James Webb: la foto dei Pilastri della Creazione sconcerta gli astronomi

Il James Webb Space Telescope della NASA ha rivolto la sua visuale verso la famosa regione dello spazio conosciuta come i Pilastri della Creazione, rivelando una vista senza precedenti.

Il James Webb Space Telescope ha dimostrato ancora una volta il suo valore, mostrandoci quanto ha cambiato l’astronomia e la nostra visione dell’universo.

Come possiamo vedere dall’ultima immagine catturata da Webb, ci troviamo davanti a un paesaggio straordinario e altamente dettagliato degli iconici Pilastri della Creazione. Lì, dense nubi di polvere e gas formano le stelle. Un’immagine nel vicino infrarosso di queste colonne mostra gas e polvere interstellari freddi che appaiono semitrasparenti.

I ricercatori potranno aggiornare i loro modelli di formazione stellare con la nuova visione di Webb dei Pilastri della Creazione, ripreso per la prima volta dal telescopio spaziale Hubble della NASA nel 1995. Identificando in modo molto più preciso quante stelle sono nate e quanto gas e polvere sono presenti nella regione, i ricercatori saranno in grado di capire meglio come questo processo lavori.

 Vista senza precedenti

Pilastri della Creazione Webb Space Telescope

Con il tempo, impareranno di più su come si formano le stelle e come esplodono da queste nubi polverose. L’immagine della NIRCam (Near-Infrared Camera) di Webb mostra le stelle appena formate che rubano la scena. Queste stelle, che appaiono come punti rossi con punte di diffrazione, si trovano sulle parti esterne dei pilastri.

Nei pilastri di gas e polvere si formano nodi di massa sufficiente e iniziano a collassare sotto la propria gravità, formando stelle. L’immagine di Webb mostra anche linee ondulate come lava situate sul bordo estremo dei pilastri. Quelle sono espulsioni di stelle le cui strutture si stanno ancora formando all’interno del gas e della polvere.

Una meraviglia cosmica

I getti supersonici vengono periodicamente emessi da giovani stelle, scontrandosi con nubi di materiale. Di conseguenza, a volte gli shock dell’arco possono apparire sotto forma di motivi ondulati. Questo è simile a quello che fa una barca mentre viaggia attraverso l’acqua.

Getti producono molecole di idrogeno energetiche, che emanano un bagliore cremisi. Nel secondo e terzo pilastro dall’alto, possiamo vedere la loro attività praticamente pulsante nell’immagine NIRCam. Stelle come queste hanno solo poche centinaia di migliaia di anni.

Nonostante l’apparente perforazione delle nuvole da parte della luce del vicino infrarosso, questa vista non mostra le galassie oltre i pilastri. La nostra visione dell’universo più profondo è oscurata dal mezzo interstellare, una combinazione di gas e polvere che forma la parte più densa del disco della Via Lattea.

Nel 1995 Hubble ha fotografato questa scena e l’ha rivisitata nel 2014, ma l’hanno studiata anche molti altri osservatori. Ci sono letteralmente milioni di stelle in questa regione e ogni strumento avanzato fornisce nuove intuizioni su di essa.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

102Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina