Enormi tracce di dinosauri trovate in Texas in un fiume colpito dalla siccità | Ufo e Alieni
Sab. Mag 25th, 2024

Enormi tracce di dinosauri sono state scoperte mentre un fiume colpito dalla siccità in Texas si asciuga.

Le tracce, solitamente sott’acqua e fango, appartengono a due tipi di dinosauri, teropodi e sauropodi, alcuni dei più grandi dinosauri vissuti sulla Terra.

gigantesche impronte di dinosauri
La siccità in Texas fa emergere gigantesche impronte di dinosauri

Una siccità sta esponendo enormi impronte preistoriche lasciate da predatori preistorici e prede milioni di anni fa in quello che oggi è il Texas, negli Stati Uniti.

Di solito è impossibile individuare tracce di dinosauri nel fiume Paluxy perché fango e acqua le ricoprono. Il recente restringimento del fiume ha rivelato profonde impressioni lasciate dai piedi artigliati, come mostrato in un video caricato su Facebook il 17 agosto.

Poche persone hanno visto queste particolari impronte al Dinosaur Valley State Park in Texas, dove ci sono molte altre tracce. Come parte della valutazione dello US Drought Monitor sulle condizioni di siccità del Texas, il parco è in uno stato di “eccezionale siccità”. Questo è il livello di siccità più grave.

Secondo Star-Telegram, al 21 agosto oltre 6.900 persone hanno condiviso il video online, scatenando il dibattito e alimentando l’immaginazione.

Un esempio è questo utente che commenta il post:”Devo aver visto troppi film di Jurassic Park perché mi sto innervosendo il fatto che passi tutto il tempo a guardare le tracce e nessuno a guardarsi alle spalle“.

Uno studio del 2012 ha rilevato che le tracce appartenevano a due tipi di dinosauri, teropodi e sauropodi. Secondo il Museo di Paleontologia dell’Università della California, i sauropodi erano dinosauri erbivori con quattro zampe. Il Brachiosaurus è un esempio di sauropode.

Nel frattempo, i teropodi camminavano su due gambe e includevano i più grandi predatori mai conosciuti, incluso il Tyrannosaurus Rex.

Si pensa che sauropodi e teropodi fossero dinosauri della famiglia dei sauropodi. Secondo Britannica, i Sauropodi sono classificati in quattro gruppi principali: Cetiosauridae, Brachiosauridae (incluso Brachiosaurus), Camarasauridae (incluso Camarasaurus) e Diplodocidae (inclusi Diplodocus e Apatosaurus).

Specie come l’Apatosaurus raggiungevano abitualmente lunghezze di 21 metri, mentre i sauropodi più piccoli raggiungevano lunghezze fino a 15 metri. In termini di dimensioni e peso, il Brachiosaurus era uno dei dinosauri più grandi e massicci mai conosciuti, raggiungendo una lunghezza di 30 metri e un peso di 80 tonnellate.

Ci sono prove che Dreadnoughtus, un titanosauride, misurasse fino a 26 metri (circa 85 piedi) di lunghezza e pesasse l’incredibile cifra di 59 tonnellate (circa 65 tonnellate).

Si ritiene che i sauropodi si siano evoluti da 201 milioni a 174 milioni di anni fa durante la prima epoca giurassica. Durante la tarda epoca giurassica (tra 164 milioni e 145 milioni di anni fa), divennero enormi e altamente diversificati e sopravvissero fino al Cretaceo (tra 145 milioni e 66 milioni di anni fa).

A causa del livello del fiume molto basso al momento, il parco ha affermato che sono visibili più tracce che in condizioni normali.

Per coloro che sono interessati a trovare tracce ed esplorare quell’aspetto del parco, ora è il momento perfetto per andare e assicurati di portare la tua macchina fotografica.

Oltre a una varietà di impronte di dinosauri ben conservate, il parco offre escursioni, campeggio, pesca ed equitazione, secondo il sito web.

In un articolo non correlato, ma comunque degno di nota, gli scienziati credevano di aver trovato un enorme cratere da impatto sotto l’oceano che potrebbe aver colpito non molto tempo dopo l’impatto dell’asteroide che uccise i dinosauri al largo della costa di quella che oggi è la penisola dello Yucatan.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina