UFO guida un treno merci in Russia per 50 km!

Nel febbraio 1985 il treno merci n.1702 ,con 70 vagoni vuoti, era diretto a Kostomuksha. Il macchinista,
Sergey Orlov ed il collega Mironov stavano chiacchierando, quando, superata la stazione di Essoila alle ore 2:35, Orlov notò uno strano oggetto rotondo (ufo) che si intravvedeva dietro le piante, l’oggetto si muoveva parallelamente al treno.

Mironov non riuscì a parlare per un po’ dalla sorpresa nel vedere poi quella strana sfera attraversare la ferrovia e rimanere davanti al treno a pochi metri di distanza. Orlov frenò bruscamente per non impattare con l’oggetto anomalo, ma il treno non si fermò, come se un potere misterioso lo facesse continuare ad avanzare nella sua corsa.

I due uomini ora erano come ipnotizzati e fissavano la sfera luminosa continuamente.

Più tardi affermarono agli inquirenti che la sfera aveva una forma geometrica regolare, precisa, con un diametro approssimativo di 4 metri e si muoveva silenziosa a pochi metri di distanza dalla ferrovia. Quando il treno si stava avvicinando alla stazione di Novye Peski.

ufo

Orlov scoprì che la radio portatile funzionava, così tentò disperatamente di spiegare quello che stava accadendo al capostazione, quest’ultimo uscì di corsa dal suo ufficio e rimase di stucco nel vedere un oggetto volante a forma di bacinella capovolta, seguito da una sfera luminosa, dietro ai quali giungeva il treno lanciato a 60 km/h di velocità.

La sfera luminosa si allontanò dalla locomotiva e girò attorno alla stazione, il treno invece continuò la sua corsa, come mosso da una forza invisibile.

Si trattava di un Ufo?

La storica Alexey Popov, studiosa del fenomeno UFO, nella repubblica della Karelia, affermò che il guidatore del treno ed il collega parlarono solo della sfera perché non avevano visto l’UFO a forma di bacinella capovolta dalla loro cabina.

Quando la sfera transitò per la stazione di Novye Peski allontanandosi dal treno, questo rallentò bruscamente e gli uomini dentro il locomotore urtarono contro il vetro, ma poi, una volta riavvicinatasi, il treno riprese la sua velocità, riuscendo in seguito a concludere la sua corsa vicino alla stazione di Zastava.

Orlov allora scese per controllare le ruote e, mentre girava attorno alla locomotiva, sentì una forza che lo schiacciava contro di essa, che gli impediva di muoversi, e a malapena riuscì a tornare nella cabina, quando entrò, il treno si riaccese improvvisamente, quasi lo stesse aspettando, si mosse ancora qualche metro fino a quando la palla luminosa sparì sopra la foresta. Alexey Popov dichiarò che l’ evento durò un’ora e venti minuti.

I macchinisti ebbero un crollo nervoso in seguito al fatto. I registri automatici del treno ed altri documenti provano che il fatto avvenne realmente, ma non furono date spiegazioni razionali. La sfera luminosa era già stata notata alla stazione di Kutizhma prima che si avvicinasse al treno.

Secondo i due uomini si trattava di un UFO. Il dottore di fisica e scienze matematiche dell’Università statale di Mosca, Leonid Speransky discutendo di questo caso affermò:

“L’ipotesi di vita aliena non può essere esclusa a priori, né confermata sulla base delle attuali conoscenze scientifiche, in Russia i resoconti di avvistamenti UFO sono tantissimi”.

Il Vestnik UFO Bulletin fece una ricerca nel 1999 e rivelò che il 9% dei russi dichiarò di aver visto un UFO, mentre il 56% degli intervistati credeva nell’esistenza della vita extraterrestre.

A cura di Ufoalieni.it

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *