riscavarono gran parte del lavoro di Hawley negli anni ’40 e ’50, scoprendo assi scolpiti e pugnali sulle pietre Sarsen.

Nel 1958 le pietre furono nuovamente restaurate, quando tre dei sarsen eretti furono rialzati e fissati su basi solide. L’ultimo restauro fu effettuato nel 1963, dopo la caduta della pietra 23 del cerchio Sarsen.

Christopher Chippindale, un archivista archeologico dell’università di Cambridge e autore principale di Stonehenge ha detto: “Non molto di ciò che vediamo oggi a Stonehenge è rimasto intatto“.

Brian Edwards, uno studente di ricerca in storia, ha recentemente rivelato che il monumento vicino ad Avebury era stato completamente ricostruito. Ha trovato rare immagini di Stonehenge in fase di restauro.

Ha detto: “Sembra che Stonehenge sia stato purificato storicamente. È stato tenuto all’oscuro per molto tempo sui lavori di restauro fatti a Stonehenge. Sono stupito da quante poche persone conoscano la verità“.

Dal 1901 al 1964 la maggior parte del grande cerchio di pietre è stata restaurata attraverso una serie di interventi, ma questa è un’informazione che viene spesso tenuta nascosta nei libri di storia, nelle guide turistiche e sulle pagine internet.

Fotografie degli interventi di restauro a Stonehenge nel corso degli anni

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Riferimenti

  • Aboutstonehenge.info è un sito web che fornisce informazioni dettagliate su Stonehenge. Il sito copre una vasta gamma di argomenti legati a questo celebre monumento preistorico, tra cui la sua storia, l’architettura, le teorie sul suo scopo e molto altro ancora. È una risorsa utile per coloro che desiderano approfondire la loro conoscenza su Stonehenge e scoprire nuovi dettagli affascinanti su questo antico sito.
  • English Heritage – Stonehenge Il sito web di English Heritage offre una pagina dedicata a Stonehenge, uno dei monumenti preistorici più celebri al mondo. Puoi trovare informazioni dettagliate su Stonehenge, inclusa la sua storia, la sua architettura e il suo significato culturale. Il sito fornisce anche dettagli pratici per la visita, come orari di apertura, prezzi dei biglietti e indicazioni per raggiungere il sito. È una risorsa essenziale per coloro che desiderano esplorare e comprendere meglio questo affascinante sito storico.

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina