Gli “Astronauti del Terzo Reich” hanno viaggiato nel tempo: dal 1943 al 1990

La seconda guerra mondiale è l’evento più terribile nella storia dell’umanità. Tuttavia, va notato che è stata la scatola di esca a servire in gran parte il progresso tecnico del 20° secolo.

Astronauti del Terzo Reich

Gli “Astronauti del Terzo Reich

Non importa quanto siamo disgustati da tutti i misfatti, il desiderio di diventare i primi in vari settori ha notevolmente accelerato lo sviluppo, inclusa l’industria spaziale.

Pochi lo sanno, ma gli ex specialisti nazisti hanno aiutato gli Stati Uniti a sviluppare la scienza spaziale e lo sviluppo militare. I progetti segreti del Terzo Reich erano sull’orlo della fantascienza.

Già nel 1939 fu effettuato il primo volo con equipaggio di un veicolo spaziale basato sul V-2. Tuttavia, i primi test fallirono. Il dispositivo esplose al momento del lancio.

Tre mesi dopo, ci riprovarono. Questa volta, il razzo fu in grado di raggiungere un’altezza di 45 chilometri, da dove due piloti si sono paracadutati.

Un’operazione simile fu eseguita altre 3 volte nel 1940 e nel 1941, e ogni volta con successo! I piloti tornarono con il paracadute e finalmente, nel 1943, fu compiuto il segreto e più grande tentativo nazista.

Secondo le cronache estratte dagli archivi segreti dell’SD, la testimonianza è inequivocabile: seguendo le istruzioni personali di Adolf Hitler, tre dei migliori piloti della Luftwaffe furono accuratamente selezionati per i voli spaziali.

La formazione è stata svolta nel più stretto segreto per circa un anno, con la partecipazione dei migliori specialisti provenienti dalla Germania e dall’Europa.

Ci sono anche prove che prima del lancio del razzo nello spazio, un telegramma di benvenuto di Hitler arrivò alla base di Peenemünde, in cui esprimeva la sua gratitudine ai tre piloti che erano disposti a sacrificarsi in nome della gloria del Terzo Reich.

Un razzo a due stadi progettato per questi tre piloti è stato costruito nella fabbrica di razzi sotterranei Mittelwerk. Il suo lancio era previsto per il 1944, ma a causa del punto di svolta della guerra, il termine fu notevolmente ridotto.

Nonostante ciò, tre ufficiali militari, Holz Sigmar, Heinrich Voll e Schultz Feinberg, hanno effettuato un volo di successo nella prima navicella spaziale artificiale.

Non ci si potrebbe credere se non fosse per i documenti ottenuti. Nel 1944, vicino allo stabilimento di Mittelwerk, le truppe sovietiche catturarono ed esplorarono ulteriormente una struttura strategica.

Il fatto è che oltre alla costruzione di veicoli spaziali, questo impianto era impegnato nella creazione di una bomba atomica e proiettili a V. A metà degli anni ’70, i documenti ottenuti furono declassificati.

Si scopre che oltre al programma spaziale per mettere le persone in orbita, era prevista la costruzione di un’arma orbitale, che sarebbe stata uno specchio focalizzabile. Il suo compito era concentrare l’energia solare per il successivo incendio di intere città.

I disegni di quest’arma sono ancora solo disegni, per rendere realtà tali armi destinate a minacciare l’esistenza dell’umanità. Esplosioni di energia del Sole, concentrate in un raggio di energia, potrebbero perforare il nostro pianeta, violando l’integrità del mantello terrestre.

Ma la cosa più sorprendente di questa storia è che tutti e tre gli astronauti sono sopravvissuti! Tuttavia, sono tornati sulla Terra, dopo 47 anni!

Nel 1990, nell’Oceano Atlantico, un cacciatorpediniere americano notò un oggetto insolito sulla superficie dell’acqua. All’interno della capsula c’erano tre persone con abiti strani, che ricordavano vagamente l’attrezzatura da sub con diversi strati di pellicola e isolamento termico.

ufo nazista

Mentre erano sulla terraferma, tutti e tre i membri dell’equipaggio tornarono in sé. Sono stati immediatamente inviati in un centro speciale per lo studio dello spazio vicino alla Terra, dove sono stati sottoposti a un controllo approfondito.

Si è scoperto che tutti e tre gli astronauti erano sani e si sentivano bene. Naturalmente, per loro, il ritorno sulla Terra è stato uno shock, soprattutto quando hanno scoperto di essere stati lanciati nello spazio quasi mezzo secolo fa. Questo può essere paragonato solo alla “risurrezione dai morti”.

Si sono rivelati tedeschi ma non avevano documenti con loro. Sulla capsula stessa c’era un’immagine sbiadita dello stemma della Luftwaffe. Sebbene all’inizio i tedeschi fossero riluttanti a rispondere a tutte le domande, alla fine furono costretti a parlare.

Holtz Sigmar e Heinrich Voll hanno affermato che dopo essere entrati nell’orbita terrestre, si è verificato un guasto e il compartimento con Schultz Fenberg è stato depressurizzato. La sua stessa capsula era autonoma, ma a causa di un errore di controllo, era in uno stato di perdita di controllo.

Il suo viaggio è stato fondamentalmente una caduta libera. Il terzo giorno, gli uomini erano esausti e si addormentarono.

Si sono svegliati quando hanno sentito un forte ronzio nelle loro orecchie. Un lampo verde è apparso davanti ai loro occhi, che si sono trasformati in un tunnel, e la capsula con gli astronauti è stata letteralmente risucchiata all’interno.

Dopo aver volato per diversi minuti, si sono trovati nel mezzo di un paesaggio desertico. La sabbia era rosso-arancio, c’erano due soli in cielo. Non ricordavano nient’altro.

Come i piloti tedeschi siano finiti sulla Terra e perché non siano invecchiati dopo 47 anni nello spazio è un mistero. La cosa più sorprendente è che, secondo i documenti, tre persone con questi nomi erano effettivamente nella lista della Luftwaffe e tutte e tre “sono morte mentre svolgevano una missione segreta“.

Ma le stranezze incredibili non finiscono qui. I marinai del cacciatorpediniere americano, che hanno scoperto gli astronauti tedeschi nella vastità dell’oceano, non hanno trovato né acqua né cibo nella loro capsula spaziale! Pertanto, si può solo immaginare cosa hanno mangiato per 47 anni!

Dopo il ritorno sulla Terra, gli astronauti iniziarono a invecchiare rapidamente. Già nel 2000 sopravvisse solo Heinrich Voll. È stato ripetutamente messo in uno stato di ipnosi regressiva, dove ha ripetuto la sua storia in dettaglio. Non è stato possibile trovare ulteriori informazioni, come se nulla gli fosse successo prima del volo e dopo.

Nel 2004 se ne andò anche lui. Al momento del suo arrivo nel 1990, aveva l’aspetto del 1943: un pilota di 36 anni nel pieno della sua vita. È morto vecchio, il suo corpo è invecchiato di mezzo secolo durante i suoi 10 anni negli Stati Uniti.

Tutta questa storia è satura di misticismo. Gli astronauti di altri paesi erano senza precedenti con movimenti simili nello spazio e nel tempo. Dove sono finiti i tedeschi? Come sono riusciti a sopravvivere?

Secondo i rapporti americani, la capsula tedesca non poteva proteggere i piloti dalle radiazioni cosmiche ed è generalmente dubbioso che questo sviluppo sia stato lanciato in orbita. Ma gli strani segni, l’invecchiamento accelerato e, appunto, la comparsa di un dispositivo basato sul V-2 con lo stemma della Luftwaffe nel 1990 non possono essere attribuiti a falsi.

Come diventa chiaro, la domanda su quale fosse la loro missione sta diventando sempre più importante e rilevante, perché la domanda su dove sia stata la capsula con gli astronauti nazisti per tutti questi lunghi anni e perché sembrava che fossero stati inviati nello spazio solo il giorno prima di essere giocato.

Ahnenerbe

Nel caso in cui (diciamo per un minuto) la capsula fosse in orbita vicino alla Terra e gli astronauti nazisti fossero in animazione sospesa, potrebbero essere stati davvero in animazione sospesa?

È noto che “Ahnenerbe” ha svolto lavori su larga scala in questa direzione. Sono stati condotti esperimenti sui prigionieri e sono stati sperimentati diversi metodi contemporaneamente. Ciò che è stato effettivamente ottenuto è che questi dati vengono ora accuratamente nascosti da tutti gli stati del mondo, nelle cui mani è caduto almeno un po’ di materiale su di essi.

sv terzo reich

Va da sé che gli esperimenti che possono essere considerati esperimenti di immersione in uno stato di animazione sospesa furono effettuati nell’antico Egitto e furono praticati da lama tibetani.

Secondo i ricercatori, gli ordini segreti, in particolare i fratelli della RosaCroce, hanno avuto un notevole successo in questa direzione. Secondo la tradizione, entrambi potrebbero entrare in animazione sospesa e uscirne a piacimento! Chissà, forse una delle ricette rosacrociane è finita in qualche modo nelle mani di Ahnenerbe.

Pertanto, ci sono una serie di misteri inspiegabili. Il primo è il fatto stesso che il Terzo Reich lanciò gli astronauti:

È oltre l’incredibile”, ha detto Robert J. Huxley, uno dei massimi esperti della NASA, “non potevamo nemmeno immaginare una cosa del genere. Il fatto stesso che i nazisti avessero la tecnologia spaziale durante la guerra sconvolge già tutte le nostre idee, ma il volo di 47 anni deve essere considerato un vero miracolo!

Poi il problema della sopravvivenza di questi tre fantastici astronauti. Ne stavamo parlando. Il problema dell’animazione sospesa, il problema della “scomparsa” della capsula dalle nostre coordinate. Si capiscono, dunque, le parole dell’esperto Nasa: “Non abbiamo ancora alcuna spiegazione di quanto accaduto, abbiamo ricevuto mille domande e praticamente nessuna risposta“.

E questo è ciò che la rivista Discovery ha scritto a riguardo:

Negli Stati Uniti, come sapete, non ci sono quasi segreti, soprattutto dalla stampa insolente, che, all’occorrenza, può penetrare chiunque e ovunque. Quando si è diffusa la voce che gli astronauti tedeschi, in realtà fascisti, erano sotto la sorveglianza e i blocchi della NASA, un’intera corsa di giornalisti e cameraman si è trasferita lì.

Ma dovettero rimanere delusi: a parte una breve dichiarazione ufficiale, la leadership della NASA non ha fornito alcuna informazione. Ai giornalisti non è stato permesso di entrare nel territorio del Centro”.

A proposito, c’è una versione abbastanza convincente che Wernher von Braun sapeva del lancio di tre astronauti, ma non l’ha mai detto a nessuno!

Chissà, forse anche in questo caso è successo qualcosa come un “puntura” nello spazio-tempo. Quindi i tre astronauti nazisti hanno informazioni che è semplicemente impossibile da valutare! Ma può anche accadere che non abbiano informazioni, perché tutto ciò che è successo loro, per così dire, è andato oltre la loro consapevolezza.

Naturalmente, questi tre astronauti nazisti non avrebbero mai potuto essere lanciati dai siti di prova del Terzo Reich e facevano parte del “nostro” mondo!

Possono essere le notizie di un altro mondo, un altro Terzo Reich! Chissà come si svolse lì il successivo sviluppo degli eventi? E Wernher von Braun, per questo motivo, semplicemente non ne sapeva nulla!

Ma lasciamo alla fantascienza lo sviluppo di questo tema (il tema del Terzo Reich parallelo). Diamo un’occhiata ad alcune altre possibilità.

Ad esempio, che i tre astronauti nazisti furono effettivamente lanciati nello spazio per entrare in contatto con “alieni”. Questa possibilità è del tutto esclusa?

Data la connessione del Terzo Reich con i Mahatma, anche questa possibilità non è esclusa. Ma il fattore “gap” spazio-temporale, che non era stato previsto al momento del lancio, potrebbe fungere da scenario completamente diverso. Non quello che avrebbe dovuto essere, secondo la misteriosa “missione hitleriana“.

È impossibile non pensare al fatto che gli astronauti della Luftwaffe raccolti nelle acque dell’Atlantico in realtà non hanno nulla a che fare con il Terzo Reich, anche se loro stessi potrebbero non esserne consapevoli! Com’è possibile?

Ad esempio, gli astronauti tedeschi che furono effettivamente lanciati mezzo secolo fa da Peenemünde furono presto “intercettati” dagli “alieni”.

E poi, dallo studio dei loro organismi, sono state sintetizzate delle repliche, come due gocce d’acqua a loro simili, che, dopo 47 anni, sono apparse davanti agli occhi degli attoniti marinai americani del cacciatorpediniere.

Non c’è una parola su questo in Discovery, ma c’è la seguente frase:

Siamo riusciti solo ad apprendere da uno degli esperti (riferendosi alla Nasa) che lo studio della navicella spaziale tedesca e il rilievo del suo equipaggio possono dare risultati estremamente importanti per lo sviluppo futuro di quest’area. in America, anche in tutto il mondo”.

Inutile dire che è possibile combinare una vera navicella spaziale del Terzo Reich con vere bambole di astronauti nazisti.

Pertanto, la storia dell’esplorazione spaziale da parte del popolo della Terra racchiude molti segreti! Il loro numero non sta diminuendo, ma sta crescendo. Ora questo è incluso nella tua lista: il segreto degli astronauti del Terzo Reich!

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Resources:  Ufospain.es

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

5.8K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “Gli “Astronauti del Terzo Reich” hanno viaggiato nel tempo: dal 1943 al 1990

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina