Scoperta base aliena segreta sottomarina?

Un’insolita struttura sommersa, situata a circa 10 chilometri dalla famosa spiaggia di Malibu, in California, sta facendo discutere online la comunità UFO. Si pensa che siano l’ingresso di una base aliena segreta, altri credono che siano alcuni resti dell’Atlantide perduta e altri credono che questa sia solo una strana formazione naturale. Quale può essere?

Formazione naturale o una base aliena segreta?

Sulla base delle immagini ottenute con Google Earth, la formazione sembra mostrare una serie di pilastri su cui poggia un grande pavimento piatto di forma ovale; la combinazione di questi elementi sembra essere una sorta di ingresso in un luogo interno più oscuro.

L’anomalia è profonda circa 600 metri e il diametro maggiore del tetto ovale è di quasi 5 chilometri. Quindi cosa stiamo guardando esattamente? Come spesso accade in questi casi, le opinioni sono tante e contraddittorie.

struttura ipotetica base aliena

Secondo il sito web del programma radiofonico “Fade to Black”, trasmesso in California, l’anomalia potrebbe essere il “Santo Graal” che gli ufologi hanno cercato negli ultimi 40 anni. I redattori del programma radiofonico hanno realizzato un video che parla ampiamente dell’anomalia.

Jimmy Iglesia, conduttore di “Fade to Black” sul Dark Matter Radio Network, ha dichiarato all’Huffington Post che un ascoltatore di nome Maxwell lo ha contattato inviandogli una curiosa immagine di Google Earth trovata alle coordinate 34 ° 1 ′ 23,31 ″ N 118 ° 59 ′ 45.64″ W, che ha mostrato qualcosa di strano al largo di Malibu.

Successivamente, Church ha chiesto al graphic designer Dale Romero di catturare quante più immagini possibili del luogo da diverse angolazioni. “La mia prima impressione è stata che fosse un po’ artificiale, un luogo in stile greco“, dice Church. “Guardando dall’alto, la forma dell’ovale è quasi perfetta. In natura nulla è simmetrico, tutto è eroso e ricoperto di rocce, mentre in questo caso abbiamo un ovale perfetto lungo quasi 5 chilometri“.

Sui forum UFO si possono leggere altre interpretazioni dell’anomalia. Alcuni, riferendosi a quello che sembra un colonnato, hanno ipotizzato che potesse essere un vestigio dell’antica civiltà di Atlantide; Altri, invece, riferendosi alla teoria della terra cava, ritengono che possa essere uno degli ingressi ad Agartha, il regno leggendario che sarebbe all’interno della Terra, descritto nell’opera dello scrittore Willis George Emerson (1856- 1918).

struttura sottomarina base aliena

L’Huffington Post ha chiesto il parere di David Schwartz, geologo dello U.S. Geological Survey. “Non vedo nulla di speciale; il fatto che ci sia una superficie piana e poi, sotto di essa, quella che sembra una serie di colonne verticali, può dire a qualcuno che è la porta d’accesso a qualcosa di speciale“, dice il geologo.

Penso che sia naturale, e fa parte della piattaforma continentale“, afferma Schwartz. “È semplicemente il risultato di un complicato processo di erosione e, forse, il crollo è avvenuto quando il livello del mare era più basso“.

L’HuffPost ha anche chiesto l’opinione di John Anthony West, un egittologo freelance ormai non più tra noi che ha vinto un Emmy Award per il documentario girato per la NBC nel 1993, “Mystery of the Sphinx”, in cui lui e il geologo Robert Schoch hanno presentato diverse prove per dimostrare che la Sfinge di Giza potrebbe essere molto più grande di quanto pensi.

Le foto sono un po’ fuorvianti”, in quanto sembra che la struttura sia sulla spiaggia“, ha detto West guardando le immagini. “Sapendo che è profonda circa 600 metri, la mia prima reazione è che non era artificiale: ho abbastanza esperienza per distinguere ciò che si può fare da ciò che è naturale.”

Non tutto sembra artificiale“, dice West. “Sembrano veri e propri pilastri, ma sono distanziati in modo non uniforme“. Tuttavia, West non esclude la veridicità del fenomeno UFO. “Sono convinto che gli UFO siano una realtà. Ci sono troppe prove che esistono. A parte questo, però, non sappiamo nulla: chi sono, perché sono qui e se hanno rapporti con i nostri governi“.

Allora chi ha ragione? La comunità ufologica che crede di aver trovato il Santo Graal cercato da più di 40 anni, o la comunità scientifica ortodossa che lo considera una strana formazione naturale?

Indubbiamente, la confusione delle ipotesi potrebbe trovare un modo unico se una telecamera viene inviata sul fondo del mare per guardare nel dettaglio ciò che stiamo vedendo: la straordinaria immaginazione della natura, che modella la Terra in modo imprevedibile, o l’accesso a un mondo che potrebbe svelare i segreti dell’Universo o il tesoro perduto di Atlantide?

 

VEDI ANCHE▶ È un enorme “disco volante” precipitato sulla superficie di Marte?

A cura di Ufoalieni.it

237Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina