Che odore ha la morte? Esperimento condotto dagli scienziati

Scienziati britannici hanno condotto uno studio e hanno scoperto come annusare la morte imminente.

Esposti all’odore della morte

Il ricercatore Arno Wismar della University of Kent School of Psychology ha condotto un esperimento in cui i soggetti sono stati esposti agli odori di putrescina, ammoniaca e acqua.

Furono sopraffatti dall’ansia solo dall’odore del primo componente, nonostante non l’avessero mai incontrato prima.

Hanno scoperto che una persona ha un antico recettore olfattivo che si risveglia alla vigilia della morte, catturando l’aroma specificato. Notarono che questo poteva accadere anche un anno prima della morte.

Come notano gli scienziati, quando appare “l’odore della morte“, le persone inconsciamente iniziano a cambiare e, senza saperlo, avvicinano il momento della loro fine.

Tuttavia, come hanno assicurato i ricercatori, “l’odore della morte” non è un presagio di morte, ma un segnale che parla di una minaccia per il corpo.

Un tale profumo aiuta una persona a capire che c’è un motivo di allarme e ha bisogno di trovare la causa della morte imminente, hanno riassunto gli scienziati.

La putrescina è un composto organico. Liquido incolore, è imparentato con la cadaverina; entrambi sono prodotti dalla scomposizione degli amminoacidi.

Lo scienziato ha detto che nel momento in cui una persona muore, il suo corpo si rompe e durante questo processo vengono rilasciati molti aromi che iniziano a sentire, uno dei quali è la putrescina.

Inoltre, come hanno affermato gli scienziati, il profumo dell’erba è spesso associato anche all'”odore della morte” negli esseri umani.

A cura di Ufoalieni.it


Resources

Fonte: https://anomalien.com/

Studio condotto
https://www.frontiersin.org/

 

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

89Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina