Project Blackout: ci sarà un blackout tecnologico globale?

La vita senza il “World Wide Web” sembra quasi inimmaginabile e anche il mondo senza Internet nel 2020 sembra quasi impossibile. Ma cosa succederebbe se avessimo un blackout tecnologico?

Project Blackout

Project Blackout

Negli ultimi anni c’è stata una grande controversia sull’esistenza della vita al di fuori della Terra e sulla portata dell’umanità.

Molti informatori hanno offerto le loro testimonianze e dichiarato di essere molto vicini a dimostrare queste realtà. Corey Goode, o David Wilcock sono alcuni dei nomi legati a programmi segreti e assicurano che una nuova era sta arrivando.

David Wilcock è uno scrittore e ricercatore americano. Dal 2015 è entrato a far parte di Corey Goode per recitare in uno spettacolo su Gaia TV chiamato “Cosmic Disclosure“.

Lì condividono la conoscenza e la devozione alle tecnologie avanzate e affascinano centinaia di migliaia di abbonati, portando le loro storie a tutta l’umanità.

Oltre a questo, David Wilcock ha annunciato alcuni mesi fa che “un blackout di tre giorni senza Internet o telefono potrebbe verificarsi in qualsiasi momento.

Durante questi tre giorni di ‘oscurità’ sarebbe stato chiesto a tutti di non scendere per le strade, a meno che non fosse strettamente necessario, perché sarebbero state effettuate operazioni militari speciali“.

Queste informazioni provengono da quattro fonti militari di alto livello, non collegate tra loro, una delle quali ha altre cinque fonti indipendenti che hanno confermato queste informazioni“.

Project Blackout

Loading...

È probabile che venga utilizzato un sistema di allarme d’emergenza, che non ha nulla a che fare con la rete Internet o con la rete telefonica“.

A quanto pare, durante questi tre giorni di interruzione del telefono, il presidente avrebbe comunicato con la gente attraverso il sistema di emergenza presidenziale “.

È probabile che durante questi tre giorni di oscurità molte delle accuse tenute segrete al pubblico verranno aperte e inizieranno gli arresti di massa“.

David ha detto che “ci sono ancora molte persone che hanno paura e pensano che tutto questo sia una cosa molto incerta, ma quello che accadrà durante quei tre giorni sarà molto eccitante“, secondo lui.

A quel tempo, le più di 150.000 accuse segrete al pubblico depositate nei tribunali federali negli Stati Uniti sarebbero state aperte immediatamente.

Con più di un milione di riservisti e militari per le strade che effettuano arresti di massa“.

Tutte le comunicazioni con il pubblico sarebbero effettuate tramite un sistema di trasmissione di emergenza“.

David Wilcock annunciò di esserne a conoscenza da molto tempo e ne parlò con sua moglie, ma non voleva rivelarlo in quel momento per non avvertire il nemico; inoltre non aveva il permesso di far trapelare questa informazione. Cosa ne pensi?

A cura di Ufoalieni.it

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!