NASA: C’è vita su Marte, ma le persone non sono pronte a scoprirlo

Per molto tempo sono state rivelate diverse teorie che suggeriscono che ad un certo punto della storia, la vita sia esistita su Marte. Altri addirittura vanno oltre, affermando che c’è ancora. Ma… cosa succede quando quella che sostiene che non solo esiste, ma che le persone non sono preparate a saperlo, è la NASA?

NASA Jim Green

Jim Green, il direttore scientifico della NASA, ha rilasciato negli ultimi giorni alcune dichiarazioni piuttosto controverse. Questi sono legati a Marte e alla possibile esistenza della vita sul pianeta rosso.

Si conferma così la possibilità che quella che prima era considerata un’ipotesi, anche minimizzandola come semplice fantascienza, sia qualcosa di molto più reale di quello che si crede.

Vita su Marte: la NASA lo conferma?

Il direttore scientifico della NASA, Jim Green, ha recentemente rilasciato alcune dichiarazioni che hanno suscitato molte polemiche.

L’esperto ritiene che sia molto probabile che l’Agenzia spaziale europea abbia già scoperto prove di vita extraterrestre su Marte alcuni mesi fa.

Tuttavia, quali dovrebbero essere le notizie dal mondo, molto probabilmente non lo sapremo nemmeno. Green è convinto che l’umanità, come la conosciamo oggi, non sia pronta per tali informazioni.

Ha assicurato che le prove dell’esistenza extraterrestre su Marte sono state ottenute, al più tardi, a metà dello scorso anno.

Tuttavia, ci vorrà molto più tempo prima che l’umanità venga a patti con il fatto che la vita esiste al di fuori della Terra, dopotutto.

Il quotidiano The Daily Telegraph era incaricato di intervistare Green. Ha anche spiegato che non importa quando le persone sono attualmente preparate per questi eventi.

Non saranno mai abbastanza preparati per gestirlo.

Non siamo pronti per la verità?

Dal momento che lo scienziato è uno dei massimi agenti operativi della NASA, è lecito ritenere che sappia di cosa sta parlando.

Ecco perché possiamo dedurre che il ritrovamento in cui ha tanta fiducia è legato agli scavi effettuati sul pianeta Marte. In particolare con quelli realizzati dal rover ExoMars nell’anno 2020.

Ora sappiamo che Marte non è l’unico pianeta candidato ad ospitare la vita. Ora, anche Venere si è unita a questi mondi.

Nonostante ciò, non è ancora certo che si possa trovare vita extraterrestre avanzata e, in tal caso, è ovvio che la NASA non darà notizie a livello mondiale a riguardo. L’unico modo per saperlo è scoprirlo da soli.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Resources

3.4K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina