Una dea astronauta aliena governava l’impero sumero?

Una dea astronauta aliena governava l’impero sumero? Inanna e la linea temporale messa a tacere.

Inanna: la dea astronauta

dea astronauta inanna

Il nome di Inanna è poco conosciuto, anche se lei è presente in ogni donna. Inanna era una regina sumera.

Secondo la leggenda, ha raggiunto tutto il potere con la sua femminilità. Era la dea dell’amore e della lotta, la regina del cielo e della terra. Venere, Afrodite e Beata Vergine.

Qui possiamo riconoscere la prima connessione che potrebbe già esserci familiare.

I testi sumeri forniscono dettagli sorprendenti sui preparativi per i viaggi di Inanna (Istar). Punto per punto, descrivono come la dea si prepara per il viaggio tra le stelle.

Tra il 1903 e il 1914, Walther Andrae trovò una statua tra le rovine della chiesa Istar ad Assur, che da allora è diventata uno dei grandi esempi emblematici della paleoastronautica.

I ricercatori sull’argomento, chiamano la statua una “dea astronauta extraterrestre“, che mostra dispositivi che assomigliano più da vicino all’equipaggiamento di un pilota moderno.

Imdugud, l’imitatore del potere, il difensore del paese tra i Sumeri, il nome accadico è Anzú, .

Era raffigurato come un’aquila dalla testa di leone accoccolata su un albero piantato da Inanna.

Inanna è una delle figure più popolari e interessanti della mitologia sumera. Non c’era una personalità celeste tangibile in Sumer. Inanna era l’unica dea che gestiva lei stessa la sua arca celeste e poteva persino combatterla se fosse stata costretta a farlo.

Secondo il mito, era una donna terrestre che non poteva essere sedotta dagli annunaki che lavoravano sulla superficie. Inanna rubò l’ala Annunaki (aereo) e la fece volare nella città celeste di fronte ad Anu.

Al signore dell’universo piaceva il coraggio della ragazza terrena, così decise di farla diventare una dea e così le fu dato il nome Inanna (padrona del paradiso), che si riferisce al titolo usato tra gli annunaki.

Poiché Inanna era originaria della Terra, tornò in superficie dotata dei diritti di Nibiru e iniziò a costruire il suo piccolo impero. Ha fatto di Uruk il centro del suo culto e ha fatto del suo meglio per rendere la sua città la più grande di tutte le città-stato.

Per fare questo, però, aveva bisogno di uno strumento “magico” e decise di ottenere le potenti tavole del destino (ṭup šīmātu) da Enki, il signore degli incantesimi, che governava a Eridu. Inanna usò uno stratagemma per ingannare Enki e rubare le tavolette.

La dea si diresse quindi in fretta verso Uruk sulla sua arca celeste e, immediatamente sulla via di casa, armò la sua città con il potere protettivo delle tavole del destino.

Queste tavole del destino erano simboli di potere così forti che respinsero persino l’attacco del gigantesco mostro marino inviato dall’infuriato Enki contro Uruk e così il signore degli incantesimi dovette finalmente accettare la perdita delle le tavole del destino che costituivano la base della sua energia.

Però, la storia non finisce qui. Anzi, è solo ora che sono iniziati eventi su larga scala che hanno cambiato il modo in cui l’umanità ha vissuto finora. Nuove invenzioni apparvero in questa epoca.

Le scoperte tecnico-scientifiche come l’aspetto della ruota, la scrittura o l’aratro per buoi, si sono verificate inaspettatamente.

È un fatto storicamente e archeologicamente provato che la cultura mesopotamica ha raggiunto il suo massimo sviluppo durante il periodo della cultura di Uruk, quando il culto di Inanna era il più forte nella regione.

In città furono creati veri e propri quartieri ecclesiastici e tutte le indicazioni dicevano che doveva aver luogo una sorta di cambiamento rivoluzionario, ma l’Uruk sullo sfondo, improvvisamente scavalcò la ben più sviluppata Eridu, diventando un vero e proprio centro culturale.

Questo cambiamento poteva essere ottenuto solo artificialmente per mezzo delle tavole del destino, che hanno permesso a Uruk di ottenere un vantaggio tecnico di primo piano sulle altre città-stato.

VEDI ANCHE▶ La teoria degli Anunnaki e “La connessione” con Gesù

A cura di ufoalieni.it

𝐂𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨, 𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐮𝐧𝐚 𝐦𝐚𝐧𝐨. 𝐌𝐚𝐧𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐨𝐬𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐨𝐬𝐭𝐞𝐧𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐬𝐢𝐭𝐨 𝐰𝐞𝐛. 𝐐𝐮𝐚𝐥𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐚. 𝐅𝐚𝐫𝐚̀ 𝐥𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐚!

loading...
671Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina