Gli "Affamati di Saqqara": ritrovate statue aliene in Egitto? | Ufo e Alieni
Ven. Apr 19th, 2024

Gli “Affamati di Saqqara” Qualcosa di grottesco o meraviglioso? Inutile o senza valore? Un pezzo vecchio o falso? Per più di un decennio si è cercato di stabilire le origini di questa misteriosa scultura.

statue aliene in egitto

L’archeologia è una delle missioni difficili al mondo. Con solo un piccolo osso, un papiro perduto o uno strumento sepolto a pochi metri sotto terra, i ricercatori devono leggere il passato della civiltà umana.

Combinano tutti gli oggetti trovati, come un puzzle, e la storia inizia ad avere un senso.

Tuttavia, a volte scoprono pezzi che non rientrano in nessuna parte della descrizione convenzionale. In quei momenti, il loro lavoro diventa ancora più difficile, perché devono “sbloccare” il posto e il ruolo di quegli oggetti.

Con un’altezza di 67 cm, queste figure calcaree sono molto inquietanti, con teschi allungati, bocche molli e arti piuttosto affusolati. Accovacciati nudi uno di fronte all’altro, uno appoggia la mano sul braccio dell’altro.

Iscrizioni, scritte in una lingua non ancora decifrata, sono state scolpite nella base.

Ma poco si sa delle sue origini, se non che fu portato in Canada per essere inserito in una mostra di oggetti egizi alla Galleria Ars Classica di Montreal dalla famiglia Diniacopoulos, collezionisti di antichità in un’epoca in cui il commercio di tesori antichi era casuale e poco controllato.

Tuttavia, poiché i manufatti di questa spedizione erano legalmente autorizzati all’esportazione, gli esperti della Concordia University, che ha acquisito la scultura nel 1999, ritengono che la statua sia un’autentica antichità e potrebbe provenire da una delle tombe di Saqqara.

statua affamati saqqara

Il Saqqara era il cimitero principale di Menfi, l’antica capitale politica dell’Egitto, nella fertile valle del Nilo.

È un enorme cimitero e molte delle tombe devono ancora essere indagate dagli archeologi, anche se molte hanno subito l’attenzione dei tombaroli sia in tempi antichi che più recenti.

Secondo Clarence Epstein, direttore dei progetti speciali e degli affari culturali della Concordia University, la scultura potrebbe provenire da un’antica tomba egizia e rappresenterebbe “immagini dei conquistati”, persone ridotte in schiavitù da un antico sovrano.

La sua teoria è che provenga da un luogo di sepoltura molto antico o da una tomba risalente a prima che i primi faraoni salissero al potere in Egitto.

Epstein dice che deve avere 4.000 anni o più e questo lo rende una scoperta molto, molto rara. Un altro archeologo ha suggerito che la statua provenisse da una tomba predinastica e potesse essere totalmente falsa.

Tuttavia, il professor George Harrison, del dipartimento di classici di Concordia, dubita che sia così.

Si fingono solo le cose importanti. Hai contraffatto una moneta di Alessandro Magno perché è famoso e qualcuno vuole comprare la mistica. Non puoi fingere qualcosa del genere“, ha detto.

Alcuni sostengono che se la loro origine provenga davvero dalle tombe di Saqqara, queste statue potrebbero sostenere l’esistenza di esseri dalla testa allungata nell’antico Egitto, e molti di loro ricoprivano persino posizioni elevate nella corte faraonica.

Ma si chiedono perché sono stati raffigurati con l’aria smunta come se stessero soffrendo. Per ora, la statua degli “Affamati di Saqqara” rimane un mistero irrisolto.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina