Un buco nero nel Pacifico? «Il luogo misterioso di Google Maps»

Utilizzando questo utile strumento del colosso della tecnologia, noto come Google Maps, un utente ha catturato un “buco nero” nel Pacifico.

buco nero misterioso nel mare

L’immagine di un buco nero nel mare è diventata rapidamente virale dopo che un utente l’ha postata su Reddit.

L’ aspetto misterioso e strano, hanno portato a innumerevoli ipotesi e supposizioni da parte di teorici e utenti curiosi che sono riusciti a vederlo.

Il «buco nero» dell’isola catturato con Google Maps

La pubblicazione dell’immagine è avvenuta senza coordinate, il che ha ulteriormente motivato le polemiche. Gli utenti volevano conoscere l’origine dell'”isola”, soprattutto per sapere se il suo strano aspetto fosse un effetto ottico o, anzi, lo è.

Dopo ulteriori ricerche effettuate da altri utenti, sono state ottenute le coordinate esatte del buco nero. In questo modo, hanno concluso che la cosa più coerente è che si trattava di un effetto ottico.

Tuttavia, ci sono ancora molte teorie ben supportate che continuano a essere discusse in diversi forum su Internet.

L’immagine mostra una formazione geologica, dalla forma simile a quella di un triangolo isoscele, circondata dal blu intenso dell’Oceano Pacifico.

Il profilo dell’isola ha un colore bianco che potrebbe essere la schiuma dell’acqua. Tuttavia, il resto è totalmente oscuro, come se fosse un buco nero.

In effetti, molti sono arrivati ​​al punto di affermare che si trattava di un buco, anche se altri hanno cercato di essere più coerenti e hanno teorizzato che fosse un vulcano sotterraneo e che l’oscurità fosse causata da rocce ignee.

Un altro utente ha affermato che “non c’era dubbio” che fosse un ingresso alla Terra Cava. Riferendosi a civiltà intraterrestri che potrebbero abitare il centro della Terra. Arrivarono persino ad associarlo al Triangolo delle Bermuda.

buco nero misterioso nel mare 2

Una cospirazione?

Un’altra teoria che è diventata piuttosto popolare è che si trattasse di una distorsione fatta da Google per nascondere ciò che esisteva all’interno dell’isola.

Un utente ha condotto un’indagine GeoEye e ha scoperto che si trattava effettivamente di un’immagine distorta di un’isola abbandonata del Pacifico.

Quest’isola fa parte del territorio di Kiribati, si chiama Vostok ed è formata da isole coralline e da una serie di atolli. Il suo nome deriva dalla persona che l’ha scoperto; l’esploratore russo Fabian Gottlieb von Bellingshausen, nel 1820.

Attualmente è l’habitat ideale per un gran numero di specie di uccelli marini, motivo per cui è protetto come un santuario. Non c’è traccia che sia stata abitata da esseri umani. Anche i polinesiani l’hanno trascurato.

Si dice che fosse usato dagli inglesi solo per estrarre la polpa di cocco essiccata e che gli scienziati americani ne studiassero brevemente la flora e la fauna.

La comunità scientifica che studia i cambiamenti climatici ha preso Kiribati e le sue isole come sito di interesse. Questo perché è considerato il primo paese che potrebbe scomparire se il livello del mare si alzasse a causa dello scioglimento dei ghiacciai, a causa del riscaldamento globale.

Tutte queste informazioni sembrano abbastanza coerenti e scientificamente corrette… tuttavia, perché Google le ha distorte dandogli quell’aspetto di buco nero? Sta nascondendo qualcosa perché vuole che noi non vediamo?

 

VEDI ANCHE ▶ Ars Notoria: la Chiave di Salomone che insegna capacità sovrumane

A cura di Ufoalieni.it

300Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.