Otis Carr e "l'astronave che potrebbe andare oltre la Luna" | Ufo e Alieni
Dom. Apr 21st, 2024

Otis Carr, nato nel 1904 in West Virginia, abbandonò la scuola all’età di 13 anni e studiò da solo, lavorando in un hotel di Manhattan. Ha incontrato Nikola Tesla ed entrambi hanno lavorato alla grande tecnologia e alla produzione di energia. 

L’ispirazione dello scienziato lo ha spinto a sviluppare la sua più grande creazione; un veicolo spaziale antigravitazionale a forma di UFO che potrebbe raggiungere oltre la Luna.

Otis Carr

Otis Carr, che alla fine si è qualificato come ingegnere di Baltimora, è stata l’unica persona a credere nel progetto di energia libera di Tesla. Voleva costruire un’astronave antigravitazionale a energia libera per raggiungere la Luna.

Tesla rimase il suo compagno fino al giorno della sua morte. Tuttavia, nel 1950 Carr aveva già sviluppato diversi prototipi di navi.

Otis Carr e la creazione di astronavi

Il New York Herald Tribune pubblicò un’intervista nel 1911 in cui Tesla disse quanto segue:

Né le ali né le eliche saranno sul mio aereo volante.” Non penseresti mai che sia un veicolo volante se lo vedessi a terra. Tuttavia, sarai in grado di muoverti liberamente in qualsiasi direzione nell’aria in tutta sicurezza.

Sfortunatamente, Tesla non è stata in grado di raggiungere i suoi obiettivi a causa di vincoli politici e finanziari. Tuttavia, Otis Carr ha seguito la sua eredità e ha affermato di essere riuscito a costruire un’astronave che sfruttava la forza di gravità.

Alla ricerca di finanziamenti per il suo progetto del 1950, fu avvicinato da Ralph Elsmo, un dirigente pubblicitario di Baltimora. Ha offerto tecnologie basate su Carr Tesla per creare posti di lavoro dopo aver appreso delle sue idee.

In seguito ha fondato “OTC Enterprises, Inc.” Gli inserzionisti hanno descritto Carr come il più grande scienziato nel 1957 , sostenendo di aver inventato il “Carrotto Gravity Engine“, che emanava energia gratuita.

Il progetto più controverso è stato l’ accumulatore elettrico Utron, noto anche come veicolo spaziale OTC-X1. È stato descritto come un’astronave quadridimensionale o un disco volante.

Otis Carr non avrebbe potuto svilupparlo se Tesla non gli avesse rivelato i suoi concetti di propulsione antigravitazionale.

Tecnologia antigravitazionale

Nel 1958 dichiarò di aver sviluppato la tecnologia necessaria che poteva essere utilizzata nei veicoli spaziali. Ha richiesto 20 milioni di dollari di fondi per creare le strutture e produrre la macchina che avrebbe attraversato il Sistema Solare .

Ha persino presentato il progetto dell’OTC-X1 al Pentagono, che aveva inviato una squadra per indagare su Carr, i quali sono andati nel suo ufficio a Baltimora e hanno scoperto che il modello non aveva valore poiché non era stato brevettato.

L’FBI iniziò un’indagine sul nuovo prototipo di Carr nel 1958, temendo che potesse attirare l’Unione Sovietica, ma furono avvertiti del comportamento illegale. Si diceva che stesse vendendo azioni non registrate.

Carr e il tecnico Ralph Ring hanno collaborato alla creazione di un’astronave antigravitazionale nel Progetto Camelot. Tra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60, svilupparono un disco volante alimentato da elettromagneti rotanti e una serie di piccoli dispositivi innovativi simili a condensatori che chiamarono “Utrons”.

Hanno costruito molti veicoli in miniatura e una nave di 13 metri, che ha viaggiato alla velocità della luce per 16 chilometri.

Pensavo che avesse fallito poiché non si era mosso. Quando abbiamo scoperto che eravamo tornati con campioni di rocce e piante dalla nostra posizione; Sono rimasto completamente sorpreso. È stato un successo clamoroso. Era più un effetto di teletrasporto.

Centinaia di persone hanno partecipato al lancio della navicella antigravitazionale di Otis Carr in Oklahoma il 15 aprile 1959.

nave antigravitazionale

Il veicolo di 13 metri doveva salire più di 180 metri di altezza, ma l’ingegnere dovette essere portato in ospedale per un’emorragia polmonare e il lancio fu posticipato.

La fine della sua vita

Wayne Aho e Daniel Fry hanno incontrato Carr per aiutarlo a continuare. Così, il 7 dicembre, ha assicurato di essere andato sulla Luna.

L’ingegnere brevettò negli Stati Uniti, con il numero 2.912.244 per una società, la navicella antigravitazionale OTC-X1 nel 1959, nonostante il fatto che l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti non avesse accettato il concetto di “macchine del tempo”.

Il dispositivo di Carr utilizzava esattamente un tale principio.

Per questo è stato condannato per aver venduto azioni non registrate in Oklahoma nel 1960. A gennaio è stato accusato di $ 50.000 di frode e condannato a 14 anni di carcere. Durante quel periodo, le autorità hanno demolito il suo laboratorio e bloccato il suo lavoro.

Otis Carr rimase a Pittsburgh fino alla sua morte nel 1982, cercando di ottenere investitori per le sue idee.

Come Tesla, Carr è stata una vittima che è scivolata sotto il radar alla fine della sua vita, finendo in bancarotta. Sia il governo che altri gruppi si sono opposti al suo lavoro sui velivoli e i critici lo hanno accusato di essere una bufala. Qualunque sia la verità, il suo nome si unisce a una lunga lista di inventori che hanno visto il loro sogno troncato da terze parti…

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Un pensiero su “Otis Carr e “l’astronave che potrebbe andare oltre la Luna””

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina