Incredibile statua antica di Ercole estratta dalle fogne di Roma | Ufo e Alieni
Dom. Mar 3rd, 2024

Gli archeologi di Roma hanno fatto un’entusiasmante scoperta mentre conducevano lavori di scavo per riparare le condutture fognarie crollate nel Parco Scott, una parte del Parco Archeologico dell’Appia Antica. Si sono imbattuti in una statua in marmo a grandezza naturale del semidio Ercole, che si ritiene risalga al periodo imperiale romano – non esattamente quello che ti aspetteresti di trovare in una vecchia fogna!

Statua antica di Ercole

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica ha annunciato su Facebook che l’area “ci ha riservato una grande sorpresa: una statua in marmo a grandezza naturale che, per la presenza della clava e del manto leonina che ne ricopre il capo, possiamo certamente identificare come una figura raffigurante Ercole”.

La statua raffigura Ercole con una clava e una pelle di leone che gli copre la testa. Crediti: Parco Archeologico dell’Appia Antica

Nella mitologia romana, Ercole è il figlio di Giove e della donna mortale Alcmena. È considerato uno dei più grandi eroi delle leggende romane ed era noto per aver completato le famose “Dodici fatiche”, che erano una serie di compiti affidatigli dal re di Micene, Euristeo, al fine di ottenere l’immortalità e un posto tra gli dei.

Il Guardian riferisce che la statua di Ercole è stata estratta dalla fogna tra la trafficata via Cristoforo Colombo e l’antica via Appia. Gli archeologi hanno sottolineato che non è stato ritrovato nella sua posizione originaria e si ritiene che sia stato sepolto durante i lavori di costruzione del sistema fognario nella prima metà del XX secolo. Francesca Romana Paolillo del ministero della Cultura italiano ha spiegato che ciò potrebbe essere accaduto perché non c’erano controlli archeologici in atto.

Statua di ercole trovata a roma
Statua di Ercole ritrovata nei pressi della via Appia. Crediti: Parco Archeologico dell’Appia Antica

L’antica via Appia

Lo scopo primario dei lavori di scavo non era quello di trovare la statua, ma piuttosto di individuare il punto di partenza del primo miglio della Via Appia, conosciuta anche come Regina Viarum o “Regina delle Strade”.

La via Appia fu iniziata nel 312 aC. e si estendeva da Roma a Brindisi, coprendo una distanza di 500 km. Se diventa un sito UNESCO, sarebbe il secondo sito più lungo dopo la Grande Muraglia cinese.

La strada fu costruita per collegare Roma al resto dell’impero ed era una delle prime e più strategiche strade romane. Era utilizzata come strada militare ed era anche un’importante via commerciale, collegando Roma ai porti dell’Adriatico.

Il Parco dell’Appia Antica, area protetta della Via Appia, è una meta ambita per turisti e appassionati di storia. Contiene i resti di antiche ville romane, tombe e monumenti, nonché parchi e riserve naturali.

fogna vecchia statua ercole roma
La vecchia fogna dove gli archeologi hanno trovato la statua di Ercole. Crediti: Parco Archeologico dell’Appia Antica

Scavi preclusi dalle acque sotterranee

Negli ultimi mesi gli esperti hanno scavato nel sito, e hanno raggiunto una profondità di otto metri, ma si sono dovuti fermare a causa dell’eccessiva falda che si è rivelata ingestibile anche con le pompe dell’acqua. Tuttavia, hanno scoperto i resti di una strada del X secolo, che ritengono sia la prova che il percorso seguiva il corso dell’antica via Appia durante il Medioevo.

Nonostante il ritrovamento della statua, il fantomatico punto di partenza della via Appia rimane per ora nascosto sottoterra.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | Google News

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina