"Mussolini ha nascosto il primo incidente UFO della storia" | Ufo e Alieni
Dom. Mar 3rd, 2024

La possibilità di un contatto tra la Terra e forme di vita extraterrestri ha sempre affascinato l’umanità e recentemente ha suscitato interesse grazie a una rivelazione sorprendente.

Secondo quanto affermato dall’investigatore italiano Roberto Pinotti, Benito Mussolini avrebbe cercato di occultare il primo incidente UFO registrato al mondo, avvenuto nel nord Italia nel 1933.

roberto pinotti mussolini ufo

Queste affermazioni hanno guadagnato credibilità quando David Grusch, un ex funzionario del National Reconnaissance Office degli Stati Uniti, ha testimoniato sotto giuramento al Congresso riguardo all’esistenza di un programma segreto che avrebbe raccolto prove della presenza di velivoli “non umani“.

Il quotidiano britannico Daily Mail ha intervistato Roberto Pinotti, presidente del Centro Ufologico Nazionale (CUN), che ha presentato documenti a suo avviso comprovanti l’incidente UFO del 13 giugno 1933 e la creazione, da parte di Mussolini, di un dipartimento segreto per studiare l’oggetto volante e scongiurare l’interferenza delle forze statunitensi.

Secondo Pinotti, i documenti sono stati ricevuti nel 1996 da una fonte anonima, la quale affermava di averli ottenuti grazie al coinvolgimento di un parente nel presunto programma segreto di Mussolini.

Tra i documenti, vi sono telegrammi in italiano che minacciano sanzioni e pene severe per i giornalisti che riferiscono notizie riguardanti il presunto “velivolo di natura e provenienza ignota“.

Inoltre, viene disposta la censura di qualsiasi notizia riguardante l’incidente.

Sempre secondo Pinotti, ci sono altri documenti che menzionano l’esistenza di un presunto dipartimento governativo chiamato “Gabinetto RS/33”, creato da Mussolini per gestire il recupero e l’analisi del relitto della nave e di altri incidenti correlati. Si ritiene che questo programma sia stato guidato dall’ingegnere Guglielmo Marconi, vincitore del premio Nobel per la fisica.

Nonostante Pinotti sostenga di possedere prove, finora è riuscito a confermare solo una parte dei file. Uno di questi documenti, datato 1936, è stato analizzato da un esperto il quale ha dichiarato che la carta e l’inchiostro corrispondono all’epoca.

Dopo anni di ricerche, Pinotti ha pubblicato un dettagliato resoconto nel quale sostiene la sua teoria, secondo cui il primo leader mondiale ad affrontare ufficialmente il problema degli UFO è stato Mussolini e non il presidente degli Stati Uniti Harry Truman con l’incidente di Roswell.

Tuttavia, altri esperti sono scettici riguardo a queste affermazioni e suggeriscono che i documenti potrebbero essere falsi, poiché non presentano sigilli di autenticazione.

Giuseppe Stilo, un altro ricercatore, definisce queste affermazioni come “storie vergognose” e sottolinea la mancanza di supporto scientifico nelle prove presentate.

Graeme Rendall, uno specialista negli avvistamenti UFO durante la seconda guerra mondiale, ritiene che siano necessarie ulteriori informazioni per sostenere queste affermazioni e suggerisce di sottoporre i documenti originali a un esame indipendente per determinarne l’autenticità.

Nonostante le affermazioni di Pinotti abbiano suscitato interesse, molti esperti restano scettici riguardo a queste teorie a causa della mancanza di prove concrete e del supporto scientifico.

Il dibattito sull’esistenza della vita extraterrestre e sugli incontri con gli UFO continua, e la ricerca di prove affidabili rimane una sfida nel campo dell’ufologia.

© Riproduzione riservata
A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina