La NASA ha lanciato un missile cinetico da 2 tonnellate sulla luna

È possibile che la NASA abbia bombardato la luna per distruggere una base aliena? Secondo molte persone in tutto il mondo, la risposta è un grande SI.

Secondo una serie di immagini e presunti rapporti, ci sono strutture aliene sulla superficie della luna e la NASA ha lanciato un’arma cinetica da 2 tonnellate per distruggerle, nonostante le leggi internazionali lo proibiscano chiaramente.

Uno dei più grandi enigmi riguardanti gli UFO e la vita aliena è se i governi e le agenzie spaziali di tutto il mondo stiano nascondendo tali informazioni.

Mentre vedere gli UFO sulla Terra e i video dallo spazio non è qualcosa di nuovo, negli ultimi due anni, molta attenzione è stata attirata dalla luna terrestre.

La NASA e il missile cinetico

Lì, sulla superficie della superficie naturale della Terra giacciono numerose Basi ‘Aliene’. Il fatto che molti credano che la NASA e i governi di tutto il mondo abbiano nascosto le informazioni su queste basi aliene è diventata un’ideologia ampiamente accettata nell’ultimo decennio tra ufologi e credenti.

Una delle cose più interessanti sulla luna, che comporta un “tipico” insabbiamento è la missione LCROSS della NASA dove hanno letteralmente BOMBARDATO la superficie della luna per presunti scopi “scientifici”.

Nonostante fosse severamente proibito, la NASA ha rilasciato un’arma cinetica “Centaur” che alla fine ha avuto un impatto sulla luna.

Negli ultimi due decenni, diversi trattati estremamente importanti hanno avuto un impatto significativo sulla politica spaziale militare e, secondo il libro The Paths Of Heaven: The Evolution Of Airpower Theory, sono degni di nota i seguenti trattati:

1) Il Trattato sullo spazio esterno (OST) che risale al 1967, afferma chiaramente che il diritto internazionale si applica OLTRE l’atmosfera. Il trattato del 1967 ha riaffermato le leggi internazionali in vigore e ha avviato nuove leggi relative allo spazio: libero accesso allo spazio e ai corpi celesti per scopi pacifici, divieti di appropriazione nazionale dello spazio o di corpi celesti, divieti di mettere armi di distruzione di massa nello spazio o sui corpi celesti corpi.

2) Il trattato sui missili antibalistici (ABM) del 1972 (che è stato firmato tra USA e URSS) ha vietato lo sviluppo, i test e l’impiego di ABM spaziali.

3) La Convenzione sulla registrazione (1974) richiede alle parti di mantenere un registro degli oggetti lanciati nello spazio e di riferire i parametri orbitali e la funzione generale di tali oggetti all’ONU.

4) E, soprattutto, la Convenzione sulla modifica ambientale firmata nel 1980 che vieta l’uso ostile della modifica ambientale.

A parte i suddetti trattati, nel 1977 è stata conclusa una convenzione sul divieto dell’uso militare o di qualsiasi altro uso ostile delle tecniche di modificazione ambientale che prevede una serie di divieti anche rispetto allo spazio esterno e ai corpi celesti. (Fonte: Perestrojka e diritto internazionale)

Nonostante i fatti sopra menzionati, la NASA ha modificato la superficie della luna dopo aver lanciato l’arma cinetica da 2 tonnellate che ha creato un cratere largo 5 miglia.

“Ufficialmente”, l’obiettivo principale della missione LCROSS era esplorare la presenza di ghiaccio d’acqua in un cratere costantemente in ombra vicino a una regione polare lunare. La missione è stata lanciata insieme al Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) il 18 giugno 2009, come parte del programma condiviso Lunar Precursor Robotic, la prima missione americana sulla Luna in oltre dieci anni.

Ma… perché infrangere numerose leggi internazionali e andare contro i propri standard all’improvviso? Ebbene, secondo molti, il vero scopo dietro il “bombardamento sulla luna” LCROSS del 2009 era molto più enigmatico di quanto chiunque alla NASA sia disposto ad accettare.

Secondo molti ufologi, e presunte immagini che mostrano strutture “aliene” sulla superficie della luna, la missione LCROSS della NASA aveva un obiettivo più militaristico piuttosto che scientifico. Molti credono che l’arma cinetica da 2 tonnellate che è stata fatta esplodere al Polo Sud della Luna fosse puntata su una base aliena situata lì.

Guarda queste immagini:

ufo base sulla luna NASA

ufo base sulla luna 2

Questa base lunare “bombardata” potrebbe forse spiegare perché non ci siamo stati negli ultimi anni, perché dovremmo evitare così tanto la Luna?

Sappiamo che è un luogo pieno di minerali, ha acqua (e c’era davvero bisogno di bombardarlo per scoprirlo?) e sarebbe un avamposto perfetto per chiunque voglia continuare l’esplorazione del nostro sistema solare e sarebbe anche aiutaci ad arrivare su Marte e oltre.

Tuttavia, nonostante il fatto che ci siano molti resoconti e immagini enigmatiche di presunte strutture sulla luna, è quasi impossibile provare (o confutare se è per questo) la loro esistenza e la verità dietro fino a quando forse un giorno torneremo sulla Luna.

Tuttavia, il ritorno sulla luna non è una garanzia che avremo finalmente la rivelazione se c’è o meno una presenza aliena sulla luna.

È un profondo mistero il motivo per cui la NASA ha deciso di infrangere le leggi internazionali e ha letteralmente BOMBARDATO la luna per presunti scopi scientifici.

A cura di Ufoalieni.it 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

2.8K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina