La misteriosa caccia per l’enigmatico tesoro di Oak Island

Oak Island è una piccola isola situata nella contea di Lunenbuklirg, nel sud della Nuova Scozia, Canada. Secondo il mito, un vecchio tesoro è stato abbandonato lì dai Templari spagnoli.

Molti credono che lì, oltre alla ricchezza incredibile si trovano gli scritti originali di William Shakespeare.

Il tesoro di Oak Island

Il tesoro di Oak Island “ufficialmente” iniziò nel 1795, quando Daniel McGinnis, un adolescente di 16 anni, scoprì una cavità circolare all’estremità sud dell’isola, accanto a un albero che aveva i segni di sollevamento su uno dei suoi rami.

McGinnis e i suoi amici, John Smith (in altre storie, Samuel Ball) e Anthony Vaughan, scavarono nel buco e trovarono uno strato di lastre profonde 30 cm.

rappresentazione isola di Oak Island

Sulle pareti del pozzo c’erano chiari segni di piccone. Continuarono a scavare e trovarono uno strato di tronchi a 3 metri sotto la superficie. Abbandonato lo scavo dopo aver raggiunto una profondità di circa dieci metri.

Circa otto anni dopo lo scavo del 1795, secondo gli articoli e le memorie originali di Vaughan, una compagnia esaminò il pozzo.

La Onslow Company ha percorso 300 miglia nautiche (560 km) dal cuore della Nuova Scozia, vicino a Truro, sull’isola per recuperare il presunto tesoro sepolto a Oak Island.

Continuarono a scavare fino a una profondità di circa 27,43 m e trovarono più tronchi e “segni” ogni 3 metri, oltre a strati di carbone, stucco e fibra di cocco a 12, 15 e 18 metri rispettivamente.

Secondo uno dei primi resoconti scritti, a una profondità di circa 27 metri, i cacciatori di tesori della Onslow Company rivelarono una pietra piatta con una serie di simboli misteriosi scritti sulla sua superficie.

Apparentemente, qualcuno è riuscito a tradurre le presunte incisioni che recitano “14 piedi in giù, 2.000.000 sterline [sterline] sono sepolti“.

Non esistono immagini o disegni della pietra e dei suoi simboli, e la pietra sarebbe scomparsa nel 1912.

Tuttavia, i simboli associati a questa traduzione appaiono nel libro True Tales of Buried Treasure, dell’esploratore e storico Edward Rowe Snow, nel 1951.

In quel libro, afferma che il Reverendo AT Kempton di Cambridge, nel Massachusetts, gli consegnò una copia dei simboli di registrazione.

Dopo di ciò non si seppe più nulla di Kempton.

Il pozzo fu successivamente allagato a una profondità di 10 metri il livello dell’acqua, così lo scavo fu abbandonato.

I ricercatori della vecchia compagnia Truro, nel 1849, continuarono a scavare fino a 26 m di profondità, producendo un’altra inondazione e continuarono a perforare.

Secondo un resoconto del diciannovesimo secolo, la perforazione passò attraverso una piattaforma di legno a una profondità di circa 30 metri. Continuarono a scavare ma non trovarono niente più che pezzi di metallo e frammenti di legno.

Si dice che siano state trovate abbondanti quantità di ossa umane e fibre di cocco.

Recentemente l’ossessione di Oak Island ha conquistato due fratelli del Michigan; Rick e Marty Lagina, che hanno acquistato gran parte dell’isola per svelare il tesoro delle isole.

Trovare il tesoro nascosto era l’ossessione di molti: ingegneri, minatori e persino il presidente Franklin Roosevelt.

Tuttavia, nessuno è ancora riuscito a scoprire alcun tesoro.

Purtroppo, molte persone sono persino morte cercando di trovare quel tesoro che si suppone riposa da qualche parte sull’isola, a circa 60 metri sotto la superficie.

Nel frattempo, più cacciatori di tesori scavano, e i buchi sotterranei si allagano a causa di un sistema di canali che esiste sull’isola, complicando ancora di più il compito già pericoloso. Commenta e condividi l’articolo.

A cura di Ufoalieni.it

loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.