Rapimenti alieni: Niente è mai come sembra

Poiché si suppone che gli alieni puliscano le menti delle loro vittime, ciò che accade realmente durante i rapimenti viene spesso rivelato solo attraverso l’ipnosi regressiva.

Rapimenti alieni
Generalmente, il rapitore si sente obbligato, o è costretto, a entrare in un’astronave aliena dove incontra i visitatori.

Questi sono spesso descritti come piccole figure grigie con grandi occhi neri e un corpo glabro. Si dice spesso che abbiano grandi teschi e comunichino con il loro prigioniero umano attraverso la telepatia.

Il messaggio inviato all’uomo o alla donna dice loro di non aver paura, che non verranno danneggiati. Il candidato viene scansionato o esaminato e quindi posizionato su un tavolo operatorio.

Questa parte del rapimento è spesso offuscata, anche durante l’ipnosi, ma sembra che gli alieni eseguano una serie di test e un tema ricorrente è che eseguono estesi esperimenti sessuali sul loro soggetto.

Il corpo dell’addotto viene perforato, sondato e manipolato. Alcuni riferiscono addirittura di avere dispositivi di localizzazione o altre apparecchiature impiantate sotto la pelle.

L’umano viene riportato dove è stato raccolto, spesso senza alcun ricordo di esso. Di conseguenza, rimangono perplessi nel rendersi conto che sono trascorse un numero inspiegabile di ore.

Si dice che gli effetti fisici siano sorprendenti. Molte persone hanno lividi su tutto il corpo e soffrono di dolorosi mal di testa la mattina successiva.

Le vittime del rapimento femminile sono particolarmente inclini al dolore sessuale. In tutti i casi si avverte un’estrema sensazione di affaticamento.

I risultati psicologici sono spesso ancora più estremi. Alcune persone sentono di amare gli alieni e sono diventate ricche dal contatto.

Questi addotti credono che i visitatori siano venuti per metterci in guardia e aiutare l’umanità a proteggere il pianeta. Ma questi tipi di esperienze sono in minoranza.

Molti sperimentano un senso di stupro e disperazione, molto simile a quello delle vittime di violenza. È spesso mescolato con confusione, incredulità e un senso di possibile follia.

Molte vittime di rapimenti hanno bisogno di un consulto per ritrovare un certo senso di stabilità e, in caso di traumi estremi, è noto che si suicidano.

Tuttavia, molti ricercatori si chiedono se i ricordi di abduzione siano essi stessi causati da problemi psicologici e non viceversa.

La prima volta che i rapimenti alieni entrarono nella coscienza pubblica fu nel settembre 1961, quando Barney e Betty Hill sarebbero stati catturati da esseri alieni.

Hills ha fornito un resoconto sotto ipnosi alcuni anni dopo che ha rivelato tutti i tipi di strani esperimenti che erano stati eseguiti su di loro.

Le prove riportate sui corpi degli addotti sono difficili da respingere e se un impianto venisse mai ufficialmente rimosso e studiato, potrebbe fungere da prova conclusiva.

Fino ad allora, molti scienziati rimarranno scettici sul fatto che questo fenomeno non sia altro che il prodotto di immaginazioni facilmente immaginabili.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

162Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina