‘The Speeder’: la prima moto volante al mondo è già reale

Il sogno d’infanzia di un aviatore si è avverato dopo aver costruito la prima motocicletta volante, nota come “The Speeder”, che funziona con la propulsione e cerca di entrare nel mercato commerciale rivoluzionando i trasporti nel mondo.

The Speeder

The Speeder

L’australiano David Mayman, con sede a Sydney, un aviatore commerciale in carriera e fondatore e CEO della società Jet Pack Aviation, ha avuto l’idea di creare sistemi di trasporto a motore fin dalla giovane età.

Intorno all’età di 12 anni, Mayman ha cercato di costruire un elicottero con bastoni di recinzione e un tosaerba. Ma il suo primo tentativo di volo non ha funzionato e ha dovuto riparare la recinzione.

Sono stato educato in un modo che suppongo mi abbia sfidato scientificamente (…) Mi hanno sempre detto che nulla è impossibile“, ha detto Mayman alla BBC. Tuttavia, è stato fino a quando non ha incontrato l’ingegnere Nelson Tyler, nel 2007, che ha visto il suo sogno diventare realtà.

Con l’obiettivo iniziale di creare un sistema di propulsione personale, David e Nelson hanno collaborato per diversi anni. Dopo centinaia di test e molte iterazioni di progettazione, nel 2015 hanno svelato la prima “tuta” volante al mondo nota come Jetpack JB, che ha fatto il suo ultimo test volando intorno alla Statua della Libertà.

Dopo aver ottenuto la certificazione ufficiale del Jetpack e averlo aperto al mercato attraverso il proprio sito web, la dinamica coppia ha deciso di ampliare il proprio team e ha iniziato a lavorare su un progetto con una prospettiva più ampia: un’incredibile “moto volante”.

Lo Speeder offre il modo più piccolo, veloce e sicuro per viaggiare nell’aria ad alta velocità.

Con una capacità di carico di 700 libbre rispetto al prototipo commerciale, la bici raggiunge una velocità di 150 mph (240 km/h), raggiungendo fino a 15.000 piedi. Una versione militare e per il trasporto di merci offre una capacità fino a 1.200 libbre.

Una tecnologia che finora è stata vista solo nei film di fantascienza

Ogni aeromobile è in grado di effettuare voli laterali e posteriori stabili, sostenuti e precisi, richiedendo solo 10 x 10 piedi di spazio di decollo/atterraggio. Può essere pilotato in modo completamente autonomo, ed è molto piccolo e molto veloce.

Ma “da questi progressi deriva una maggiore responsabilità delle aziende di mantenere il nostro pianeta pulito, sicuro e sano per tutti i suoi cittadini. Il nostro team di ingegneri prende molto sul serio questo obbligo, motivo per cui siamo entusiasti di lavorare con i visionari di Prometheus Fuels“, ha affermato David Mayman in un comunicato stampa.

A causa dei suoi motori a turbina piuttosto che della propulsione elettrica, tutte le operazioni utilizzano l’elettricità generata dall’energia solare ed eolica a zero emissioni nette fornita da Prometheus Fuels.

Inoltre, Mayman ha affermato che i proprietari non avranno necessariamente bisogno di una licenza di pilota, secondo la BBC. Tuttavia, l’azienda fornirà una formazione completa presso le sue strutture situate in California.

Lo Speeder cerca anche di aiutare a salvare vite umane cambiando il modo in cui i paramedici raggiungono i pazienti in località remote, i vigili del fuoco combattono gli incendi e i militari inseriscono o estraggono personale ed evacuano i feriti.

Lo Speeder è sicuramente una rivoluzione tecnologica nel settore dei trasporti e dell’aviazione che potrebbe offrire un’alternativa ai conducenti più audaci.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Resources

405Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina