Due teschi “alieni” scoperti in Russia, un’istituzione nazista segreta e la ricerca dell’origine dell’umanità

In quella che suona come una scena di un film di Indiana Jones, i giornali russi “Komsomolskaya Pravda” e “Rossiyskaya Gazeta” indicano che una valigetta e due teschi simili a alieni sono stati scoperti nelle montagne della regione caucasica di Adygeya. 

Tra la valigetta, i suoi cercatori hanno trovato due teschi appartenenti a una creatura sconosciuta. Ahnenerbe era probabilmente la società più segreta all’interno delle SS dedicata allo studio delle forze occulte e soprannaturali sulla Terra.

Secondo i ricercatori, è probabile che i membri delle SS fossero interessati ai misteri degli antichi dolmen e alle elevate quantità di radioattività presenti nella regione conosciuta come il canyon di Kishinski.

Tuttavia, i ricercatori ritengono che sia anche possibile che stessero cercando il Kuban Rada d’oro, perso da qualche parte nella regione durante la guerra civile russa (1917-1923). (Il Kuban Rada (in russo: Кубанская Рада; in ucraino: Кубанська Рада) era l’organizzazione suprema dei cosacchi di Kuban, che rappresentava tutti i capi dei distretti.) (fonte)

Tra gli oggetti, i ricercatori hanno anche scoperto una mappa di fabbricazione tedesca del territorio di Adygeya che si ritiene sia stata creata nel 1941. Gli esperti sono rimasti stupiti dall’accuratezza e dalla completezza della mappa.

Gli storici conoscono molti dettagli dell’operazione Wehrmacht Edelweiss avvenuta sulla cima dell’Elbrus, la montagna più alta d’Europa, situata nella repubblica di Kabardino-Balcaria nel Caucaso russo.

Tuttavia, quale fosse lo scopo esatto di questa misteriosa organizzazione sulle montagne di Adygea, rimane un mistero profondo, così come il collegamento tra la misteriosa valigetta, il suo contenuto, e i due teschi anomali che non hanno un aspetto umanoide.

L’Ahnenerbe: istituzioni misteriose con obiettivi misteriosi

valigetta

L’Ahnenerbe era un istituto della Germania nazista con lo scopo di ricercare la storia archeologica e culturale della razza ariana. L’istituto condusse esperimenti e lanciò numerose spedizioni in tutto il mondo nel tentativo di dimostrare che le popolazioni mitologiche nordiche governavano il mondo in un lontano passato. Il nome Ahnenerbe significa “ereditato dagli antenati”.

L’Ahnenerbe volevano sapere tutto ciò che riguardava il mistero e l’ignoto del nostro pianeta, fecero diverse spedizioni in Tibet, Antartide e Caucaso e nutrirono un enorme interesse per il fenomeno UFO, alla ricerca del potere ultimo e assoluto.

È ben noto al mondo che la Germania di Hitler era attivamente impegnata nello sviluppo di nuovi tipi di armi ritenute in grado di cambiare il corso della guerra. Per questo hanno lavorato nell’Ahnenerbe oltre 300 specialisti di diversi settori, tutti menti brillanti e istruite con grandi conoscenze scientifiche.

teschio

È interessante notare che solo pochi sanno che, anni prima dell’inizio della guerra, specialisti in strade di montagna di un’organizzazione di costruzione militare tedesca si offrirono di aiutare l’URSS a costruire una strada tra Pitsunda e Ritsa (dalla costa del Mar Nero, in Abkhazia), in quanto un mezzo di cooperazione internazionale.

Dopo aver completato i lavori, si scoprì che gli specialisti tedeschi erano morti misteriosamente, la loro auto era precipitata nel varco in una curva. Fino ad oggi, i turisti affollano il Lago Ritsa attraverso i tunnel costruiti dai tedeschi.

Acqua russa della vita

Si scoprì in seguito che la costruzione di questa strada strategica aveva dietro di sé ragioni molto misteriose.

Si è scoperto che gli idrologi di Ahnenerbe hanno stabilito che la composizione dell’acqua prelevata da una sorgente situata in una grotta sotto il lago Ritsa era l’ideale per produrre plasma sanguigno umano.

“L'”acqua viva” dall’Abkhazia è stata trasportata in contenitori d’argento prima sulla costa, poi in sottomarino sul fondo di Costanza e infine in aereo in Germania”, spiega Bormotov, professore del dipartimento di economia e gestione della Maikop State Technological Università. C’erano anche piani per costruire tunnel per sottomarini, che portavano dal mare a Ritsa, ma questi piani furono interrotti dalla guerra.

teschio 2

È noto che il 49° Corpo da Montagna della Wehrmacht, che salì sul Monte Elbrus, soggiornò nella regione di Adygeya. Nella valle del fiume Belaya vicino al villaggio cosacco di Dajóvskaya, c’era il reggimento delle SS di Westland e tra i fiumi Pshish e Psheja furono installati i reggimenti di carri armati della Germania.

Nell’autunno del 1942 l’aeroporto di Maikop fu visitato dal 3° Squadrone del 14° gruppo di ricognizione, che disponeva di velivoli da ricognizione bimotore soprannominati FW-189, dotati dei più sofisticati strumenti di spionaggio e da molti considerati laboratori segreti volanti.

Questo è stato più che sufficiente per proteggere le indagini sotto copertura che potrebbero essere state eseguite dagli Ahnenerbe sulle montagne di Adygea“, afferma Bormotov. “Maikop era la città dove la Wehrmacht aveva il suo quartier generale. Da lì fu organizzato il comando di tutta la campagna militare tedesca nel Caucaso.

Nell’autunno del 1942, sulle montagne dell’Adighezia, non c’era una linea difensiva militare definita, e ci sono notizie di soldati che si aggiravano nelle profondità delle montagne. Non è chiaro il motivo per cui le truppe furono dispiegate sul monte Pshekish nell’agosto 1944 quando la linea del fronte si era già spostata molto a ovest.

Cos’è che i nazisti non hanno avuto il tempo di finire sul monte Pshekish? Questi misteriosi movimenti possono essere spiegati e messi in relazione con le indagini dei ricercatori di Ahnenerbe?” si chiede Bormotov.

teschi

Molte persone presumono che i nazisti fossero interessati ai dolmen, le costruzioni preistoriche attribuite ai costruttori di Atlantide situati nella regione, e “la porta di mondi paralleli”.

Ancora oggi si parla di eventi insoliti nella zona. Recentemente c’è stato un articolo sulla stampa locale che parlava della scoperta di uno scheletro gigante di tre metri di altezza che apparteneva a una razza umana sconosciuta nel canyon di Borjomi.

I teschi degli dei

I media russi scrivono che i misteriosi teschi sono stati trovati in una grotta sul monte Bolshoi Tjach quasi due anni fa da un gruppo di esploratori guidati dall’etnografo Vladimir Melikov.

Secondo Melikov, la creatura di uno dei teschi era diversa da qualsiasi cosa conosciuta dall’uomo e camminava su due gambe. Melikov afferma che tra le caratteristiche più misteriose dei teschi c’è l’assenza della volta cranica e delle mascelle. Le orbite sono insolitamente grandi con caratteristiche facciali che ricordano gli umani.

Anche se confrontato con il teschio di un orso, è difficile pensare di non avere tra le mani i resti di una creatura aliena, ha detto Melikov.

I paleontologi a Mosca non erano molto entusiasti quando hanno ricevuto le fotografie dei misteriosi teschi, hanno semplicemente riconosciuto che i teschi sono diversi da qualsiasi cosa avessero mai visto, suggerendo che i teschi avrebbero potuto essere sommersi ed esposti alla sabbia per lunghi periodi di tempo, qualcosa che potrebbe aver alterato la forma dei crani, ma, se così fosse, come possiamo spiegare le “deformazioni” quasi identiche in entrambi i crani che sembrano seguire schemi simili?

ritrovamento teschi

Speculazioni o realtà? Gli antichi Anunnaki in Russia

Alcuni ricercatori sono andati oltre e hanno stabilito collegamenti tra i misteriosi teschi e gli antichi Anunnaki. Dopo aver guardato le immagini, molti suggeriscono che questi misteriosi teschi siano stati cercati dai ricercatori dell’Ahnenerbe poiché appartenevano ai visitatori delle Stelle, degli dei e dei creatori della razza umana, e i ricercatori dell’Ahnenerbe sapevano esattamente cosa stavano cercando.

Possiamo costruire tutti i tipi di versioni e congetture, ma la verità è che i resti trovati nelle montagne di Aguideya ti costringeranno a ripensare a tutto ciò che sai“, ha detto Bormotov ai giornali russi.

In conclusione, possiamo dire che questi misteriosi ritrovamenti sono qualcosa che ti fa sicuramente chiedere cos’altro ci sia là fuori.

Ti fa pensare ad altre istituzioni segrete che avevano idee e piani simili a quelli dell’Ahnenerbe. I teschi e gli oggetti scoperti in Russia rimarranno alcuni dei ritrovamenti più misteriosi dell’ultimo decennio e la verità dietro di essi sembra molto più misteriosa di quanto possiamo immaginare.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

3.5K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “Due teschi “alieni” scoperti in Russia, un’istituzione nazista segreta e la ricerca dell’origine dell’umanità

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina