Una “sorprendente anomalia” scoperta in Antartide 3 miglia sotto il ghiaccio

I ricercatori in Antartide hanno scoperto una “sorprendente anomalia magnetica” a tre miglia sotto il ghiaccio durante un sorvolo del continente.

La scoperta è stata fatta vicino alla stazione di ricerca scientifica russa nell’Antartide orientale. Negli anni ’90, gli scienziati hanno scavato in quest’area per scoprire quello che è noto come Lago Vostok.

Anomalia magnetica sotto il lago

ghiaccio

Ma il loro lavoro si è fermato poco prima di raggiungere l’acqua, a causa delle preoccupazioni per il deterioramento di quello che potrebbe essere un ecosistema “incontaminato“, lasciando una serie di domande senza risposta.

Il narratore David Taylor ha dichiarato: “Negli anni ’70, attraverso il radar aereo, la Russia iniziò a sospettare di aver inavvertitamente costruito la propria base sulla punta di un grande lago subglaciale.

“Negli anni successivi alla mappatura radar orbitale, combinata con misurazioni sismologiche di superficie, ha confermato che il lago Vostok, sotto due miglia di ghiaccio solido, è il più grande lago scoperto negli ultimi 100 anni.

“Circa le dimensioni del lago Ontario, ma in alcuni punti molto più profondo, oltre 3000 piedi e circa quattro volte il volume.

“Il lago, che è ancora liquido e non ghiacciato, è rimasto isolato sotto le calotte glaciali da 13.000 a 14 milioni di anni, a seconda di chi parli.

“L’acqua del lago, determinata dalle scansioni termiche della superficie, varia da 10°C a 18°C, il che indica chiaramente una fonte di calore sotterranea”.

Il signor Taylor ha continuato a descrivere esattamente ciò che hanno trovato nel foro praticato.

anomalia sotto il lago ghiacciato

“Inoltre, l’intero lago è coperto da una cupola d’aria inclinata alta diverse migliaia di piedi che è formata dall’acqua calda che scioglie il ghiaccio sovrapposto appena sopra la superficie del lago.

“Campioni prelevati dai russi hanno rivelato la presenza di microbi, nutrienti e vari gas come il metano incorporati nell’acqua limpida del lago ghiacciato appena sopra la cupola.

“Tali elementi sono segni tipici dei processi biologici, il lago ha quindi tutti gli ingredienti di un’incredibile scoperta scientifica: un ecosistema completamente isolato, acqua, calore, gas respirati e attività biologica attuale.

Quando l’effettiva portata e composizione del lago sono diventate evidenti, la NASA ha iniziato a considerarlo un banco di prova ideale per i loro piani di perforazione del ghiaccio e di ricerca negli oceani della luna Europa di Giove.

La missione è stata annullata per problemi di contaminazione ambientale, ma le scansioni dell’area da allora hanno rivelato qualcosa di più sconcertante.

Taylor ha spiegato: “Un team di scienziati della Columbia University, lavorando sotto gli auspici della National Science Foundation, ha iniziato una serie senza precedenti di rilevamenti aerei a bassa quota sul lago Vostok,  progettati per mappare l’attività magnetica gravitazionale e termica sotto il ghiaccio.

Nel farlo, hanno fatto una scoperta incredibile.

“È stata scoperta un’enorme anomalia magnetica che copre l’intera porzione sud-orientale della riva del lago. Questa notevole anomalia non può essere stata causata da processi naturali”.

VEDI ANCHE▶ Nüwa: la “prima città sostenibile” per 250.000 persone su Marte

A cura di Ufoalieni.it

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

132Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina