Gli alieni sono tra noi: perché ci nascondono la verità?

Si è già verificato un contatto extraterrestre? Tutte le prove lo indicano. Tuttavia, Steven Greer, un famoso ufologo, ha affermato che ci sono interessi che non vogliono che questo sia noto pubblicamente.

Steven Greer alieni tra noi

Durante un’intervista con il portale RT, Greer ha affermato che ci sono prove inconfutabili che gli alieni ci visitino. E non solo, tutti coloro che sono coinvolti nei progetti classificati di alto livello sono a conoscenza…

Ci stanno nascondendo la verità sugli alieni?

Il direttore del Center for the Study of Extraterrestrial Intelligence ha affermato che le informazioni riservate non sono disponibili per tutti. Questo perché dipende dal mantenimento dell’attuale potere geopolitico, dal sistema macroeconomico basato sul petrolio e dalle attuali tecnologie.

Ecco perché esiste una sorta di consenso internazionale tra le élite che determina la politica informativa in materia di extraterrestri. Questo è controllato da un’organizzazione transnazionale e non ci sono confini geopolitici per esso.

Uno dei maggiori esempi di ciò sono i documenti che il KGB dell’ex Unione Sovietica e altre agenzie di intelligence statunitensi hanno collaborato per indagare sulla questione durante la Guerra Fredda.

Gli Stati Uniti sono stati molto più attivi in ​​quest’area grazie al loro livello tecnologico e all’influenza macroeconomica nel mondo.

A sua volta, l’esperto è convinto che i leader statunitensi non abbiano il controllo completo su queste questioni. Il grande livello di segretezza che esiste intorno agli alieni è più un problema per la democrazia in generale, poiché gli interessi elitari minacciano la libertà del mondo e la nostra esistenza geofisica, quella della biosfera.

Silenziato per aver detto la verità?

Greer ha anche confessato che 3 membri della sua squadra sono stati uccisi, incluso un ex direttore della CIA. Questo perché avevano dati importanti che avrebbero rivelato e la realizzazione di documentari sugli extraterrestri.

Ecco perché l’esperto ha informazioni importanti che, nel caso gli succedesse qualcosa, verranno immediatamente divulgate su Internet. Qualcosa che, come spiega, sarebbe una catastrofe per l’élite.

Tuttavia, sostiene che ci sono molte persone nel Pentagono e nella CIA che sono favorevoli alla divulgazione. Vogliono che il grande pubblico abbia a portata di mano tutte le informazioni necessarie e che questo pensiero sia tenuto anche da alti funzionari in Russia, Cina, Regno Unito e Canada.

Anche così, lo specialista ritiene che ciò non accadrà. A meno che le persone non si rendano conto di quanto sia grave il problema e che siano necessarie soluzioni serie ai problemi ambientali, governativi ed economici in tutto il mondo.

Possibile che gli alieni siano già tra noi, ma gli interessi geopolitici non permettono che si sappia la verità? Gli interessi economici dell’élite sembrano avere la precedenza sulla conoscenza generale dei cittadini del mondo… Cambierà mai?

A cura di Ufoalieni.it

2.5K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina