Kap-Dwa: Gigante a 2 teste da 3,5m, enigma della Patagonia
Ven. Mag 24th, 2024

Kap-Dwa (tradotto approssimativamente come “due teste” in lingua malese) si dice sia stato originariamente catturato da dei marinai spagnoli nel 1600. Kap-Daw era un gigante a due teste alto 3,5 metri che viveva una volta sulla Terra.

Citato anche in testi antichi, ciò potrebbe essere la prova che sostiene l’idea che i giganti esistessero sulla Terra. Tuttavia, probabilmente non avete mai sentito parlare di una storia simile, di un gigante a due teste di 3,5 metri di altezza proveniente dalla Patagonia.

Mentre ci sono molte falsificazioni che mostrano enormi ossa e scheletri dall’aspetto strano in tutto il mondo, ci sono alcune scoperte che sfidano la nostra comprensione della vita sulla Terra. La storia di Kap-Dwa è affascinante e molti trovano difficile crederci.

Il gigante a due teste?

Allora, da dove viene Kap-Dwa?

La storia inizia nel 1673, quando questo enorme gigante a due teste fu catturato da marinai spagnoli e rimase prigioniero fino a quando fu ucciso mentre cercava di scappare dai suoi aguzzini. Gli spagnoli lo uccisero conficcando una picca nel petto.

La storia è strana, poiché la sua mummificazione risale in qualche modo all’Inghilterra del XIX secolo.

Nel 1914, dopo essere stata esibita come fenomeno da baraccone in vari spettacoli, la mummia di Kap Dwa finì a Birnbeck Pier Weston, in Inghilterra. Lì, i resti rimasero esposti per circa 45 anni, fino a quando non furono acquistati nel 1959 da Thomas Howard.

I presunti resti mummificati di Kap Dwa il gigante a due teste
I presunti resti mummificati di Kap Dwa il gigante a due teste

Kap-Dwa continuò a stupire le persone fino a quando, in qualche modo, finì presso The Man Antique Ltd di Baltimora, di proprietà di Robert Gerber e sua moglie.

Potrebbe sembrare che la mummia sia un elaborato falso, ma Kap-Dwa esiste e i suoi resti mummificati si trovano nella collezione del signor Gerber.

Tuttavia, il signor Gerber racconta una storia molto diversa da quella descritta sopra. Secondo lui, Kap-Dwa fu trovato già morto su una spiaggia con una grande lancia incastonata nel petto. La “creatura” fu poi mummificata dalla gente del posto in Paraguay e non in Patagonia, finché un capitano inglese di nome George Bickle non si imbatté nelle sue spoglie e le trasportò in Inghilterra, dove rimasero in mostra per diversi anni in un museo a Blackpool.

Infine, i resti mummificati furono riportati in America, a Baltimora.

Ma qual è l’obiettivo di questa narrazione? Si vuole dimostrare che i giganti erano comuni in passato?

Bene, sebbene sia possibile che un essere del genere abbia vissuto, non esistono prove che possa essere un falso, e non tutti i giganti del mondo sono falsi. Tuttavia, ciò non significa che, perché uno di loro è falso, tutti gli altri lo siano.

Sono presenti numerosi testi antichi che riportano l’esistenza dei giganti, alcuni dei quali possono essere trovati anche nei libri religiosi, come la Bibbia.

I giganti nella Bibbia

C’erano giganti nella terra in quei giorni; e anche dopo, quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini, e bambini nudi a loro, la stessa divennero uomini potenti e, uomini famosi” (Genesi 6:4).

Si crede che i Nephilim siano il frutto dei “figli di Dio” e delle “figlie degli uomini” prima del diluvio, secondo Genesi 6:4; il nome è utilizzato anche in riferimento ai giganti che abitarono Canaan al tempo della conquista israelita, secondo Numeri 13:33.

E lì abbiamo visto i giganti, figli di Anak, che provengono dai Nephilim; e siamo rimasti nella nostra come locuste, e quindi siamo stati ai loro occhi” (Numeri 13:33).

Kap-Dwa, il gigante a due teste, potrebbe essere esistito davvero; e il nostro pianeta è tutt’altro che raro quando si tratta di persone con altezza straordinaria.

L’uomo più alto della Terra risale all’ultima volta al 27 giugno 1940 e risultò essere alto 2,72 m.

Il problema con le ‘due teste’; può anche essere spiegato come ‘gemelli siamesi’ non sono così rari come sappiamo.

Spetta a voi dare una conclusione o meno; qualcosa di simile potrebbe essere possibile, e se non con l’esistenza di Kap-Dwa, dimostra che in un lontano passato esistevano giganti sulla Terra.

È sicuro che oggi ci sono ancora molte cose sulla Terra che rimangono inspiegabili.

Commenta e condividi l’articolo!

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina