Doctor Strange: Potremmo davvero vivere in un multiverso? | Ufo e Alieni
Ven. Mag 24th, 2024

Star TrekStranger ThingsSpider-Man: No Way Home – TV e film sono pieni di storie ambientate attorno all’idea che il nostro mondo non sia che una delle tante realtà alternative. Tuttavia, con l’uscita del nuovo film Marvel, Doctor Strange In The Multiverse Of Madness, la teoria è destinata a raggiungere nuove vette di popolarità.

Ma cos’è esattamente il multiverso? C’è del vero nell’idea che in un’ esistenza diversa io sia in realtà un calciatore ricco e bello della Premier League?

Il multiverso deriva dall’idea di base che oltre la grande sfera del nostro Universo osservabile ci sono universi completamente diversi, lontanamente separati dal nostro. Ciò che caratterizza questi universi è oggetto di discussione, ma Richard Bower, professore di cosmologia alla Durham University, cita il lavoro del collega cosmologo Max Tegmark, che ha teorizzato quattro livelli di multiverso.

Il primo, spiega Bower, postula un universo infinito in cui “ogni possibilità che potrebbe accadere accadrebbe”, inclusa un’altra copia della Terra. Il livello due, nel frattempo, ci dà multiversi in cui le leggi fondamentali della fisica sono le stesse, ma le costanti fondamentali differiscono. “La legge di gravità di Newton si indebolirebbe ancora con la distanza”, dice Bower, “ma forse ci sono quattro dimensioni spaziali invece di tre”.

Il livello quattro va ancora oltre, presentando multiversi che hanno leggi della fisica completamente diverse. “Quindi forse ci sarebbe una sorta di matematica di cui non abbiamo idea”, dice Bower. “Potrebbe diventare strano.” I trailer del nuovo film di Doctor Strange suggeriscono un abbraccio di queste versioni più strane del multiverso, con uno scatto che lo mostra intrappolato in una sorta di dimensione cuboide.

Ma, naturalmente, l’iterazione più popolare del multiverso è il livello tre, l’interpretazione dei “molti mondi” della meccanica quantistica. Afferma che ogni scelta provoca una scissione nell’Universo, portando a infinite realtà parallele. Nella cultura popolare, è la teoria alla base dei molteplici Spider-Men in Spider-Man: No Way Home.

Ci sono molte versioni di te, ma tu sei a conoscenza solo di una di quelle versioni“, spiega Bower, che cita il famoso esperimento del gatto di Schrödinger. “Stai vedendo un gatto che è vivo o morto, e non sei in grado di realizzare che esiste una versione di te in cui il gatto è vivo. Sei solo consapevole della versione in cui il gatto è morto.”

Niente di tutto ciò è stato dimostrato, tuttavia. Ci sono teorie secondo cui se un universo vicino si è scontrato con il nostro qualche tempo fa, potrebbe aver lasciato prove sotto forma di punti freddi o caldi sullo sfondo cosmico a microonde (radiazione elettromagnetica lasciata dal Big Bang).

Lo stesso Bower è ottimista sul fatto che i progressi nel calcolo quantistico – che utilizza proprietà della meccanica quantistica come l’entanglement e la sovrapposizione – potrebbero dimostrare la forza dell’interpretazione di molti mondi. Ma al momento, tutto questo è ipotetico. In effetti, molti scienziati credono che il mistero se il multiverso sia reale sia una questione filosofica piuttosto che scientifica.

Non sono del tutto d’accordo con i miei colleghi su questo, perché molti di loro sembrano pensare, ‘Oh, è una questione filosofica, e quindi non possiamo provare ad affrontarla scientificamente‘”, dice Bower.”No, dobbiamo solo essere più creativi su come cerchiamo di trovare modi per testarlo e nuovi modi per interpretare le cose.

Chissà, forse in un altro universo qualcuno ha già capito tutto?

A cura di Ufoalien.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


A proposito del nostro esperto, Prof Richard Bower

Il prof. Richard Bower è professore di cosmologia alla Durham University. Lavora presso l’Institute for Computational Cosmology, creando un universo virtuale con alcuni dei computer più grandi del mondo.

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina