Lo schianto di un UFO o viaggiatore del tempo nel 1790 in Francia

Questo bizzarro ritrovamento è avvenuto nel 1975 e potrebbe essere stata la prima prova storica ufficiale che gli alieni hanno visitato o viaggiato attraverso la Terra nei secoli passati. 

Purtroppo, dopo aver sfogliato alcuni giornali, non ho trovato nulla che la storia fosse stata dimenticata e ora non ne troverete più alcuna menzione, nemmeno su Wikipedia.

Così, un ufologo italiano, Antonio Fenoglio, visitò gli archivi dell’Accademia francese delle scienze a Parigi negli anni ’60 e si imbatté in un interessante rapporto di un oggetto sferico che si scontrava con un passeggero umano all’interno. Nel 1975, l’astronomo Jacques Vallée parlò ai giornalisti della scoperta di Fenoglio.

Lo schianto di un UFO nel 1790

Di cosa parlava questo rapporto? Sul fatto che nel 1790, l’ispettore di polizia di Parigi Libefe fu inviato nella città di Alençon per indagare su un evento molto strano che si verificò nel comune francese. Libeff visitò la città, e intervistò testimoni oculari scrivendo questo stesso rapporto.

Alle 5 del mattino del 12 giugno, diversi agricoltori hanno visto un enorme pallone nel cielo circondato da una fiamma di fuoco. Inizialmente pensavano che fosse una mongolfiera (i fratelli Montgolfier avevano fatto scalpore con i loro primi voli in mongolfiera qualche anno prima). 

Tuttavia, il pallone volò molto più velocemente e emise un insolito fischio. Mentre sorvolava la cima della collina, il pallone rallentò e cadde, distruggendo l’orto. Il calore che emanava era così forte che l’erba e l’albero ai margini del campo presero fuoco. I contadini cominciarono a spegnere il fuoco e a impedire che si propagasse ad altri campi, ma anche la sera la palla era ancora molto calda.

E poi si è verificato un evento straordinario, come testimoniano due sindaci, un medico e altri tre rispettati residenti locali, oltre a decine di semplici contadini. L’area si è rivelata completamente immune da incendi e cadute e la struttura era abbastanza grande da ospitare un equipaggio numeroso. 

Gli osservatori circondarono l’area da tutti i lati, e improvvisamente la porta nella sfera si aprì e all’improvviso videro un uomo.

Indossava una tuta stranamente attillata e pronunciò alcune parole che la folla non comprese, poi si precipitò nella foresta e vi scomparve. I contadini si allontanarono dalla palla e presto l’oggetto esplose e i suoi resti bruciati si sparsero per i campi. E quando bruciarono, di loro non rimase altro che una polvere grigiastra.”

L’unica domanda è se il rapporto stesso esiste? Vallée riferì che l’ufologo Fenoglio gli aveva presentato un rapporto su questa scoperta nel 1967, ma lui stesso non aveva visto il documento originale. E non è chiaro cosa sia e perché non abbia commentato alla stampa la clamorosa notizia.

L’ultima menzione di questo rapporto Libeff è stata lanciata nel 2006, sarebbe stato consegnato ai curatori degli archivi dell’Accademia francese delle scienze per una custodia speciale.

Tuttavia, in seguito sono apparse informazioni secondo cui presumibilmente questo rapporto non esiste affatto e tutto è solo un falso. In ogni caso, si è scoperto che, a parte l’ufologo Fenoglio, nessuna delle altre persone aveva visto questo documento e non poteva confermarne l’esistenza.

In tal caso, si tratta di un semplice falso o di un tentativo di insabbiare determinati eventi realmente accaduti? Tutte le indicazioni dicono che la verità di questo straordinario incidente non verrà mai alla luce.

L’essere di Évora: «organismo extraterrestre catturato in Portogallo»

A cura di Ufoalieni.it

1.4K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina