È un enorme “disco volante” precipitato sulla superficie di Marte?

In un’immagine scattata dal Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della NASA puoi vedere quello che a prima vista sembrerebbe un disco schiantato sulla superficie insieme alle tracce dell’incidente lasciato dietro di esso.

Il fatto che la navicella spaziale Mars Reconnaissance Orbiter fotografata non possa essere spiegata da una “pietra”, “una forma insolita di roccia” e altri termini che gli scienziati amano usare per spiegare tutte le anomalie e gli artefatti trovati nelle fotografie del Pianeta Rosso.

Disco volante precipitato sulla superficie di Marte?

Questo è precisamente un oggetto della forma classica di un “disco volante” – un aereo a forma di disco di dimensioni impressionanti, che indica che si tratta di un’astronave in grado di volare nello spazio profondo.

Le dimensioni della nave sono di circa 15 metri di diametro. Nella parte alta, da sotto il suolo marziano che ne ricopriva la parte anteriore, si vede dall’alto una sovrastruttura a forma di triangolo.

HiRISEHigh Resolution Imaging Science Experiment è una telecamera installata a bordo della navicella spaziale Mars Reconnaissance Orbiter per esplorare Marte.

Cominciamo con quando e dove sono state scattate queste foto. Ce ne sono diverse, che ci permettono di trarre alcune conclusioni, e cioè – dopo il solco nel fosso fatto sulla superficie marziana da una nave durante una caduta o meglio un approdo forzato, che si nota dalla dolce traiettoria lungo cui questo la nave atterrò, solcando una distanza e una profondità impressionanti del sentiero lasciato.

disco volante atterrato su marte

Una foto mostra che il fossato lasciato dopo l’atterraggio ha iniziato a riempirsi di dune di sabbia, ma la seconda foto mostra che qualcuno aveva già ripulito metà del fossato da queste dune, il che suggerisce che l’equipaggio della navicella è sopravvissuto e ha intrapreso alcune azioni per riparare la nave e la pulizia delle trincee per il decollo.

ufo precipitato su marte

Le immagini sono pubblicate sul sito Web ufficiale di questa missione della NASA – uahirise con la seguente descrizione:

“Masse di montagne rocciose nel canyon di Kandor (questo canyon si trova nella nella Mariner Valley, un gigantesco sistema di canyon su Marte).

Questa immagine mostra gli impressionanti strati esposti sul fondo del Condor Canyon, un grand canyon nel sistema Mariner Valley.

Il fondo è a circa 4 chilometri sotto il bordo del canyon. Gli strati sono composti da particelle di sabbia e polvere che sono state trasportate qui dal vento o dall’acqua. Forse questo canyon è stato riempito fino all’orlo con questi strati sedimentari e poi spazzato via, molto probabilmente dal vento.

Le colline allungate possono rappresentare aree di roccia più solide a causa delle differenze nella dimensione delle particelle sedimentarie, del cambiamento chimico o di entrambi.

Uno degli aspetti più attraenti di questa scena sono gli intricati vortici che formano questi strati. Le rocce sedimentarie di solito si accumulano in strati orizzontali. Tuttavia, questi strati sono stati piegati nei modelli che vediamo oggi. Gli strati qui esposti potrebbero essere crollati sotto l’influenza del peso dei sedimenti sovrastanti.

Comprendere la storia geologica di questa regione potrebbe fornire indizi sulla storia dell’acqua su Marte, poiché questi strati potrebbero essersi accumulati in laghi poco profondi e aver reagito chimicamente con quell’acqua. La presenza di alcuni tipi di reazioni chimiche tra acqua e roccia può liberare energia che potrebbe sostenere oasi abitabili in queste zone”.

ufo atterrato su marte

– Data del rilevamento: 29 dicembre 2006
– Ora locale su Marte: 15:39
– Altezza del veicolo spaziale al momento del rilevamento: 261.7 km (162,6 miglia)

La NASA ha visto tutti gli intricati vortici di rocce e segni che le acque marziane una volta schizzavano qui, ma l’astronave aliena che è caduta nell’area non viene notata. Anche se è abbastanza difficile non notarlo, a patto che qualcuno guardi con attenzione la foto scattata.

Grazie alla NASA per aver pubblicato questa immagine nel pubblico dominio e non averla nascosta nei loro archivi segreti, come fanno di solito. Apparentemente, la persona responsabile del controllo delle fotografie per artefatti e anomalie scomode ha reagito con negligenza ai propri doveri e grazie a lui abbiamo queste immagini.

Le foto sono state scattate nel 2006, quindi l’equipaggio molto probabilmente ha risolto i problemi da solo ed è decollato da Marte o ha chiamato una squadra di soccorso per evacuare o riparare la nave.

Pensi al paradosso di Fermi? L’umanità è stata onorata di inviare un’astronave nell’orbita di Marte, che fotografa la superficie del pianeta e invia immagini alla terra.

Nel 2006, il dispositivo ha registrato un ufo che aveva effettuato un atterraggio di emergenza su Marte e nessuno degli “scienziati, astronomi” della NASA, ecc., non se ne è accorto!

A cura di Ufoalieni.it

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

1.8K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “È un enorme “disco volante” precipitato sulla superficie di Marte?

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina