Le tecnologie perdute degli antichi egizi | Ufo e Alieni
Mar. Lug 23rd, 2024

Gli antichi egizi furono veri pionieri in molti campi. Ma forse più ci lascia perplessi la loro capacità di costruire strutture monumentali e di lavorare la pietra, quasi fossero in possesso di tecnologie e macchinari perduti nella storia.

L’Egitto è una terra di innumerevoli tesori. Apprezziamo la storia egiziana nonostante sappiamo ancora così poco di questa antica civiltà. Gli antichi egizi sono noti per i loro incredibili progressi in medicina, astronomia, ingegneria e architettura.

Hanno costruito monumenti straordinari che hanno resistito alla prova del tempo. Le imponenti piramidi attestano ciò che molti dicono siano tecnologie perdute. Ma non c’è solo l’aura misteriosa che circonda la costruzione delle piramidi e la costruzione dei loro templi.

Gli antichi egizi furono veri pionieri in molti campi. Ma forse più ci lascia perplessi la loro capacità di costruire strutture monumentali e di lavorare la pietra, quasi fossero in possesso di tecnologie e macchinari perduti nella storia.

Molti autori ritengono che sia stato così e che la vera storia dell’Egitto rimanga nascosta. Innumerevoli ricercatori hanno visitato le sabbie dorate dell’Egitto e hanno cercato risposte.

Tecnologie perdute dell’antico Egitto

Scrittori e ricercatori del passato, come lo storico greco Erodoto, erano perplessi di fronte a ciò che gli egiziani avevano costruito. Infatti, Erodoto ci racconta storie che ha sentito mentre era in Egitto.

Nella sua opera Histories, afferma che gli antichi egizi probabilmente usavano macchine per manovrare in posizione le pietre supermassicce utilizzate nei loro progetti di costruzione.

Ad oggi non abbiamo trovato una singola prova di tali macchine. Se mai sono esistiti, questi sono ora persi nella storia, come molte altre parti dell’antica storia egiziana. Inoltre, sparsi in tutto l’Egitto ci sono resti che potrebbero indicare tecnologie perdute. Ne sono un esempio le innumerevoli pietre massicce con tagli di precisione e incredibili fori.

Tagli di precisione e altro ancora

Alcune di queste pietre gigantesche mostrano incredibili tagli di precisione, quasi al punto della moderna tecnologia di taglio laser.

Inoltre, molte pietre lavorate dagli antichi egizi presentano fori creati con una precisione così incredibile che gli autori moderni sono convinti che fossero necessari alcuni strumenti specializzati e avanzati per fare tali segni.

Ma se queste incredibili macchine sono esistite, dove sono adesso? Dov’è il macchinario che molti autori sostengono sia la prova della tecnologia avanzata in Egitto?

La risposta deludente è che non lo sappiamo. Tuttavia, l’esistenza di tali monumenti suggerisce che forse è giunto il momento di guardare oltre i vincoli dell’archeologia tradizionale e cercare spiegazioni alternative che potrebbero aiutare a far progredire la nostra comprensione di quella che è, senza dubbio, una delle civiltà più avanzate mai vissute. sulla terra.

È forse il momento di guardare oltre i vincoli della storia tradizionale? Il tempo lo dirà.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Riferimenti:

  • The Untold Truth behind Ancient Egyptian Technologies!: Questo video presenta Marcus Allen, ricercatore e redattore del Nexus Magazine nel Regno Unito, che esplora le anomalie e le presunte “tecnologie perdute” dell’antico Egitto. Allen discute di segni di avanzate tecniche di lavorazione della pietra nelle costruzioni egiziane, come segni di sega e fori di trapano di precisione, e pone la domanda: “dove si trova la macchinario”?

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Un pensiero su “Le tecnologie perdute degli antichi egizi”

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina