Goldie Hawn parla dell'incontro con gli alieni: "Mi hanno toccato il viso" | Ufo e Alieni
Ven. Giu 14th, 2024

Goldie Hawn parla di un incontro alieno, affermando di averlo vissuto oltre 50 anni fa. La vincitrice dell’Oscar ha raccontato che gli alieni le hanno “toccato” il viso, e questo le è sembrato “come il tocco di Dio” nell’ultimo episodio del programma “Time to Walk” di Apple Fitness+.

Goldie Hawn
Goldie Hawn ha detto che gli alieni le hanno toccato il viso dopo aver sentito l’atterraggio di un UFO decenni fa.

Hawn, che ha 77 anni, ha sempre manifestato un forte interesse per l’idea della vita su altri pianeti sin da giovane. Ha ricordato una serata quando aveva circa 20 anni, trascorsa a fissare il cielo, sperando in una visita da parte di extraterrestri. In quel periodo, ha sottolineato, “ci sono stati molti avvistamenti di UFO“.

Ricordo chiaramente quella serata. Uscii dalla mia porta, mi sedetti su una piccola sporgenza e osservai il cielo notturno. Contemplai tutte quelle stelle e la mia mente si riempì di domande: ‘Quanto è vasto? Quanto siamo insignificanti? Siamo davvero l’unico pianeta nell’intero universo in grado di sostenere la vita?‘”, ha condiviso Hawn.

Poi dissi: ‘So che siete là fuori. So che non siamo soli. E spero di incontrarvi un giorno‘”, ha aggiunto.

Mesi dopo, la star del film “First Wives Club” stava lavorando come ballerina a West Covina, in California, e in un’occasione chiese di poter dormire nell’auto di un altro ballerino.

Sentii un suono acuto nell’orecchio, era una frequenza molto alta, altissima. Guardai fuori dalla finestra e vidi due o tre teste di forma triangolare“, ha ricordato.

Hawn ha descritto gli alieni come di colore “argento” con unabarra al posto della bocca“, un “piccolo naso” e senza orecchie.

La protagonista di “Overboard” ha riflettuto tra sé e sé: “Oh, mio Dio. Penso di aver avuto un incontro con esseri spaziali.

Tuttavia, in seguito Hawn non era certa se quell’incontro fosse reale.

Dubitai se stessi solo sognando tutto ciò, fino a quando non lessi quei libri. Ce n’erano molti. Persone che avevano avuto contatti, persone che avevano vissuto esperienze con gli UFO. Le loro storie somigliavano alla mia“, ha spiegato.

Molti anni dopo, ha condiviso la sua storia con un astrofisico dell’Università Urbana-Champaign dell’Illinois, che stava conducendo ricerche sugli incontri con gli alieni.

La loro conversazione ha risvegliato in Hawn ancora più ricordi dell’incontro.

All’improvviso mi è tornato in mente un dettaglio. Mi avevano toccato il viso, ed era stato come il tocco di Dio“, ha ricordato. “Era un sentimento gentile e amorevole, potente e luminoso“, ha aggiunto.

Ora, più di 50 anni dopo, Hawn afferma di continuare ad apprezzare l’idea della vita aliena.

Non potremo mai perdere la nostra meraviglia“, ha dichiarato. “Non è mai noioso. È davvero un aspetto importante dell’essere avventurieri, in cui nulla è impossibile“.

© Riproduzione riservata
A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Riferimenti:

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina