Onde sismiche hanno coinvolto quasi l’intero pianeta e gli scienziati non sanno spiegare il perché - Ufo e Alieni

Onde sismiche hanno coinvolto quasi l’intero pianeta e gli scienziati non sanno spiegare il perché

L’11 novembre è successo qualcosa di veramente strano che ha sorpreso gli scienziati. Strumenti scientifici hanno raccolto inspiegabili onde sismiche che hanno avuto origine a circa 15 miglia al largo delle coste di un’isola francese tra Africa e Madagascar.

La parte strana è che non è stato un terremoto, e gli scienziati non hanno idea di cosa sia successo.

Mayotte: origine onde sismiche del terremoto
Mayotte: scoperta l’origine del terremoto più potente al mondo

È stato un impatto di meteorite? Un vulcano sottomarino? È avvenuto un test nucleare segreto? Erano gli alieni? 

Nessuno sembra avere una risposta.

Le onde raccolte da strumenti sismici si sono increspate sulle rive delle isole Mayotte, l’isola francese dove tutto ha avuto inizio. Poco dopo, i sensori sismici situati in Zambia, Kenya ed Etiopia hanno raccolto la stessa cosa.

Il fatto che il sensore sismico abbia rilevato l’attività sismica in Zambia, Kenya ed Etiopia potrebbe non sembrare così del tutto strano. 

Tuttavia, subito dopo, l’onda sismica ha continuato a viaggiare per migliaia di chilometri fino ad essere intercettata da ricercatori in Cile, Nuova Zelanda, Canada e persino Hawaii a circa 11.000 miglia di distanza .

Diventa ancora più strano.

Il misterioso fenomeno ha fatto vibrare il nostro pianeta come una massiccia campana per un periodo di circa venti minuti, e nessun essere umano si è accorto di nulla. Manifestazioni cosi strane da cogliere impreparati gli esperti di sismologia. 

Non credo di aver visto nulla di simile“, afferma Göran Ekström, un sismologo della Columbia University specializzato in terremoti insoliti.

Non significa che, alla fine, la causa di loro sia quella esotica“, osserva. Eppure molte caratteristiche delle onde sono straordinariamente strane: dal loro “anello” sorprendentemente monotono, a bassa frequenza, alla loro diffusione globale. E i ricercatori stanno ancora inseguendo l’enigma geologico.

Perché le onde a bassa frequenza sono così strane?

Innanzitutto, ci sono le cosiddette onde primarie o onde P, che è il tipo più veloce di onda sismica. Questo tipo di segnale è il primo ad arrivare a una stazione sismica ed è così che gli scienziati scoprono l’intensità del sisma. La cosiddetta onda P si muove attraverso la roccia solida e il fluido.

Dopo aver individuato le onde P, gli scienziati di solito scoprono l ‘”onda secondaria” . ‘

Visita il nostro store?

Le onde secondarie muovono le particelle su e giù. Queste onde sono le seconde onde sismiche che viaggiano più velocemente individuate dai sismologi.

Quindi, gli scienziati identificano le cosiddette onde di superficie. Questi tipi di onde viaggiano solo attraverso la crosta terrestre. Le onde di superficie hanno una frequenza inferiore rispetto alle Onde del CorpoOnde di Volume e di conseguenza si distinguono facilmente su un sismogramma. Come spiegato dagli esperti, le onde di superficie sono quasi interamente responsabili del danno e della distruzione associati ai terremoti.

Ora, la cosa più strana del fenomeno che si è verificato l’11 novembre è che non sono state rilevate onde primarie o secondarie .

Tutto ciò che gli scienziati hanno registrato erano onde di superficie profonde e risonanti. Ancora più strano è forse il fatto che le onde di superficie non hanno nemmeno rimbombato come un’onda di terremoto, gli scienziati hanno raccolto una frequenza più pulita, quasi musicale. Fonte: www.nationalgeographic.com/

Aggiornamento Maggio 2019

Mayotte: scoperta l’origine del terremoto più potente al mondo

La scossa di terremoto le cui ”onde” hanno coinvolto quasi l’intero pianeta potrebbe essere stata provocata dalla nascita di un nuovo vulcano, al largo delle Mayotte.

Nel maggio del 2018 migliaia di terremoti hanno scosso la piccola isola francese di Mayotte, nell’arcipelago delle Comore, situata tra il continente africano e il Madagascar. La maggior parte erano lievi tremori, ma uno di loro, prodotto il 15 maggio di quell’anno, con una magnitudo di 5,8 gradi, è stato il più potente registrato fino ad oggi nella storia della regione.

Mesi dopo, a novembre, un appassionato di terremoti ha registrato rare onde sismiche che iniziarono a diffondersi in tutto il mondo risuonando per più di 20 minuti, ma con una frequenza troppo bassa per essere percepita dagli umani.

Incuriositi dal fenomeno gli scienziati francesi del Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica Francia Research (CNRS), hanno deciso di indagare sul fenomeno riuscendo a scoprire la fonte della attività sismica: la nascita di un vulcano sottomarino a circa 50 chilometri al largo della costa orientale di Mayotte.

Secondo gli scienziati, il giovane vulcano si trova a 3,2 chilometri sott’acqua, ha un’altezza di 0,8 chilometri e misura 4,8 chilometri nel suo punto più largo. Non è ancora chiaro se il vulcano sia ”nuovo” o semplicemente stia ricominciando la sua attività su una struttura più antica.

C’è ancora molta ricerca da scoprire – aggiunge Mark Tingay, specialista in geomeccanica presso l’Università di Adelaide, in Australia – ma è un’occasione per gli scienziati di studiare quello che è forse la nascita o il risveglio di un vulcano sottomarino.” Fonte: www.scienzenotizie.it

A cura di Ufoalieni.it

loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.