Fatti sulla Bibbia che probabilmente non conoscevi

È vero che Eva non è la prima donna nominata da dio? O che il numero 666 non rappresenta il diavolo? Più sappiamo riguardo i testi sacri, tanto più sorprendenti sono questi meravigliosi racconti che emergono dai suoi contenuti e dalla sua storia.

Fatti sulla Bibbia che probabilmente non conoscevi

masoreti custodi della bibbia

La lista di buona fede

Fino al terzo secolo non si conoscevano i testi che avrebbero effettivamente formato la Bibbia. Fu il consiglio di Nicea nel 325 d. C. che riuscì a distinguere i veri dai falsi testi, attraverso “la scelta miracolosa” e determinò cosa dovrebbe essere integrato.

Nel corso della storia, sono state mantenute quattro versioni per giustificare la preferenza per i quattro libri canonici. Una versione dice che i Vescovi pregarono a lungo finché i quattro testi “scelti” volarono e atterrarono sull’altare da soli.

Un altro sostiene che i Vangeli furono collocati su un altare e che i testi apocrifi caddero da soli mentre il terzo racconto dice che a Dio fu chiesto di far cadere le Scritture che contenevano false parole. Solo quattro sono stati eletti. Un’altra versione afferma che lo Spirito Santo entrò nel recinto di Nicea prendendo forma di una colomba, sussurrando a ciascuno dei Vescovi quali erano gli autentici Vangeli.

Pochi e costosi

La copia della vecchia Bibbia è un tesoro per qualsiasi museo o collezionista. Ci sono alcune versioni, come Johannes Gutenberg, che è stato stampato nel 1460, il cui prezzo è incalcolabile. Si stima che Gutenberg sia stato il primo a riuscire a stampare, illustrare e legare 180 Bibbie di 1.282 pagine ciascuna, con due colonne di 42 righe.

Al momento ci sono solo 60 copie di questa edizione. La Germania ha 15 di queste Bibbie, per lo più conservate in biblioteche di una università. Una di queste bibbie fu acquistata dalla Biblioteca del Congresso nel 1930. Ma solo due copie sono in condizioni eccellenti, una è nella Biblioteca Nazionale di Parigi e l’altra nella British Library a Londra.

Le divisioni

La divisione dei versi dell’Antico Testamento è stata fatta da studiosi ebrei delle Scritture, chiamati Masoreti. I Masoreti dedicarono le loro vite alla recitazione e alla copia delle Scritture. I Masoreti furono i primi che, tra il IX e il X secolo, divisero il testo dei versi dell’Antico Testamento.

Influenzato dal lavoro dei Masoreti, lo stampatore francese Robert D’Etienne divise i versetti del Nuovo Testamento nell’anno 1551. La prima Bibbia che includeva la divisione di capitoli e versi era chiamata “Bibbia di Ginevra” pubblicata in Svizzera nel 1560. I redattori della Bibbia di Ginevra, optarono per capitoli e versi per facilitare la memorizzazione, l’ubicazione e il confronto dei brani biblici.

Eva non era la prima

Il primo nome di una donna che Dio diede fu Sara, la prima moglie di Abramo. Secondo Genesi 17:15 “E Dio disse ad Abrahamo:” Quanto a Sarai, tua moglie, non la chiamerai Sarai, ma Sara sarà il suo nome “. Dio cambiò i nomi perché Sara significa” principessa fra le donne “.

Sara divenne un esempio di fede e un modello femminile per il popolo ebraico. Eva o “Eve” non era un nome che Dio ha dato, ma Adamo. Eva significa “madre di tutti gli esseri umani“.

Il numero del diavolo cambia

Per secoli si è creduto che l’Apocalisse fosse collegata all’inferno con il numero 666, ma in realtà è 616. Nel 2005 una squadra dell’Università di Bimmingham ha tradotto la copia più antica del Nuovo Testamento e trovata nel libro delle Rivelazioni una traduzione errata.

Né l’ebraico né il greco possedevano un sistema numerico indipendente, questo era legato alle lettere dei loro alfabeti. Per questo motivo, il numero 666 sarebbe corretto solo se la traduzione fosse stata fatta dall’ebraico in greco, ma la traduzione sarebbe stata fatta dal latino in ebraico, e questo numero sarebbe 616.

Questo è soltanto un inizio delle correzioni di traduzioni sbagliate che continueranno sempre a essere corrette e cambiate in futuro. Quindi per i sostenitori di Satana e del suo numero 666, mi dispiace darvi questa spiacevole notizia: avete adorato qualcosa di inesistente.

A cura di Ufoalieni.it

loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.