Una possibile navicella spaziale localizzata sulla superficie di Marte

Le immagini satellitari di Marte hanno rivelato una strana anomalia larga più di 182 metri sulla superficie di Marte che potrebbe essere “recuperata”.

Immagini della navicella spaziale su Marte.
NAVICELLA MARTE

Attraverso immagini satellitari, i ricercatori hanno scoperto una misteriosa anomalia nel suolo marziano. Questa anomalia supera i 182 metri di diametro e, si ritiene, potrebbe essere un veicolo spaziale extraterrestre.

Tuttavia, la cosa più insolita è che alcuni teorici affermano che le potenze mondiali potrebbero “recuperarlo”. In questo modo è possibile portarlo sulla Terra e sfruttare la sua tecnologia.

Astronave “trovata” su Marte

Non è la prima volta che si osservano strutture artificiali sul suolo marziano o sulla superficie lunare. Da anni si specula su chi sia questa tecnologia, ma soprattutto se le potenze mondiali non se ne siano impadronite.

Ovviamente, per raggiungere questo obiettivo, la tecnologia necessaria per portare un equipaggio su Marte deve esistere sulla Terra. Ecco perché si ritiene che questi progressi non siano solo un dato di fatto, ma siano stati utilizzati per portare gli UFO sul pianeta e applicare il reverse engineering.

L’oggetto dalla particolare forma simile a un cuore, sembra essere in perfette condizioni. Si osservano solo alcuni graffi e ammaccature sul suo involucro.

Ciò renderebbe l’oggetto un “premio prezioso” per il potere che viene fatto con esso. L’ UFO è stato svelato grazie all’utente di YouTube UFOvni2012.

Nel video, assicura che la fotografia originale è stata scattata il 16 ottobre 2000, grazie al Mars Global Surveyor della NASA. Uno dei rover con immagini di altissima qualità. Quindi pareidolia è esclusa.

Copertura della NASA?

Steve Wingate
Steve Wingate, il principale divulgatore degli UFO su Marte.

Un’altra delle osservazioni fornite dall’utente è che le scie lunghe e rovesciate su cui è atterrata la nave sono state trasportate e lasciate indietro. Questo indica solo che la nave non si è schiantata, ma è atterrata dolcemente.

La sua posizione potrebbe essere Medusae Fossae, una delle formazioni geologiche più grandi e strane fino ad oggi.

Si ritiene che si estenda per più di 965 chilometri attraverso l’equatore di Marte. Inoltre, i venti costanti e le tempeste periodiche hanno eroso il paesaggio, conferendo alla superficie un aspetto liscio.

Ovviamente è difficile capire perché la navicella sia finita sulla superficie marziana, semisepolta sotto una duna di sabbia finissima.

Ecco perché gli esperti si sono chiesti se questa astronave, che sembra essere in perfette condizioni, possa essere salvata. E se è così, si potrebbe anche scoprire la sua tecnologia e chi erano i membri dell’equipaggio.

L’immagine è stata trovata nella pila di foto che MGS stava inviando sulla Terra, il che ha suscitato l’interesse di Steve Wingate, uno degli specialisti di imaging della NASA.

Wingate ha fatto del suo meglio per pubblicizzare la strana immagine, ma per qualche motivo non ha ottenuto la notorietà che merita.

L’immagine, infatti, è stata rimossa più volte dal loro sito web e l’originale è archiviato sui server della NASA.

Finora, l’agenzia spaziale non si è pronunciata sulla questione. I teorici continuano a speculare sull’astronave e se una delle potenze mondiali un giorno andrà a recuperarla.

 

VEDI ANCHE▶ Capitano Kaye: “Ho passato 17 anni a proteggere una colonia umana su Marte”

A cura di Ufoalieni.it

2.2K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina