Gli scienziati vogliono clonare Leonardo da Vinci - Ufo e Alieni

Gli scienziati vogliono clonare Leonardo da Vinci

La scienza vuole clonare Leonardo Da Vinci; un grande dibattito etico circonda la possibilità di dare vita attraverso tecniche di clonazione a personaggi storici. Mentre alcuni sostengono che non può essere etico in alcun modo riprodurre artificialmente la vita umana, altri ritengono che la possibilità di riportare grandi menti del passato potrebbe contribuire a risolvere molti dei problemi che affliggono l’umanità oggi.

Leonardo da Vinci scienziato

Leonardo da Vinci era un erudito del Rinascimento italiano: pittore, scultore, architetto, musicista, scienziato, matematico, ingegnere, inventore, anatomista, geologo, cartografo, botanico e scrittore .

E ‘considerato una delle menti più brillanti che il mondo abbia mai conosciuto. Le sue visioni e opere erano ben al di là di quelli degli uomini nel suo tempo e la maggior parte della nostra tecnologia può essere accreditato a lui; è conosciuto come un genio universale.

Si è sempre pensato che da Vinci con le sue invenzioni ha anticipato i tempi, Leonardo da Vinci è stato ed è, noto soprattutto come pittore. Il dipinto più famoso del 1490 di di Leonardo è considerato come l’Ultima Cena; molti sostengono che ci sono significati nascosti all’interno di questo dipinto.

E ‘anche considerato la pittura religiosa più riprodotta di tutti i tempi.

La posizione esatta dei resti dell’inventore rimane un mistero. Nel 1863 fu ritrovata la sua tomba, il cui contenuto fu trasferito in una chiesa nel villaggio di Amboise, Francia; la tecnologia del tempo, tuttavia, non ha permesso gli esperti di confermare la veridicità dei resti della tomba.

presunta tomba di Leonardo da Vinci
La presunta tomba di Leonardo da Vinci

Clonare Leonardo Da Vinci con resti di dna

Non molto tempo fa, un gruppo di storici italiani annunciò la scoperta di una serie di reliquie perdute, appartenente al Da Vinci, che potrebbe includere il DNA del grande genio del Rinascimento.

Se questo è dimostrato, la scienza sarebbe in grado non solo di porre fine finalmente al mistero dietro il destino delle spoglie dell’inventore, ma anche alla fine clonare Leonardo Da Vinci.

La clonazione di un organismo richiede l’uso di un solo gene, quale la sequenza di DNA può essere replicata, secondo  l’University of Utah .

Un grande dibattito etico circonda la possibilità di dare vita attraverso tecniche di clonazione a personaggi storici.

Mentre alcuni sostengono che non può essere etico in alcun modo riprodurre artificialmente la vita umana, altri ritengono che la possibilità di riportare grandi menti del passato può contribuire a risolvere molti dei problemi che affliggono l’umanità oggi.

Secondo HealthAim, ad oggi, la clonazione è stato fatta solo negli animali. La Boyalife Group, una società in Cina, sta conducendo la costruzione della più grande fabbrica di clonazione del mondo, che entro la fine dell’anno sarà utilizzata per clonare mucche, cani e altri animali.

Boyalife sostiene che può clonare gli esseri umani. Tuttavia, la disapprovazione pubblica impedisce alla Società di effettuare repliche umane.

Visita il nostro store?

“La tecnologia è già lì”, ha detto Chief Executive Boyalife in relazione alla clonazione umana, riporta Top Secret Writers . “Se questo è permesso, non credo che ci sono altre società meglio di Boyalife con miglior tecnologia.”

Nel 2016, gli esperti hanno detto che, esaminando con attenzione i dipinti e i libri che appartenevano al genio del Rinascimento, si potrebbe forse trovare peli o scaglie di pelle da cui possono essere estratte tracce di DNA.

clonare leonardo da vinci dal suo dna

Ciò consentirebbe agli scienziati di determinare alcune delle caratteristiche fisiche, come il colore degli occhi di Leonardo da Vinci, il tono della sua pelle, e anche la forma del suo viso.

Rhonda Roby, un genetista del progetto, ha detto a Gizmodo che “c’è una possibilità di materiale biologico all’interno dei dipinti”, ma “la sfida sarebbe in realtà prendere del materiale senza danneggiare l’opera d’arte.”

Jesse Ausubel, il vice presidente della Lounsbery Fondazione Richard ha detto in un’intervista al Daily Telegraph che “E ‘ben noto che Leonardo ha usato le dita insieme con i suoi pennelli, e su alcune stampe potrebbe essere possibile trovare cellule dell’epidermide mescolati con i colori.”

Da Vinci è morto il 2 maggio 1519, mentre era al servizio di Francesco I di Francia, e fu originariamente sepolto nella cappella di Saint-Florentin al Royal Chateau d’Amboise, nella Valle della Loira.

Commenta e condividi l’articolo ufoalieni.it

loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.