È stato Nikola Tesla a scoprire i segreti dell’Antigravità?

Nikola Tesla è considerato uno degli uomini più innovativi e misteriosi che siano mai vissuti.

Se Tesla non avesse inventato e studiato tutto ciò che faceva ai suoi tempi, la nostra tecnologia oggi sarebbe considerevolmente peggiore, ma c’è qualcosa in più inTesla? Aveva effettivamente avuto contatti con gli alieni come proclamava pubblicamente?

È uno degli inventori più sorprendenti che la nostra civiltà abbia mai conosciuto, le sue conoscenze e le sue idee sono andate ben oltre ciò che era noto e accettato nella sua vita.

A Nikola Tesla è stato attribuito il merito di aver creato gran parte della tecnologia che oggi diamo per scontata.

Senza le incredibili idee e invenzioni di Tesla non avremmo radio, TV, elettricità, Bobina Tesla, luci fluorescenti, luci al neon, dispositivi radiocomandati, robotica, raggi X, radar, microonde e dozzine di altre invenzioni sorprendenti che rendono le nostre vite FANTASTICHE.

Ma Tesla non si fermò qui, era negli incredibili segreti del volo e dell’anti-gravità che lo portò a registrare un brevetto nel 1928, numero 1.655.144 per una macchina volante che assomigliava sia a un elicottero che a un aeroplano.

Prima della sua morte, Tesla aveva sviluppato i progetti per il sistema di propulsione del suo velivolo. Lo ha chiamato “SPACE DRIVE” o il sistema di propulsione del campo anti-elettromagnetico. È interessante notare che, secondo William R. Lyne in “Occult Ether Physics”, in una conferenza che Tesla aveva preparato per il Migrant Welfare Institute il 12 maggio 1938, parlò della Teoria Dinamica della Gravità.

Lyne investigò ulteriormente e analizzò le affermazioni e gli scritti di Tesla, scoprendo le dichiarazioni di concorrenza e i testi riguardanti le scoperte, ma le fonti e i testi erano molto limitati dal momento che i documenti di Tesla sono conservati in depositi governativi per ragioni di sicurezza nazionale.

Quando, nel 1979, Lyne chiese espressamente questi documenti al Centro per la ricerca sulla sicurezza nazionale (ora il centro di ricerca Robert J. Oppenheimer), gli fu negato l’accesso perché i documenti erano ancora classificati.

Tesla aveva grandi idee e stava rapidamente avanzando con le sue teorie. Nel 1938 parlò di due incredibili scoperte.

1. Teoria Dinamica della Gravità  – che ha assunto un campo di forza che spiega i movimenti dei corpi nello spazio; l’assunzione di questo campo di forza dispensa dal concetto di curvatura dello spazio (ala Einstein); l’etere ha una funzione indispensabile nei fenomeni (di gravità universale, inerzia, quantità di moto e movimento dei corpi celesti, così come tutta la materia atomica e molecolare);

2. Energia ambientale: la scoperta di una nuova verità fisica: non c’è energia in materia diversa da quella ricevuta dall’ambiente. Che contraddice E = mc2 di Einstein.

In un articolo, “Il più grande successo dell’uomo“, Tesla ha delineato la sua teoria dinamica della gravità in forma poetica:

* Che l’etere luminifero riempia tutto lo spazio

* Che l’etere è influenzato dalla forza creatrice vivificante

* Che l’etere è gettato in “vortici infinitesimali” (“micro eliche”) vicino alla velocità della luce, diventando materia ponderabile

* Che quando la forza si placa e il movimento cessa, la materia ritorna all’etere (una forma di “decadimento atomico”)

Quell’uomo può sfruttare questi processi, per:

–  Precipita la materia dall’etere
–  Crea tutto ciò che vuole con la materia e l’energia derivata
–  Modificare le dimensioni della terra
–  Controllo delle stagioni terrestri (controllo del tempo)
–  Guida il percorso della terra attraverso l’Universo, come una nave spaziale
–  Causare le collisioni di pianeti per produrre nuovi soli e stelle, calore e luce
–  Originano e sviluppano la vita in forme infinite

Ho lavorato in tutti i dettagli e spero di dare al mondo molto presto. Spiega le cause di questa forza e i moti dei corpi celesti sotto la sua influenza così soddisfacenti che metterà fine alle speculazioni oziose e alle false concezioni, come quello dello spazio curvo.

nikola tesla anti gravità

Solo l’esistenza di una Saldatura di forza può spiegare i moti dei corpi come osservati e la sua assunzione eroga la curvatura dello spazio.

Tutta la letteratura su questo argomento è futile e destinata all’oblio. Così tutti i tentativi di spiegare il funzionamento dell’universo senza riconoscere l’esistenza dell’etere e la funzione indispensabile che esso svolge nei fenomeni“.

Quello di cui parlava Tesla era energia illimitata, energia libera che proveniva direttamente dall’ambiente. Misteriosamente, tutte queste incredibili scoperte che hanno a che fare con l’energia libera sono stati di proprietà del governo, che a quanto pare ha fatto in modo che i documenti di rimanessero lontano dal pubblico e dei media.

Tesla in realtà stava parlando della conversione di energia in qualcosa di molto più grande … “elettropulsione”, usata per controllare una forza di gravità più debole che realizzava più lavoro nello stesso tempo ma produceva di più.

Tornando a Tesla, l’antigravità e il suo incredibile UFO o IFO, egli scoprì che la superficie di emissione elettrostatica di un conduttore si concentrerà sempre dove la superficie è curvata, o dove ha un bordo. Mentre più ripida è la curva, o angolo, più alta è la concentrazione di emissione di elettroni.

Tesla aveva anche notato che una carica elettrostatica scorrerà sulla superficie di un conduttore piuttosto che penetrarla. Questo è riferito come l’effetto Faraday scoperto da Michael Faraday.

Questo spiega anche i principi della gabbia di Faraday, che viene utilizzata nei laboratori di ricerca ad alta tensione per proteggere gli esseri umani e le apparecchiature elettro-sensibili.

Secondo i rapporti UFO, l’interno di questi “veicoli” è composto da canali circolari o colonne che attraversano il centro del velivolo. Questi servono come sovrastruttura per il resto dell’oggetto a forma di disco e trasportano una bobina ad alta tensione e ad alta frequenza.

progetti di tesla

Si ritiene che sia un trasformatore di risonanza che fornisce carico elettrostatico ed elettromagnetico al velivolo e alla sua polarità. La bobina all’interno del velivolo è ciò che conosciamo oggi come una Bobina di Tesla inventata da Nikola Tesla nel 1891.

Si ritiene che quando il vuoto viene creato in un emisfero del velivolo la pressione atmosferica possa viaggiare attraverso il tubo, guidando una specie di generatore elettrico turbina. Alcuni rapporti dicono che gli “alieni” usano questo sistema come centrali elettriche stazionarie per generare energia elettrica sui loro pianeti.

Devi sapere che la capacità di Tesla di generare tensioni altissime sarebbe stata di grande aiuto nel compito di “distruggere l’atomo”. Vedi anche: Nikola Tesla il Philadelphia Experiment e Alieni

Altri scienziati, ancora oggi, stanno lottando per produrre correnti con un potenziale di 5.000.000 di volt, mentre Tesla, quarant’anni fa, aveva generato un potenziale di 135.000.000 di volt.

In qualche modo, Tesla aveva capito tutto!

A cura di Ufoalieni.it

loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.