Resti di un vecchio laboratorio extraterrestre scoperto in Cina?

Circa 15 anni fa, i ricercatori cinesi hanno esplorato una struttura antica così insolita che l’ipotesi di un laboratorio extraterrestre è stata rapidamente presa in considerazione.

entrata presunto laboratorio

Le affascinanti rovine sono state scoperte nel remoto deserto che costituisce la maggior parte dell’intersezione tra la provincia cinese del Qinghai e il Tibet. Nel corso della storia, gli umani si sono raramente stabiliti in questa zona difficile e inospitale.

Laboratorio extraterrestre

Sulla cima di una cresta rocciosa chiamata Mt Baigong c’è una rovina a forma di piramide con tre ingressi triangolari. Incastonati nelle pareti e nel pavimento della caverna ci sono centinaia di vecchi tubi di metallo, disposti in quella che sembra essere stata una sofisticata rete fognaria di origini sconosciute.

Utilizzando un processo chiamato datazione della termoluminescenza, gli scienziati sono stati in grado di analizzare la struttura cristallina dei tubi e hanno determinato che erano stati sottoposti a calore estremo circa 140-150.000 anni fa.

i tubi
I tubi
tubo metallico
Un tubo metallico

L’analisi chimica ha rivelato dettagli ancora più strani. I tubi erano stati fusi usando una strana lega composta dal 92% di metalli e minerali comuni come ossido ferrico, biossido di silicio e ossido di calcio, ma contenevano anche l’8% di materiali sconosciuti.

Questa situazione portò i teorici della cospirazione a credere che il Monte Baigong fosse stato visitato in passato da una razza extraterrestre avanzata, probabilmente proveniente da Marte. Gli scienziati cinesi si sono chiesti perché i tubi entrassero nell’acqua salata quando un altro lago d’acqua dolce era ancora più vicino alla piramide.

Perché la necessità di acqua che contenga una percentuale maggiore di cloruro di sodio?

I più recenti ricercatori che hanno esaminato le tubature ritengono che i fenomeni metallici siano in realtà calchi di radici di alberi fossilizzati, i tubi arrugginiti sono il risultato di radici di alberi che hanno subito i processi di pedogenesi (il processo che forma i suoli) e la diagenesi (trasformazione del suolo in roccia). Ulteriori esperimenti hanno confermato che i tubi contengono materiale vegetale organico e persino anelli microscopici di alberi. Un tempo traboccante da un lago spento portò queste radici dove si trovano ora.

Quindi, sebbene non facciano parte di un sistema fognario alieno, i tubi sono la prova della capacità della Terra di creare oggetti strani e straordinari.

Loading...

Qualunque sia la verità dietro questa scoperta sconcertante, una cosa è certa: non sembra adattarsi a nessuno dei nostri libri di testo tradizionali …

A cura di Ufoalieni.it

loading...
Loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.