Studio scientifico sostiene: la Piramide a tre facce su Marte ha origini artificiali

Marte, il pianeta rosso, ha sempre affascinato l’umanità. Per secoli abbiamo riflettuto sulla possibilità che ci fosse vita su Marte, o la vita sul pianeta rosso è già esistita?

L’Istituto Cydonia per la ricerca marziana ha rilasciato immagini straordinarie di presunte strutture artificiali sulla superficie del pianeta rosso, che ci fanno dubitare di tutto ciò che ci è stato detto su Marte in passato.

Dalle strutture piramidali alle forme enigmatiche sulla superficie marziana che alludono a un possibile disegno intelligente, Marte potrebbe essere stata la dimora di una civiltà avanzata miliardi di anni fa.

L’ultima scoperta è stata presentata dall’investigatore fondatore, George Haas, e dal geoscienziato Bill Saunders che ha parlato delle strutture artificiali e di come i ricercatori SETI riconoscono le loro scoperte in una recente intervista al talk show radiofonico americano Coast to Coast AM .

Una piramide a tre lati su Marte

piramide a tre facce su marte

Come notato dagli esperti nel loro studio ( qui lo studio lingua originale ) c’è una formazione piramidale a tre lati nella regione di Marte di Candor Chasma.

La formazione è chiaramente visibile in cinque immagini della NASA scattate dalla sonda Mars Global Surveyor (MGS) e Mars Reconnaissance Orbiter (MRO).

Nello studio, Haas, Sunders, Miller e Dale suggeriscono che le immagini di Marte rivelano aspetti che definiscono le formazioni di geometria Reuleaux a tre facce, esponendo una simmetria uniforme nelle sue tre facce triangolari.

piramide a tre facce b

Una piramide su Marte, il risultato di un disegno intelligente?

L’idea che Marte fosse abitata nel lontano passato da civiltà intelligenti ha affascinato l’immaginazione di innumerevoli filosofi nei tempi antichi e gli scienziati nei tempi moderni.

Ora, con l’evolversi della tecnologia e con l’opportunità di esplorare Marte come mai prima d’ora, stiamo assistendo a “strutture” su Marte che mettono in dubbio se siamo o meno soli nell’universo.

Nello studio, un geologo e un geoscienziato esaminano i meccanismi naturali che potrebbero contribuire alla creazione della formazione piramidale, hanno concluso che potrebbe trattarsi di costruzione intelligente.

È stata condotta una vasta ricerca di regioni comparabili all’interno e al di fuori dell’area di Candor Chasma e sono stati proposti per un confronto terrestre.

geometria Reuleaux a tre facce

In effetti, la Piramide indagata dai ricercatori dell’Istituto Cydonia attirò l’attenzione dell’astronomo Carl Sagan, famoso in tutto il mondo, più di 40 anni fa.

Sagan, incuriosito dalla forma della struttura piramidale su Marte, decise di presentare l’immagine alla Royal Institution di Londra durante la sua conferenza di Natale del 1977.

piramide a tre facce su Marte d

Inoltre, Sagan prsentò anche le immagini nel suo libro del 1980 e nella serie televisiva Cosmos in cui fece la seguente osservazione;

“Le più grandi piramidi di Marte hanno una larghezza di base di 3 km e un’altezza di 1 km, quindi sono molto più grandi delle piramidi di Sumer, Egitto e Messico. Con l’antica forma erosa, potrebbero essere piccole colline, sabbiate per secoli, ma hanno bisogno di essere viste da vicino.”

piramide a tre facce su Marte e

I ricercatori concludono il loro studio:

“Sosteniamo che la forma strutturale di questa piramide a tre lati osservata all’interno della regione occidentale di Candor Chasma sia reale e presenti un livello di geometria e simmetria che supporta un’alta probabilità di origini artificiali. 

Raccomandiamo che sia la NASA che il team di immagini dell’Università dell’Arizona dirigano l’attuale veicolo Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) per acquisire immagini aggiuntive di questa anomala superficie . “

A cura di Ufoalieni.it

loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.