Il Giuramento degli Astronauti sulla Bibbia: Verità o Mito? | Ufo e Alieni
Ven. Giu 9th, 2023

Nell’era digitale dei social media, l’argomento del “Giuramento degli Astronauti sulla Bibbia” è emerso come un punto focale di discussione. Le informazioni viaggiano alla velocità della luce, raggiungendo angoli del mondo in un batter d’occhio, alimentando sia la conoscenza che la disinformazione. Questa facilità di condivisione e accesso alle informazioni ha aperto la porta a un fenomeno inquietante: la diffusione di teorie della cospirazione.

Queste teorie, spesso prive di fondamento e basate su interpretazioni distorte dei fatti, possono diffondersi rapidamente, alimentando dubbi e disinformazione. Tra queste, una riguarda un evento emblematico del XX secolo: l’atterraggio sulla luna.

Questo evento storico, che ha segnato un punto di svolta per l’umanità e ha ampliato i confini della nostra comprensione dello spazio, è stato messo in discussione da alcuni sostenitori di teorie della cospirazione. Essi citano il rifiuto di Neil Armstrong, il primo uomo a mettere piede sulla luna, di giurare sulla Bibbia che effettivamente ci era stato

Ma è davvero così? Questo articolo esplora la verità dietro questa controversia, esaminando le prove e separando i fatti dalla finzione.

Il Giuramento Controverso: Il Video

Giuramento bibbia Neil Armstrong
Un video che ha suscitato molte discussioni e controversie è diventato un punto focale in questa teoria della cospirazione. Girato nel 2002, il video mostra un confronto tra Armstrong e un uomo di nome Bart Sibrel. Sibrel, che si presenta come un rappresentante di “ABC Digital”, sfida Armstrong riguardo alla sua storica passeggiata sulla luna del 20 luglio 1969.

Nel video, Sibrel si avvicina ad Armstrong e gli chiede di mettere la mano sulla Bibbia e giurare che ha effettivamente camminato sulla luna. Armstrong, tuttavia, risponde con scetticismo, affermando: “Sig. Sibrel, conoscendoti, quella è probabilmente una Bibbia falsa“.

Questo video ha alimentato le fiamme della teoria della cospirazione, con molti che lo interpretano come una “prova” che l’atterraggio sulla luna era un falso. Ma è davvero così? O c’è un’altra spiegazione per il rifiuto di Armstrong di giurare sulla Bibbia?

Bart Sibrel: Un Teorico della Cospirazione

Bart Sibrel, figura che ha suscitato dibattiti accesi in quanto teorico della cospirazione e produttore cinematografico, ha acquisito notorietà per la sua audace affermazione che l’atterraggio sulla luna fosse un montaggio. La sua convinzione radicale lo ha portato a seguire gli astronauti dell’Apollo, Bibbia alla mano, con la richiesta insistente di farli giurare sulla loro effettiva camminata sulla luna.

Sibrel ha avuto diversi incontri diretti con i protagonisti dell’esplorazione spaziale, derivanti dal suo approccio deciso a quest’argomento. Il momento forse più significativo si è verificato nel 2002, quando ha avuto un confronto diretto con Buzz Aldrin, il secondo uomo a mettere piede sulla luna, il quale ha risposto in modo piuttosto energico alla sua insistenza.

Il Giuramento e Armstrong: Un Deista

Neil Armstrong, l’uomo che ha lasciato il primo segno umano sulla superficie lunare, è spesso stato al centro di discussioni riguardanti la sua fede e le sue convinzioni religiose. Contrariamente a quanto affermato in alcuni post sui social media, Armstrong non era un seguace devoto del Cristianesimo. Questa affermazione, come molte altre circolate online, è infondata e non corrisponde alla verità della sua vita personale e delle sue convinzioni.

Un libro intitolato “A Reluctant Icon: Letters to Neil Armstrong” di James R. Hansen, ex storico della NASA, offre una visione più accurata e dettagliata della spiritualità di Armstrong. Secondo Hansen, Armstrong “non era un uomo religioso in alcun senso dottrinale“.

Questa rivelazione potrebbe sorprendere molti, considerando che sua madre era “una cristiana evangelica fortemente devota”. Tuttavia, Armstrong aveva le sue convinzioni personali che non si allineavano necessariamente con le tradizionali dottrine religiose.

Armstrong era un deista, una credenza che sostiene l’esistenza di un essere supremo, ma rifiuta l’idea che questo essere supremo intervenga attivamente nell’universo. Questa visione del divino si allinea con l’idea di un universo governato da leggi naturali, un concetto che risuona con molti scienziati e ricercatori. Armstrong, con la sua formazione ingegneristica e la sua esperienza come astronauta, era uno di questi.

La Verità sull’Atterraggio sulla Luna

Nonostante le affermazioni dei teorici della cospirazione, non esiste alcuna prova che l’atterraggio sulla luna sia stato falsificato o che gli astronauti non abbiano camminato sulla luna. Al contrario, esistono molte prove che dimostrano che l’atterraggio sulla luna è effettivamente avvenuto. Le fotografie dell’atterraggio sulla luna sono facilmenteaccessibili e sono state ampiamente verificate.

Conclusione

In conclusione, il rifiuto di Neil Armstrong di giurare sulla Bibbia quando è stato affrontato da un teorico della cospirazione non è una prova che l’atterraggio sulla luna fosse falso. Questa affermazione è infondata e non fa altro che alimentare la disinformazione. È importante ricordare che le teorie della cospirazione possono essere dannose e che è nostro dovere come consumatori di informazioni verificare le fonti e cercare informazioni accurate e affidabili.

Il Ruolo dei Social Media

I social media e le piattaforme online hanno un ruolo significativo nella diffusione di queste teorie della cospirazione. È fondamentale essere consapevoli di come queste piattaforme possano essere utilizzate per diffondere informazioni false e ingannevoli. Dobbiamo essere critici nei confronti delle informazioni che consumiamo e condividiamo.

La Fede e la Scienza

La questione del giuramento sulla Bibbia porta anche a una discussione più ampia sulla relazione tra fede e scienza. Mentre alcune persone possono vedere un conflitto tra queste due aree, altre vedono la possibilità di una coesistenza armoniosa. Neil Armstrong, per esempio, pur non essendo un cristiano devoto, era un deista e credeva in un essere supremo.

In definitiva, la verità dell’atterraggio sulla luna non risiede in un giuramento sulla Bibbia, ma nelle numerose prove scientifiche e nei resoconti storici che abbiamo a disposizione.

© Riproduzione riservata
A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Rifermenti:

  1. History.com: Moon Landing Conspiracy Theories (in inglese): Questo articolo fornisce una panoramica delle teorie del complotto sull’atterraggio sulla luna, compresa quella che coinvolge Neil Armstrong e il suo rifiuto di giurare sulla Bibbia.
  2. Biography.com: Neil Armstrong (in inglese): Questa biografia di Neil Armstrong offre una panoramica della sua vita, comprese le sue convinzioni religiose.
  3. Fact Check-Neil Armstrong e il giuramento sulla Bibbia (in inglese): Questo articolo di Reuters esamina il video di Neil Armstrong che rifiuta di giurare sulla Bibbia riguardo alla sua passeggiata sulla luna. L’articolo sottolinea che il rifiuto di Armstrong non è una prova che l’atterraggio sulla luna sia stato falso.

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Un pensiero su “Il Giuramento degli Astronauti sulla Bibbia: Verità o Mito?”

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina