La Grande Sfinge: la scoperta di porte segrete all’interno

Uno dei monumenti più enigmatici dell’antico Egitto, e quello che ha generato le più polemiche nella comunità scientifica, è la grande Sfinge. Una delle teorie che circondano questa scultura è che nasconde la porta di una città segreta.

sfinge
Ricreazioni e storie parlano di ingressi segreti nella grande Sfinge.

Quando Napoleone Bonaparte arrivò in Egitto nel 1798, rimase stupito dagli strani edifici che trovarono. Quella che più attirò la sua attenzione, senza dubbio, fu la grande Sfinge.

Più di 200 anni dopo, questo enigmatico monumento continua a generare qualcosa di cui parlare, provocando ipotesi che sconcertano la comunità scientifica .

La Grande Sfinge: cosa nasconde dentro?

Questo immenso monumento divenne rapidamente molto popolare nel resto del mondo. Tuttavia, fu solo nel 1936, grazie all’archeologo francese Emile Baguettes, che fu portato alla luce, dimostrando così la sua piena forma.

A quel tempo, un profeta avvertì il mondo; Dichiarò di aver avuto una visione sotto l’influenza dell’ipnosi, in cui veniva mostrato l’interno della grande Sfinge.

All’interno c’era un’enorme biblioteca antica che custodiva il sapere dell’antichità, tra cui i resti di Atlantide.

Edgar Cayce, il profeta in questione, assicurò che entrambe le piramidi d’Egitto, come la grande Sfinge, erano solo repliche dell’architettura sommersa di Atlantide.

Sebbene Cayce non sia stato preso sul serio, un team della Waseda University, in Giappone, ha scoperto l’esistenza di tunnel e camere nascoste nella statua.

Ciò causò il panico all’interno dell’egittologia, poiché sostenevano sempre che non vi fosse alcun tipo di passaggio all’interno.

Usando onde sonore elettromagnetiche, il team ha trovato ingressi nelle gambe della sfinge e nella parte superiore della sua testa. È questa cavità che è stata descritta da Napoleone e fotografata dal cielo all’inizio del XX secolo.

Tuttavia, alla fine dello stesso secolo e con la scusa del “restauro”, questa e le altre cavità furono tappate.

La scoperta dei “passaggi segreti”

In una ricreazione del 1914 di Charles Russel, fu mostrato l’interno della Grande Sfinge. L’illustrazione aveva dettagli in cui l’ingresso alla testa era chiaramente visibile .

Questo ingresso conduceva a una camera e scendeva nella sala principale della statua. Questo, a sua volta, aveva altri passaggi che portavano ad altre zone oltre la struttura. Ma la cosa più sorprendente è che, sotto di essa, c’era una piramide.

Si ritiene che questa piramide sotterranea avrebbe ospitato il faraone della I dinasti, re Menes, che fu “scelto dagli dei” per governare sulla Terra. Inoltre, sarebbe la persona rappresentata nella grande Sfinge.

Curiosamente, il quotidiano britannico “The Sphere” pubblicò il 22 marzo 1913, un anno prima, la stessa descrizione di Russell.

Un anno dopo, il 5 marzo 1914, il quotidiano australiano “Nothern Territory Times” pubblicò un’intera colonna dedicata a questo ritrovamento. Proprio durante i giorni in cui è stato scoperto il misterioso ingresso principale.

Ovviamente l’egittologia e l’archeologia continuano a negare l’esistenza di passaggi segreti all’interno della grande Sfinge, nonostante tutti gli studi che sono stati fatti al riguardo. Cosa si nasconde davvero all’interno di questa struttura enigmatica?

 

VEDI ANCHE▶ Cosa diavolo sono le misteriose piramidi dell’Antartide?

A cura di Ufoalieni.it

𝐂𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨, 𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐮𝐧𝐚 𝐦𝐚𝐧𝐨. 𝐌𝐚𝐧𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐨𝐬𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐨𝐬𝐭𝐞𝐧𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐬𝐢𝐭𝐨 𝐰𝐞𝐛. 𝐐𝐮𝐚𝐥𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐚. 𝐅𝐚𝐫𝐚̀ 𝐥𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐚!

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ufo e Alieni

Pin It on Pinterest

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina