L'”esperienza di premorte” più rivelatrice della storia

Mellen Thomas Benedict è un artista sopravvissuto a un’esperienza di premorte nel 1982. Per un’ora e mezza era ufficialmente morto, e in quel lasso di tempo ha lasciato il suo corpo al tanto atteso incontro con la “Luce”.

Non avrebbe mai pensato che un’esperienza di premorte lo avrebbe portato a scoprire i segreti dell’universo. Lo portarono negli abissi più remoti, nell’aldilà, nel vuoto energetico del nulla dietro il Big Bang. Una delle storie più straordinarie mai raccontate.

L’esperienza di premorte di Mellen Thomas Benedict

Nell’82 Benedict morì di cancro terminale. La diagnosi ha mostrato che non era operabile, né voleva sottoporsi a chemioterapia. Fu informato che aveva solo 6-8 mesi .

Prima di allora, la loro disperazione era stata aggravata dalla crisi nucleare, ecologica e di altro tipo. Sentiva persino che gli umani erano il “cancro” della Terra ed era per questo che era destinato a morire.

Prima della morte clinica, ha provato vari metodi alternativi , senza alcun risultato. Così decise di smettere di curarsi e di lasciare che fosse Dio a decidere, anche se non si considerava mai credente.

Tuttavia, la morte gli fece cercare maggiori informazioni sulla spiritualità e sulle guarigioni alternative. Ha studiato religioni e filosofie, che gli hanno dato la speranza che ci fosse qualcosa dopo la vita.

Non aveva l’assicurazione sanitaria, quindi i suoi risparmi di una vita sono finiti in esami e cliniche. Non volendo trascinare con sé la sua famiglia, decise di gestire tutto da solo.

Finì in un ospizio, ma fortunatamente qualcuno decise di curarlo lì. Lì chiama “Anne” che si prese cura di lui durante l’intero processo.

Intorno alle 4:30, sapeva che era giunto il momento. Ha chiamato alcuni amici per salutarli e ha svegliato Anne. Gli fece promettere che il suo corpo sarebbe rimasto com’è per 6 ore. Questo perché avevo letto molte cose interessanti che accadono quando muori.

Decise di dormire di nuovo e la cosa successiva che ricorda è che era completamente cosciente e in piedi, ma il suo corpo era sul letto. L’oscurità lo circondava, ma vedeva ogni stanza e il soffitto. Poteva anche vedere sotto casa.

Il viaggio nella luce

vita dopo la morte

Apparve una luce brillante e lui si voltò verso di lei. Era simile a quelli che aveva letto sull’esperienza di pre-morte. La luce era meravigliosa e lo chiamava, come quando un bambino vede le braccia di sua madre.

Ma quando avanzò, capì che se fosse entrato in lei sarebbe stata la fine. Non ci sarebbe ritorno. Quindi voleva che aspettasse un momento perché voleva parlare con “lei” prima di continuare.

Quindi tutto si fermò e lì capì che questa esperienza controllava tutto. Sapeva dialogare con la luce. Questa era in gradi di trasformarsi in diverse figure, personaggi e simboli, quindi ha deciso di chiedere cosa stesse succedendo.

La luce ha spiegato che le nostre convinzioni modellano il tipo di senno di poi che riceviamo. Se una persona è buddista, cattolica o fondamentalista, il suo feedback sulle immagini sarà familiare.

Sono diventato consapevole di una matrice del Sé Superiore, un canale verso la Sorgente. Ogni persona ha un Sé Superiore o una parte sovra-anima del suo essere.

Tutti i Sé Superiori sono connessi come un essere, tutti gli esseri umani sono connessi. Era qualcosa di simile all’amore che si desidera sempre, ed era amore curativo e rigenerativo.

Dopodiché, Benedict decise che era pronto, quindi la Luce divenne la cosa più bella che avesse mai visto. Una bella creazione di anime umane.

Per lui, non c’era modo di spiegare come fosse cambiata la sua prospettiva sull’umanità. Fu stupito nel vedere che non c’era il male e che tutto il male era legato all’ignoranza. La Luce ha spiegato che ogni essere umano cerca l’amore e la sua mancanza è ciò che lo distorce.

Non siamo soli nell’universo

Le rivelazioni sono continuate, la Luce ha spiegato che ogni persona può salvarsi, lo ha sempre fatto e continuerà a farlo. Ha detto che ogni persona è stata creata con il potere di farlo. Così si rese conto di essere già salvo.

«Oh amato Dio, amato Universo, amato Grande Sé, amo la mia Vita»

Dopo aver esclamato quelle parole, la Luce sembrò assorbirlo. Entrò in un regno più profondo e percepì un enorme flusso di Luce. Questo era il Fiume della Vita e doveva berne finché non fosse soddisfatto.

Fu immediatamente spinto fuori dal mondo sul fiume della vita. Vide come tutte le stelle passavano intorno a lui, assorbendo la loro conoscenza.

Così apprese che l’Universo pullula di vita scoprendo che non siamo soli.

Così apparve un’altra Luce e quando vi entrò, percepì l’infinito. Ero nel Vuoto, la pre-Creazione, l’ inizio del Tempo.

Riposò nell’Occhio della Creazione e sembrò toccare il Volto di Dio. Ma questo non era un sentimento religioso, sentiva semplicemente di essere tutt’uno con la vita e la coscienza assoluta.

Poi sentì la Luce inspirarlo di nuovo, sentendo che la morte non esisteva. Che niente nasce e niente muore, che siamo esseri immortali. Siamo parte di un sistema vivente naturale che si ricicla all’infinito.

Sentivo che non ero niente e che tutto allo stesso tempo. La creazione è Dio che esplora il Sé di Dio in ogni modo immaginabile.

Ritorno alla vita

Premorte sintomi

Non gli hanno mai detto che sarebbe tornato, sapeva solo che l’avrebbe fatto. Era una cosa naturale, dopo tutto quello che vide. Quando iniziò il suo ritorno al ciclo vitale, non gli passò mai per la mente né gli fu detto che sarebbe tornato nello stesso corpo. Non importava davvero. Si fidava del processo della vita.

Quando il fiume si fuse con la Luce, chiese di non dimenticare mai le rivelazioni e i sentimenti che aveva appreso e provato. Pensava di nuovo come un essere umano ed era felice di esserlo. Capì che essere uno è una benedizione.

Molti credono che essere la parte umana di questa esperienza sia una cosa magnifica. Ognuno di noi, non importa dove ci troviamo, sfortunatamente o no, è una benedizione per il pianeta. Quindi ha attraversato il processo di reincarnazione, aspettandosi di essere un bambino da qualche parte.

Tuttavia, si è reincarnato nel suo corpo. Fu così sorpreso quando aprì gli occhi; era nella stessa stanza, con qualcuno che lo guardava e piangeva. Era Anne, che lo aveva trovato mezz’ora prima.

Anne ha rispettato il suo desiderio di lasciare in pace il corpo recentemente scomparso. Poteva verificare che fosse davvero morto. Non è stata una morte clinica, quindi crede che io sperimenti la morte stessa per almeno mezz’ora.

Quando si svegliò era confuso. Vide la luce fuori e cercò di avvicinarsi, ma cadde dal letto. Anne sentì subito bussare e corse da Mellen.

Quando si riprese, ricordò con ammirazione tutto ciò che era accaduto. Sebbene all’inizio fosse difficile per lui ricordare, pensò di sognare. Era difficile per lui credere di essere vivo.

Dopo 3 giorni è tornato alla normalità. Era più lucido, anche se sentiva di non essere lo stesso. I ricordi del viaggio tornarono più tardi e dal suo ritorno non riuscì a trovare nulla che non andasse in nessuno.

Lezioni apprese dall’esperienza di premorte

3 mesi dopo, un amico gli disse che si sarebbe dovuto sottoporsi a screening per il cancro. Così fecero tutti i controlli, anche se si sentiva in perfetta salute. Ricordava come il dottore vedeva gli esami precedenti, confrontandoli con quelli attuali e non credeva ai suoi occhi. Non c’era alcun segno di cancro.

Durante la sua esperienza di premorte, capì che la religione delle persone non aveva importanza. L’unica cosa che contava era la fede.

Ha capito che siamo noi a dover dare importanza, perché è quello che ci interessa. Alla Fonte non importa della religione, ognuno è un riflesso del tutto.

Le religioni separate non sono la fine, ma il vivere e il lasciar vivere. Ognuno ha una visione diversa e tutti si sommano al quadro più ampio.

Assicura che è andato dall’altra parte con una serie di paure e che è tornato amando ognuno di quei problemi . Questo è il dono sacro che hai ricevuto nella tua esperienza.

Benedict assicura che, dalla sua esperienza di premorte, ha potuto sperimentare spontaneamente la Luce attraverso la meditazione.

Ciascuno potrebbe farlo senza morire, poiché ad esso siamo collegati. Il corpo è l’essere di Luce più magnifico che esista. Senza dubbio, una storia magnifica che potrebbe aprire loro gli occhi o, almeno, mostrarci una prospettiva diversa di un’esperienza di premorte.

A cura di Ufoalieni.it


Resources  Fonte

𝐂𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨, 𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐮𝐧𝐚 𝐦𝐚𝐧𝐨. 𝐌𝐚𝐧𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐨𝐬𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐨𝐬𝐭𝐞𝐧𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐬𝐢𝐭𝐨 𝐰𝐞𝐛. 𝐐𝐮𝐚𝐥𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐚. 𝐅𝐚𝐫𝐚̀ 𝐥𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐚!

loading...
143Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina