Punto Marconi: «Portale intergalattico utilizzato dagli UFO in Messico»

Luoghi diversi in tutto il mondo sono diventati un “punto caldo” per gli avvistamenti UFO. Uno di questi posti è in Messico; Marconi Point Possibile portale intergalattico per il trasporto di navi extraterrestri?

punto marconi scultura rappresentativa

Il comune di Atlixco, Puebla, ha un luogo che, per anni, è stato testimone di massicci avvistamenti di UFO. Conosciuto come Punto Marconi, sembra essere controllato da una forza al di fuori del nostro mondo.

Punto Marconi: Portale Intergalattico?

A un’ora dalla capitale Puebla, lungo l’autostrada federale Puebla-Atlixco, centinaia di visitatori da tutto il mondo si riversano a Punto Marconi.

Si ritiene che in questo luogo sia possibile stabilire una connessione con esseri intergalattici. Lo ha annunciato il compianto ufologo Norberto Gil, che ha spiegato che il luogo è stato scoperto dal padre, l’ingegnere industriale Norberto Gil Salgado.

Insieme, hanno esaminato il luogo, scoprendo che è un punto caldo per gli avvistamenti di fenomeni aerei non identificati. Quindi è possibile che ci sia un portale intergalattico nell’area.

Ma questa non è l’unica cosa che succede. Ha spiegato una situazione piuttosto peculiare che si verifica nella zona; quando un oggetto è posizionato sul pendio, invece di scendere, sale.

Questo fenomeno è stato attribuito per anni al magnetismo. Tuttavia, dopo studi effettuati nel 1991, uno specialista ha scoperto con un altimetro che, in realtà, c’è una variazione di 80 gradi sul pavimento di asfalto, che provoca l’effetto.

C’è una variazione di 80 gradi tra il punto A, verso il centro di Atlixco, rispetto al punto B, verso San Baltazar Atlimeyaya. Questo fa sì che le cose o anche le auto, quando lasciate in folle, salgano il pendio invece di scendere“.

Avvistamenti UFO

Dagli anni ’90, la gente del posto ha assistito a strane forme e luci che attraversano il cielo. Soprattutto durante la notte.

Ciò ha fatto aumentare la popolarità del sito tra ufologi e specialisti, che sono venuti sul posto per indagare.

Gil ha detto che diversi gruppi di ricerca sono arrivati ​​sul posto negli anni 90. Uno dei ricercatori più rinomati è stato Jaime Maussan, che ha chiamato l’area Punto Marconi in riferimento alla parte elettromagnetica.

Il MUFON ha dichiarato che, per essere una “vittima” di avvistamenti UFO, un luogo deve soddisfare 4 caratteristiche: insediamenti acquatici nei dintorni, vulcani o montagne, insediamenti umani storici e la volta celeste devono essere visti.

Il Marconi Point ha tutte queste caratteristiche; ci sono 4 vulcani intorno ad esso, Popocatépetl, Iztaccíhuatl, La Malinche e Pico Orizaba. Ci sono anche diversi fiumi che circondano l’area ed è uno spazio aperto che lascia visibile la volta celeste. Inoltre, diverse culture antiche abitavano la zona.

L’impatto che l’area ha avuto è stato tale che nel 2001 è stata realizzata una scultura rappresentativa di un UFO. È stato realizzato dallo scultore cileno Ricardo Vivar, che ha utilizzato i rifiuti industriali per creare “l’UFO della Casa Bianca di Atlimeyaya”. Un’opera di 8 metri di diametro e 7 metri di altezza.

Punto Marconi è considerato il 7° posto con più attività UFO del pianeta. Oltre a questo, ha un bellissimo paesaggio naturale, che la fa visitare da centinaia di turisti provenienti da tutto il mondo… e forse da altri pianeti.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

938Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “Punto Marconi: «Portale intergalattico utilizzato dagli UFO in Messico»

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina