L’impronta gigante di Pingyao: reale o artificiale?

Storie e racconti di esseri giganteschi che abitano la Terra si verificano in quasi tutte le culture e civiltà antiche. Dagli indoeuropei, ai greci, alla Bibbia cristiana, i racconti dei giganti sono stati tramandati di generazione in generazione e queste storie esistono ancora ai giorni nostri.

Non ci sono mai state prove concrete per dimostrare l’esistenza dei giganti, a meno che non si creda alle impronte giganti che sono state trovate in tutto il mondo. Molteplici impronte sono state scoperte e si pensa che abbiano milioni se non miliardi di anni. Per la gente del posto dove si possono trovare queste impronte sono conosciute come “le impronte di dio“.

I libri di storia e ciò che sappiamo dell’evoluzione potrebbero essere sbagliati?

L’impronta gigante Pingyao

Nell’agosto 2016, un gruppo di fotografi ha scoperto un’impronta gigante a forma umana nel villaggio di Pingyao nel Guizhou, nella provincia sud-occidentale della Cina. Entro il mese successivo numerosi siti web hanno pubblicato storie simili che hanno contribuito alla credibilità del racconto dell’impronta gigante.

Si dice che l’impronta fosse lunga 57 cm, larga 20 cm e profonda 3 cm. Trovata fossilizzata nella roccia, l’impronta è stata fatta risalire all’era preistorica. Considerando che la misura media del piede di un uomo è di 18 cm e la media di una donna è di 16,5 cm, questa scoperta sarebbe monumentale e lascerebbe sia gli storici che gli scienziati a mettere in discussione ciò che sappiamo della storia e dell’evoluzione umana.

impronta del gigante
Primo piano della presunta impronta del gigante.

L’articolo originale riguardante l’impronta fornisce una descrizione semplice della scoperta ed elenca le sue fonti semplicemente come “agenzie”. Tuttavia, secondo Snopes.com è stata effettuata una ricerca sui giornali locali vicino a Guizhou e nessun articolo è stato scritto sull’impronta gigante nell’agosto 2016.

Pertanto, nessuna fonte attendibile ha pubblicato alcun lavoro sull’argomento, né nei media né nella comunità scientifica. Tuttavia, molti siti Web di cospirazione hanno ottenuto l’articolo originale e lo collegano ad altre presunte impronte giganti.

impronte gigante 2
Secondo quanto riferito, le impronte sono lunghe 57 cm (22,5 pollici) e larghe 20 cm (8 pollici). Accanto alla stampa completa c’è quella che sembra una stampa parziale (agenzia di stampa Sina).

Altre ipotesi impronte giganti

Questi siti web affermano che un archeologo di nome Michael Tellinger ha datato una di queste impronte giganti a circa 200 milioni di anni. Tellinger presumibilmente ha trovato un’altra impronta gigante in Africa nel 2012 ed era convinto che fosse una delle migliori prove che dimostrassero che i giganti una volta vagavano per la terra.

Mentre Tellinger afferma di essere un archeologo, molti lo hanno denunciato come un teorico della cospirazione.

Michael Tellinger
Michael Tellinger con l’enorme impronta nella roccia in Africa

Una terza impronta è stata scoperta in Bolivia, ma la CNN ha riferito che la stampa proveniva da un grande dinosauro carnivoro piuttosto che da un antico gigante. Prima di allora, nel 1987 Jerry MacDonald ha trovato un’altra imponente impronta nel New Mexico che misurava 100 cm di lunghezza e si diceva avesse 290 milioni di anni.

Loading...

Questa stampa è stata registrata come la più grande impronta fatta da un dinosauro carnivoro. Tuttavia, questa stampa è stata problematica per i paleontologi poiché non c’è spiegazione su come sia arrivata lì o cosa l’abbia lasciata. Questo di nuovo ha lasciato spazio alla teoria dei siti web della cospirazione e ha preso queste informazioni per dimostrare ulteriormente l’esistenza di antichi giganti.

Non solido come una roccia

Le affermazioni fatte da questi teorici della cospirazione non hanno alcun peso quando si tratta di qualsiasi tipo di ricerca accademica. Si dice che l’impronta gigante di Pingyao sia stata fossilizzata in granito solido, un materiale che non si presta a catturare alcun tipo di stampa.

Inoltre, la roccia è molto probabilmente più vicina a 3,1 miliardi di anni, rispetto a 200 milioni. Mentre la scoperta di queste altre impronte ha portato a sempre più domande, si stanno facendo più ricerche sull’argomento.

Queste impronte potrebbero provenire da antichi esseri umani giganti, forse anche dai nostri antenati? Non c’è ancora certezza. Tuttavia, la ricerca che è già stata fatta indica che questa risposta è improbabile.

VEDI ANCHE▶Resti di giganti in una “galleria iperborea sotterranea” in Romania

A cura di Ufoalieni.it


The Giant Footprint of Pingyan: Giant Made or Man Made?
https://www.ancient-origins.net/

Loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest