La Pietra di Palermo: tecnologia avanzata nell’antico Egitto?

La storia dell’umanità è stata piena di modifiche apportate dall’élite per impedirci di scoprire la verità. La Pietra di Palermo potrebbe essere uno dei record più importanti di quella storia nascosta.

pietra di palermo frammento
I geroglifici sulla Pietra di Palermo raccontano la storia dell’Egitto predinastico.

Considerato uno dei più importanti testi antichi dell’antico Egitto. La Pietra di Palermo descrive i suoi primi sovrani. Quelli che furono e regnarono prima delle dinastie.

L’idea che ci sia un passato che è stato totalmente cancellato dai documenti storici è stata sollevata da numerosi personaggi.

Le prove ci sono e sebbene gli storici ortodossi si rifiutino di accettare la realtà, è molto probabile che i primi umani abbiano interagito con gli alieni.

La Pietra di Palermo un ricordo storico dimenticato?

Molti documenti storici trovati nell’Antico Egitto suggeriscono che una civiltà aliena fosse sulla Terra migliaia di anni fa . Tuttavia, non c’è niente di così chiaro come la Pietra di Palermo; una scrittura che racconta chiaramente astronavi e tecnologia avanzata.

Ovviamente, questo è stato rifiutato dall’archeologia tradizionale, in quanto contraddice totalmente la storia ufficiale che ci è stata raccontata per centinaia di anni.

Il pezzo prende il nome grazie al Museo Archeologico di Palermo, dove si trova uno dei grandi frammenti.

Le altre parti del pezzo si trovano al Museo Egizio del Cairo, al Museo Petrie di Londra e in altri musei di tutto il mondo. Sebbene alcuni frammenti siano di grandi dimensioni, il danno che la pietra presenta è notevole.

La data esatta della sua creazione è sconosciuta. Gli esperti la datano molto prima dell’Antico Regno. Intorno al XX secolo a.C.

Alieni nell’antichità

piramide

È possibile che questa sia la prova che gli alieni erano in contatto con l’umanità nei tempi antichi.

La Pietra di Palermo è famosa per aver elencato i Re Predinastici d’Egitto. Cinque re che, secondo la storia tradizionale, sono solo mitologia.

Il documento è scritto in geroglifici e menziona 120 re che regnarono prima che gli antichi egizi esistessero ufficialmente come civiltà.

Questi re furono chiamati “dei e semidei” . I nomi di questi esseri sono menzionati anche nelle genealogie reali.

Le somiglianze tra la Pietra di Palermo e la Pietra di Torino e la Lista dei Re Sumeri sono molte. Tutti e tre fanno menzione di un’epoca in cui gli dei abitavano la Terra, governando per migliaia di anni.

Questo strano documento menziona dettagli importanti di come era la vita egiziana prima delle dinastie. Tasse, cerimonie religiose, i livelli del fiume Nilo e la vita militare.

Tuttavia, la cosa più sorprendente è la tecnologia avanzata che gli antichi egizi usavano per fondere i metalli. Fu in questo modo che furono in grado di creare i grandi monumenti in rame che apparvero nella seconda dinastia.

Menziona anche “strane navi” che trasportavano legno e altri materiali da una regione sconosciuta dell’Egitto. Le somiglianze con gli UFO e le astronavi descritte oggi.

Un altro punto importante è stata la costruzione di «Fo», il primo edificio in pietra durante il regno di Neka. Prima della piramide a gradoni di Djoser.

È possibile che questa sia la prova definitiva che gli esseri extraterrestri erano nell’Antico Egitto?

Sebbene l’archeologia e gli storici della linea tradizionale della storia si rifiutino di accettarlo, la storia è scritta.

VEDI ANCHE▶ Il mistero di Orione: costruzioni orientate e divinità dal cielo?

A cura di Ufoalieni.it

2.3K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “La Pietra di Palermo: tecnologia avanzata nell’antico Egitto?

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina