Astronomi captano segnale radio misterioso da esopianeta | Ufo e Alieni
Ven. Apr 19th, 2024

Gli astrofisici hanno individuato un segnale radio ricorrente proveniente da un pianeta extrasolare e dalla stella che orbita, entrambi ubicati a 12 anni luce dalla Terra. Il segnale indica che il pianeta, delle dimensioni della Terra, potrebbe avere un campo magnetico e forse anche un’atmosfera.

Il campo magnetico terrestre difende l’atmosfera del pianeta, necessaria per la sopravvivenza della vita, deviando particelle energetiche e plasma emessi dal sole. Scoprire atmosfere attorno ai pianeti situati fuori dal nostro sistema solare potrebbe suggerire l’esistenza di altri mondi con potenziale capacità di ospitare la vita.

esopianeta

Gli studiosi hanno osservato intense onde radio provenienti dalla stella YZ Ceti e dal pianeta extrasolare roccioso che le orbita attorno, denominato YZ Ceti b, durante le osservazioni con i telescopi Karl G. Jansky Very Large Array nel New Mexico. Gli scienziati ritengono che il segnale radio sia stato generato dalle interazioni tra il campo magnetico del pianeta e la stella.

Una ricerca che dettaglia i risultati è stata pubblicata lunedì sulla rivista Nature Astronomy.

Sorpresa cosmica: segnale radio inaspettato da un esopianeta

Abbiamo osservato l’esplosione iniziale ed è stata spettacolare“, ha affermato in una dichiarazione l’autore principale dello studio Sebastian Pineda, astrofisico ricercatore presso l’Università del Colorado Boulder. “Quando l’abbiamo esaminato nuovamente, è stato molto indicativo che, OK, forse abbiamo davvero scoperto qualcosa qui.

I campi magnetici possono proteggere l’atmosfera di un pianeta dall’erosione e dalla riduzione nel tempo a causa delle particelle liberate dalla stella e dal suo bombardamento, ha detto Pineda.

Quanto sono forti le onde radio

Per essere rilevate sulla Terra, le onde radio devono essere molto intense, hanno spiegato i ricercatori.

Se un pianeta conserva o meno un’atmosfera può dipendere dal fatto che il pianeta possieda o meno un campo magnetico potente“, ha affermato Pineda.

Quello che stiamo facendo è cercare un modo per osservarli“, ha dichiarato in una dichiarazione il coautore dello studio Jackie Villadsen, assistente professore di fisica e astronomia alla Bucknell University in Pennsylvania.

Stiamo cercando pianeti molto vicini alle loro stelle e di dimensioni paragonabili alla Terra“, ha detto. “Questi pianeti sono troppo vicini alle loro stelle per essere un luogo in cui potresti vivere, ma poiché sono così vicini, il pianeta sta in qualche modo attraversando una massa di materiale proveniente dalla stella. Se il pianeta ha un campo magnetico e attraversa una quantità sufficiente di materiale stellare, provocherà l’emissione di intense onde radio dalla stella”.

YZ Ceti b impiega solo due giorni terrestri per completare un’orbita attorno alla sua stella. Nel frattempo, l’orbita più breve nel nostro sistema solare è quella del pianeta Mercurio, che impiega 88 giorni terrestri per orbitare attorno al sole.

Mentre YZ Ceti b orbita intorno alla sua stella, il plasma della stella si scontra con il campo magnetico del pianeta, rimbalza e interagisce con il campo magnetico della stella. Tutte queste reazioni energetiche producono e rilasciano intense onde radio rilevabili sulla Terra.

I ricercatori hanno analizzato le onde radio rilevate per determinare la forza del campo magnetico del pianeta.

Questo ci sta fornendo nuove informazioni sull’ambiente circostante le stelle“, ha affermato Pineda. “Questo concetto è ciò che chiamiamo ‘clima spaziale extrasolare’“.

Nel nostro sistema solare, l’attività solare può generare meteorologia spaziale che influisce sulla Terra. Le eruzioni energetiche del sole possono disturbare i satelliti e le comunicazioni globali e causare spettacolari giochi di luci vicino ai poli terrestri, come l’aurora boreale o l’aurora australe.

Gli scienziati ipotizzano che anche le interazioni tra YZ Ceti e il suo pianeta generino un’aurora, ma questo fenomeno luminoso si verifica in realtà sulla stella.

In realtà stiamo osservando l’aurora sulla stella – ecco cos’è questa emissione radio“, ha affermato Pineda. “Dovrebbe esserci anche un’aurora sul pianeta se ha una sua atmosfera.

Candidato pianeta extrasolare roccioso.

Gli studiosi ritengono che YZ Ceti b sia il miglior candidato individuato finora per un pianeta extrasolare roccioso con un campo magnetico.

Questo potrebbe essere plausibile“, ha detto Villadsen. “Ma penso che ci vorrà molto lavoro di follow-up prima che si ottenga una conferma realmente solida delle onde radio causate da un pianeta.

Nuovi radiotelescopi che entreranno in funzione in questo decennio potrebbero aiutare gli astronomi a rilevare più segnali che indicano la presenza di campi magnetici, hanno affermato i ricercatori.

La ricerca di mondi potenzialmente abitabili o in grado di ospitare la vita in altri sistemi solari dipende in parte dalla capacità di determinare se i pianeti extrasolari rocciosi simili alla Terra possiedano effettivamente campi magnetici“, ha dichiarato Joe Pesce, direttore del programma per il National Radio Astronomy Observatory, in una dichiarazione.

Questa ricerca mostra non solo che questo particolare pianeta extrasolare roccioso ha probabilmente un campo magnetico, ma fornisce anche un metodo promettente per trovarne altri.

© Riproduzione riservata
A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina