Le rovine di Atlantide potrebbero essere sotto il misterioso “Occhio del Sahara”

Secondo Platone, la mitica città di Atlantide era “un’antica superpotenza insulare governata nell’Oceano Atlantico orientale”, dal nome della città perduta.

Atlantide era, secondo Platone, un luogo incredibilmente bello e opulento, costruito su cerchi concentrici di terra e acqua.

La grande città di Atlantide

Le rovine di Atlantide

Era ricca e potente oltre misura finché, nel corso di “un giorno e una notte”, tutto è andato di traverso. Un cataclisma spazzò via la città di Atlantide dalla mappa e dai libri di storia.

Secondo alcune tradizioni esoteriche, Atlantide era il luogo di nascita delle cosiddette “Scuole dei Misteri” che si fecero strada attraverso la filosofia occidentale dopo la distruzione della città.

La spiegazione accettata per la storia di Atlantide di Platone è che era solo una storia destinata a insegnare una lezione di moralità e mostrare la filosofia di Platone sul governo.

Tuttavia, ci sono innumerevoli persone che credono che Platone stesse parlando di un luogo reale che è stato distrutto da un vero cataclisma.

Lo stesso Platone dice, in effetti: “So che sembra una sciocchezza, ma giuro che non sto mentendo“.

Ma non abbiamo mai trovato prove e, ora che possiamo ottenere immagini dei fondali marini, abbiamo trovato prove di città affondante.

Il fatto che non abbiamo trovato Atlantide, non dovremmo abbandonare tutto questo? E se non stessimo cercando nei posti giusti? E se le rovine della superpotenza marittima di confine con l’isola fossero state sempre nascoste, proprio sotto il nostro naso, nel mezzo del deserto del Sahara?

Loading...

Sembra strano. Eppure questo è ciò che propone il lavoro svolto da George S. Alexander e Natalis Rosen sul documentario Visiting Atlantis.

La struttura di Richat è una struttura di terra di origine sconosciuta in Mauritania, sulla costa nord-occidentale dell’Africa.

È costituito da cerchi concentrici di altura, delimitati a nord da montagne e rivolti verso il mare a sud.

È molto grande. Inoltre ha all’incirca le stesse dimensioni delle misure fornite da Platone ad Atlantide (a seconda di come si interpretano le unità di misura del greco antico).

Le rovine di Atlantide 2

Platone afferma che la città di Atlantide aveva un diametro di 127 stadi. Secondo Dictionary.com, uno degli stadi è di circa 607 piedi.

Questa è la conversione utilizzata nel video, che funziona in 127 stadi che equivale a 77.089 piedi e 23,49 chilometri.

La misurazione della struttura di Richat in Google Earth fornisce un diametro compreso tra 22 e 24 chilometri. È molto vicino alle misurazioni per Atlantide.

Tuttavia, altre fonti affermano che uno stadio è compreso tra 607 e 630 piedi, il che non sembra una grande differenza finché non ti rendi conto che 27 piedi di varianza per stadio, moltiplicata per 127 stadi, arriva a 3429 piedi.

Anche se questa è la fascia alta della possibile varianza, va detto che la struttura di Richat si adatterebbe un po’ meno sul conto se fosse troppo piccola per tre quarti di miglio.

Non è molto, ma sicuramente non sarebbe perfettamente accurato. Anche le aree circostanti corrispondono alla descrizione di Atlantide.

Platone descrive la città come delimitata a nord da montagne notevoli per il loro gran numero e bellezza.

La struttura di Richat è infatti circondata da montagne a nord.

Nel video, vengono menzionati studi geologici che mostrano che le montagne a nord dell’Occhio del Sahara avevano cascate che cadevano da esse quando il deserto del Sahara non era ancora un deserto, il che sarebbe davvero notevole.

Altri argomenti includono la sequenza temporale della caduta di Atlantide che coincide abbastanza bene con la data proposta dell’ipotesi dell’impatto di cosmico del Dryas recente.

Sostiene che l’impatto di una cometa o di un asteroide abbia innescato il periodo del Dryas recente di rapidi e improvvisi cambiamenti climatici e variazione del livello del mare.

È una proposta interessante e sorprendente… vero?

Di solito quando guardi un video di YouTube su argomenti come Atlantide, la città perduta, è difficile credere che se c’è un argomento convincente, in qualche modo non ne abbiamo mai sentito parlare prima.

Questo di solito significa che qualcosa viene deliberatamente represso o è facilmente screditato. E, sfortunatamente, di solito è l’ultima cosa.

VEDI ANCHE▶L’impronta gigante di Pingyao: reale o artificiale?

A cura di Ufoalieni.it

Loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest