Quest’uomo ha affermato di aver viaggiato nel futuro e di aver vissuto 2 anni nel 2.749

Un uomo di 57 anni di nome Al Bielek, che soffriva da anni di una grave amnesia, iniziò a ricordare diversi passaggi nascosti della sua vita e quindi si recò a varie terapie per sbloccare la sua memoria.

Da allora, ha scoperto di aver lavorato al Progetto Montauk, un progetto sospetto e segreto del governo degli Stati Uniti condotto negli anni ’70 e ’80 presso la stazione dell’aeronautica militare di Montauk a Long Island.

Viaggia nel futuro nel 2.749

uomo di nome Al Bielek

Come conseguenza immediata del Philadelphia Experiment, aveva sviluppato incredibili tecniche e indagini di guerra psicologica, incluso il viaggio nel tempo.

Bielek era convinto che i suoi ricordi fossero stati soppressi e bloccati per mantenere segreto questo progetto.

Quando i suoi ricordi riapparvero, Bielek affermò di aver ricordato che il suo nome di nascita era Edward Cameron e che aveva lavorato con suo fratello Duncan Cameron, un giovane con abilità psichiche, al Progetto Montauk quando erano entrambi poco più che ventenni.

Alcuni anni dopo, Bielek presentò pubblicamente la sua storia in una conferenza, affermando che il “Philadelphia Experiment“, oltre a ottenere l’invisibilità e il teletrasporto della nave USS Eldridge, aveva anche aperto un tunnel spaziale che collegava il presente con il futuro.

Bielek ha spiegato che lui e suo fratello sono stati incaricati nel 1983 di viaggiare nel passato in questo wormhole per distruggere l’equipaggiamento della USS Eldridge, poiché il suo arrivo nel 1983 stava causando diversi problemi. Quindi l’unica opzione era andare al passato e evitare il loro arrivo.

Secondo Bielek, lui e suo fratello hanno completato la missione. Tuttavia si è conclusa per entrambi nel 2137, dove hanno trascorso sei settimane in un letto d’ospedale per riprendersi dalle ustioni dovute al contatto con l’iperspazio.

Rimasero lì per 6 settimane fino a quando Al Bielek, con mezzi a lui sconosciuti, finì per viaggiare nell’anno 2749, periodo in cui, secondo la sua versione, rimase per due anni.

Loading...

Bielek raccontò che, quando raggiunse l’anno 2749, si svegliò in un ospedale.

La prima cosa che ha catturato la sua attenzione è stata la rivoluzionaria attrezzatura chirurgica avanzata tipica dell’establishment, che non aveva nulla a che fare con quelle attuali. Secondo Bielek, il sistema medico del futuro utilizzava “trattamenti vibrazionali e leggeri“.

Ha anche affermato che c’erano numerose città galleggianti che potevano essere trasportate in diverse parti del pianeta.

Alcuni di loro erano alti più di 2,5 miglia, grazie ad anni di ricerca che hanno permesso di controllare la legge di gravità.

E la popolazione mondiale era estremamente ridotta, poiché nell’anno 2.749 vivevano appena 300 milioni di persone in tutto il mondo.

Gli Stati Uniti, uno dei paesi più grandi del pianeta, contenevano solo circa 50 milioni di abitanti. Secondo Bielek, questo perché solo poche persone erano riuscite ad adattarsi al “nuovo mondo”.

Bielek assicurò anche che nel 2749 non c’erano più guerre, sebbene ci fosse stata una grande conflagrazione tra russi e cinesi, nonché tra gli Stati Uniti e l’Europa.

Ma nell’anno 2749, secondo Bielek, le guerre erano praticamente impossibili. Non c’erano militari, soldati, marina o aviazione, quindi qualsiasi conflitto tra i paesi era irrilevante.

In effetti, non c’era nemmeno un governo, poiché un sistema informatico di intelligenza sintetica, costruito nel 26 ° secolo, gestiva tutto e faceva funzionare tutto correttamente.

Questo sistema, inoltre, aveva eliminato per sempre il lavoro fisico.

Bielek ha anche riferito che nessuno aveva bisogno di denaro, in quanto semplicemente “non c’era bisogno di averlo”. Ognuno aveva i propri “crediti”, che consentivano loro di “acquistare” ciò che volevano in qualsiasi momento.

Anche la terra aveva subito drastici cambiamenti climatici e geografici, infatti due terzi dell’attuale stato nordamericano della Florida erano scomparsi sotto l’oceano.

L’ inversione dei poli della terra, nel frattempo, era stata fermata da una struttura polare artificiale che era stata appositamente progettata per fermare il grande crollo che poteva verificarsi.

Bielek, dopo essere tornato a cercare suo fratello nell’anno 2137, secondo ciò che ha raccontato, sarebbe tornato con lui all’anno 1983 attraverso lo stesso wormhole, anche se i responsabili del progetto Montauk, dopo aver registrato tutta la sua favolosa storia, si sono presi cura di cancellare i suoi ricordi per evitare che si diffondesse pubblicamente.

Bielek, dopo aver recuperato tutti i suoi ricordi, da allora ha raccontato la sua inedita e presunta esperienza futura in più di 40 conferenze e più di 50 interviste radiofoniche.

Molti, ovviamente, lo hanno accusato di essere un ciarlatano, anche se non pochi credono che sia un vero crononauta o un viaggiatore nel tempo. Cosa ne pensi?

VEDI ANCHE ▶ Paul Dienach, l’uomo caduto in coma, viaggiò nel futuro verso l’anno 3906

A cura di Ufoalieni.it

Loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest